Maggio 16, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Rossmann tranquillizza gli acquirenti di criceti e fa salire i prezzi

SAoul Rossmann vuole calmarsi. “La fornitura di base è più che garantita”, afferma Rossman, portavoce della gestione della catena di farmacie. Tuttavia, la situazione per lo spettacolo sta diventando sempre più tesa alla luce della guerra in Ucraina.

E questo vale per tutti i gruppi di farmacie, dai pannolini allo shampoo, dalla carta igienica ai generi alimentari. Roßmann WELT afferma che “le catene di approvvigionamento sono sotto forte pressione, ma la situazione mista è gestibile”.

“C’è abbastanza per tutti – se tutti agiscano con saggezza e non tornino a comprare criceti come avveniva all’inizio della crisi del Corona”. Naturalmente, in singoli casi, potrebbero esserci carenze e lacune sugli scaffali.

Leggi anche

Il Movimento Fame e Rifugiati

“Ma ci sono abbastanza alternative e i consumatori devono rinunciare temporaneamente al loro prodotto preferito e utilizzare qualcos’altro”, afferma l’imprenditore che ha rilevato l’attività dei suoi genitori lo scorso autunno.

Raoul Rossman, amministratore delegato della catena di farmacie Rossman, vuole espandersi ulteriormente.  Nonostante i prezzi elevati, le prestazioni dell'azienda sono buone

Raoul Rossman, amministratore delegato della catena di farmacie Rossman, vuole espandersi ulteriormente. Nonostante i prezzi elevati, le prestazioni dell’azienda sono buone

Fonte: dpa

Tutte le varianti di prodotto condividono i prezzi elevati in questi giorni. “Dall’inizio dell’anno, ci sono stati aumenti di prezzo in tutte le gamme di prodotti”, afferma Rossman. È probabile che ciò continui nelle prossime settimane. “Non possiamo mentire a noi stessi al riguardo”, dice il 36enne.

Dopotutto, i produttori presentano nuove richieste quasi ogni settimana. “Stiamo esaminando questo aspetto con molta attenzione e combattendo aumenti di prezzo non necessari”, sottolinea Rossman. Dopotutto, i commercianti sono sostenitori dei clienti. Tuttavia, ovviamente, vede come è se stesso Materiali grezzi Recentemente l’energia è diventata più costosa e quali dinamiche sono ancora prevalenti lì.

In effetti, ora si sente dire in diversi rami dell’industria che i “vecchi riti” dovrebbero essere abbandonati. Le riunioni annuali vengono in genere utilizzate per concordare i termini di consegna, in base ai quali rivenditori e produttori concordano le quantità di consegna, i prezzi di acquisto, i tempi pubblicitari e la frequenza delle campagne per un massimo di dodici mesi.

Leggi anche

La carta igienica sta diventando più costosa!

Tuttavia, poiché la crisi del Corona e la guerra in Ucraina si sovrappongono, questi colloqui non sono più sufficienti. “Ora stiamo negoziando con diversi fornitori su base settimanale o mensile”, riferisce Rossman. In alcuni casi gli ordini espressi sono comprensibili, e quindi si accettano anche aumenti di prezzo.

A volte ci si chiede quanto siano le affermazioni. “E poi ci opponiamo anche. A causa del gran numero di fornitori, abbiamo buone opportunità di confrontare i costi reali. “In definitiva, ritiene Rossmann, ci saranno costi aggiuntivi sui prezzi nell’intervallo percentuale a due cifre in molte aree di prodotti.

Leggi anche

È probabile che la carne e le salsicce diventino più costose nel prossimo futuro

Conseguenze della guerra in Ucraina

Pertanto, la sua catena di farmacie vuole esentare i suoi dipendenti, che sono tutti consumatori, da effettivi bonus fiscali. “Negli ultimi due anni, abbiamo sfruttato appieno i pagamenti speciali di Corona per oltre 43 milioni di euro ai nostri dipendenti. Riteniamo che tale opportunità di fornire assistenza sia ragionevole e appropriata anche nella situazione attuale, al fine di facilitare il onere sui redditi di piccole e medie dimensioni”, afferma Rossmann.

Qui è dove troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

Problema: L’importo di questi pagamenti speciali è limitato, attualmente a € 1.500, almeno se sono esentasse per i dipendenti. “Pertanto, sono chiaramente a favore dell’aumento del volume dei pagamenti per Corona, che sarà vantaggioso anche per lo stato”.

I politici dovrebbero dare l’esempio qui. “Ma finora, il governo federale non ha nemmeno voluto discutere la questione”. Rossmann può ora fornire assistenza a circa 35.000 dipendenti in Germania. Perché il 2021 è stato un altro anno positivo per l’azienda, che ha aperto la sua prima filiale il 17 marzo 1972, in occasione del suo cinquantesimo anniversario.

Leggi anche

I prezzi dell'olio da cucina sono già saliti alle stelle e in alcuni casi sono addirittura raddoppiati

“Disponibilità imprevista”

Rossmann ha registrato un fatturato di circa 11,1 miliardi di euro l’anno scorso, un buon aumento dell’8% rispetto al 2020. Quasi otto miliardi di euro sono attribuibili al mercato interno tedesco, il resto a società straniere con negozi in Polonia, Ungheria e Repubblica Ceca. Albania, Kosovo, Turchia e Spagna. Inoltre, esiste un’attività di e-commerce che è stata lanciata in Danimarca la scorsa estate.

L’espansione continuerà nel 2022 nonostante l’attuale situazione eccezionale con la guerra e Corona. Gli abitanti della Bassa Sassonia vogliono aprire 200 nuovi negozi, 70 dei quali in Germania. Secondo la società, l’importo dell’investimento necessario è di circa 230 milioni di euro, che include anche l’ammodernamento delle filiali esistenti.

L’obiettivo è il miglioramento, ma ci sono ancora punti bianchi in Germania. Il numero di filiali in Germania è attualmente di quasi 2200. Ma il gruppo familiare vuole crescere anche all’estero. Solo di recente Rossmann ha annunciato l’espansione in Azerbaigian. La prima filiale sarà aperta nella capitale, Baku, entro la fine di quest’anno. A tal fine, Rosman collabora con il gruppo di società Veysloğlu.

Leggi anche

Ralf-Jörg Wezorke e Philipp Wezorke, Senior Director e Junior Director di Lightpower

Il partner della joint venture, uno dei maggiori rivenditori di prodotti alimentari del paese, vende i prodotti a marchio Rossmann in Azerbaigian dal 2018. “Abbiamo in mente anche altri paesi, ma nulla è ancora pronto per una decisione”, afferma Rossmann.

Ma Rossman non è solo interessato agli affari consolidati. Il focus è ora sul trading online. L’azienda non vuole fornire cifre specifiche per le vendite e-commerce. La direzione parla solo di un “intervallo percentuale basso a una cifra” per quanto riguarda le vendite.

Acquista invece di fare acquisti online

Ma la crescita è molto dinamica. Gli affari sono raddoppiati negli ultimi due anni. I pannolini più venduti. In caso contrario, la domanda è molto ampia. Rossmann è ed è tuttora un sostenitore del concetto di negozio classico.

“Ovviamente, ogni negozio online è un concorrente di un’attività tradizionale. Il commercio online di articoli da farmacia è semplicemente meno redditizio. Ma per la diversificazione della vendita al dettaglio, è anche importante per me promuovere un commercio coerente”, afferma l’imprenditore.

Leggi anche

Leverando

Perché ora è molto preoccupato per i centri urbani. “La devastazione sta peggiorando. Alla fine, questo farà qualcosa anche per le persone. “Tuttavia, Rossman non pensa a molti fondi di investimento multimiliardari. Questo è inefficiente e alla fine solo costoso per i contribuenti.

Invece, Roßmann propone un modello di classe fiscale per il trading online. Non si tratta del pacchetto fiscale, come sostenuto in questo paese da politici di vari partiti.

“Solo i più grandi rivenditori online che non hanno un negozio fisico dovrebbero pagare”, spiega Rossman. D’altra parte, coloro che contribuiscono alla sicurezza dell’approvvigionamento dovrebbero essere preferiti dai loro negozi e quindi rendere le città in cui vale la pena vivere. “Non può essere un buon sviluppo se un fornitore domina metà del commercio su Internet, mettendo così molti piccoli rivenditori nella necessità di esistere”, spiega Rossman.

Puoi ascoltare il podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

“All in Stock” è l’istantanea giornaliera della borsa valori del team editoriale di WELT Business. Ogni mattina dalle 7 del mattino con i nostri giornalisti finanziari. Per esperti di borsa e principianti. Iscriviti al podcast su spotifyE il Podcast di AppleE il musica amazzonica E il Deezer. o direttamente tramite RSS Feed.

READ  DAZN reimposta le password dei clienti