Maggio 26, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Sci alpino oggi – Odermatt vince dopo una cavalcata da brivido a Wengen – Kildee cade malamente

Sci alpino oggi – Odermatt vince dopo una cavalcata da brivido a Wengen – Kildee cade malamente

Al: 13 gennaio 2024 alle 17:39

Anche Marco Odermatt ha concorrenza nel secondo mondotazza-La partenza a Wengen ha portato a terra. Ma la sua settima vittoria quest’inverno è stata oscurata da un altro grave infortunio. Gli autisti tedeschi hanno dovuto affrontare un disastro.

Il nodo della partenza di Marco Odermatt è finalmente sciolto: secondo il suo mondotazza-La prima vittoria di giovedì è stata contro il leader mondiale della classifica generaletazza Anche sabato (13 gennaio 2024) non ci sono stati problemi alla 94esima edizione della leggendaria discesa libera del Lauberhorn a Wengen (Svizzera).

  • Al live
    Freccia destra

  • Ai risultati
    Freccia destra

Il 26enne campione locale ha regalato una corsa emozionante sulla neve in condizioni fantastiche e ha vendicato la “sconfitta” del giorno precedente nel Super G Cipriano Sarrazin. Questa volta il francese è arrivato secondo (+0,59 secondi). Dominique Paris dell'Italia ha completato il podio, ma era quasi due secondi dietro Odermatt.

Kildee cade e sembra essere gravemente ferito

Ciò che la mette in ombra è la corsa più lunga del mondo con i suoi 4.270 metritazza Da una grave caduta di Alexander Aamodt Kjeld. Il norvegese, già in cattive condizioni di salute, è scivolato poco prima della porta S ed è stato gettato con tutta la sua forza nella rete di sicurezza.

Kildee, che l'anno scorso vinse il Lauberhorn, è stato curato per alcuni minuti e poi portato via in elicottero. La corsa è stata interrotta per mezz'ora. Si attende ancora una diagnosi, ma le immagini indicano qualcosa di brutto. Kildee inizialmente giaceva immobile nella neve e sanguinava dalla gamba destra, che alla fine fu fasciata. La stagione potrebbe essere finita per il 31enne. Mondo 21xtazzaNei giorni precedenti il ​​vincitore era arrivato terzo nella discesa ridotta e nel SuperG di Wengen.

Il vincitore dell'anno scorso Alexander Aamodt Kilde è caduto gravemente sul pendio del Lauberhorn.

Anche durante la corsa del Lauberhorn il terzo giorno una persona è rimasta gravemente ferita. Giovedì l'austriaco Marco Kohler ha riportato la frattura del ginocchio a causa di uno strappo al legamento crociato. Venerdì era francese Alexis Pinturault È stato catturato nel SuperG e si è rotto anche il legamento crociato dopo una caduta. “Ogni piccolo errore viene punito immediatamente“, ha riassunto Dominique Paris.

I conducenti DSV sono deludenti su tutta la linea

I piloti tedeschi sono rimasti indenni, ma hanno subito un disastro e sono finiti tutti fuori dalla top 25. Andreas Sander (SG Ennepetal) è stato ancora il miglior atleta della DSV al 28° posto, ma era a più di cinque secondi dal traguardo. Dietro di lui è finito Louis Vogt (SC Garmisch/+5.40).

Sportsshaw 13 gennaio 2024 alle 16:43

Anche Romid Baumann (WSV Kiefersfelden) ha soddisfatto pienamente le sue aspettative e ha disputato forse la gara più debole quest'inverno (+5.42). “È stato un inferno oggi. La pausa mi ha portato fuori strada. Fisicamente oggi non ero al livello desiderato“, è stata la conclusione che fa riflettere il veterano 37enne.

Il corpo di Dressen non collabora

Dietro di lui c'erano Josef Verstel (SC Hammer eV/+5.91), Dominik Schweiger (WSV Königssee/+5.95) e Simon Goucher (SC Garmisch/+6.78), che hanno tutti scosso la testa al traguardo. Le cose sono state ancora più deludenti per Thomas Driessen (SC Mittenwald), che era dietro di circa 1,5 secondi alla partenza e poi ha perso molto tempo. Dopo metà percorso ha lasciato andare la corsa in discesa (+11.56) perché il suo corpo parlava di nuovo.

Già con un salto nella sezione superiore è “Ho notato che il ginocchio stava cedendo di nuovo“Quello è stato dopo”Come se stessi cavalcando una zappa, non potevo sentire il piede destro“, ha detto il pattinatore tedesco di maggior successo nella storia della Coppa del Mondo, sentendosi molto deluso per essere arrivato ultimo. “Ti sottoponi a tutto questo e io provo davvero di tutto, ma è uno schifo quando il tuo corpo non collabora più“.

Odermat è come se provenisse da un altro pianeta

I pericoli di una pendenza difficile si sono manifestati presto. Lo svizzero Justin Morisier ha perso il controllo dopo pochi metri durante il salto russo ed è caduto. Mostra come le cose sono migliorate un gruppopari. Perché Odermatt ha guidato ancora una volta da un altro pianeta: anche alla partenza, un po' in ritardo, il 26enne ha mostrato tutte le sue capacità.

I primi due punti principali con bordo Minsch e Angolo canadese Lo ha padroneggiato perfettamente. Odermatt ha risolto elegantemente anche il problema Kernen-S prima di proseguire velocità massima È stato costruito, ha guidato la sezione centrale con svolte emozionanti e ha portato con sicurezza il suo emozionante viaggio fino al traguardo.

Sarrazin lotta invano

re Sarazina Nel SuperG, il giorno prima della nomina di Odermatt al suo posto, il francese questa volta si è dovuto arrendere. All'inizio era più veloce del suo rivale, ma ha mancato la traiettoria perfetta nella sezione centrale ed è caduto più volte un po' indietro. In fondo alla strada può Sarazina Aveva ancora un po' da recuperare, ma alla fine è finito a più di mezzo secondo dal vincitore della giornata.

Oltre a ciò, la concorrenza si è fatta le ossa e non si è nemmeno avvicinata al tempo eccezionale di Odermatt. Per fare un confronto: campione del mondo canadese di Super-G, James CrawfordHa tagliato il traguardo in 4,40 secondi. Inoltre, molti atleti hanno evitato di correre rischi dopo la caduta di Kjeld. Alla fine, però, quasi una dozzina di corridori furono eliminati a causa di incidenti.