Febbraio 28, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Rinvio del processo a carico di un imputato di aver tentato di manomettere le elezioni

Rinvio del processo a carico di un imputato di aver tentato di manomettere le elezioni

Venerdì, un giudice federale ha rinviato il processo contro l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump il prossimo marzo, con l’accusa di manomissione elettorale. Non è stata ancora fissata una nuova data. Il giudice Tanya Chutkan ha spiegato che un altro tribunale non si è ancora pronunciato sull'appello di Trump. In esso, l'ex presidente ha dichiarato di godere dell'immunità giudiziaria per tutte le azioni intraprese durante la sua permanenza alla Casa Bianca.

Leggi di più dopo l'annuncio

Leggi di più dopo l'annuncio

Gli avvocati di Trump affermano che le azioni di cui è accusato rientravano solo nei suoi doveri di presidente. D’altro canto, Chutkan ha deciso che Trump non poteva sottrarsi a tutte le responsabilità come un re. Ha presentato ricorso contro questo.

Trump è stato messo sotto accusa ad agosto per aver presumibilmente tentato di ribaltare i risultati delle elezioni presidenziali americane del 2020. Ha perso le elezioni contro l’attuale presidente Joe Biden. Inizialmente il processo avrebbe dovuto iniziare il 4 marzo.

Leggi di più dopo l'annuncio

Leggi di più dopo l'annuncio

Il pubblico ministero ha riconosciuto la relazione

Nel processo contro l'ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump con l'accusa di interferenza elettorale nello stato americano della Georgia, il procuratore Fanny Willis ha ammesso di avere una relazione personale con un collega. Gli avvocati di Trump hanno chiesto che la causa fosse archiviata e che Willis fosse rimosso dal caso. Willis ha detto che non c'era motivo per questo.

Willis ha assunto il procuratore distrettuale Nathan Wade nel novembre 2021 per assisterla nelle sue indagini. La domanda era se l’ex presidente repubblicano e altri abbiano infranto la legge quando hanno cercato di ribaltare la sconfitta alle elezioni presidenziali del 2020 in Georgia. Da quando Trump e altri 18 sono stati incriminati ad agosto, Wade ha guidato la squadra di avvocati riunita da Willis per gestire il caso.

La giustizia tocca (solo) il portafoglio di Trump

Dopo essere stato riconosciuto colpevole di diffamazione di uno scrittore, Donald Trump affronterà nei prossimi giorni un duro colpo finanziario sotto processo con l'accusa di aver gonfiato i suoi beni. L’ex presidente sta ora utilizzando i fondi della sua campagna elettorale per pagare le sue orribili spese legali. Ma i procedimenti penali politicamente decisivi non fanno alcun reale progresso.

In una dichiarazione giurata allegata alla dichiarazione del tribunale venerdì, Wade ha affermato che nel 2022 lui e il pubblico ministero hanno sviluppato un rapporto personale oltre al loro rapporto professionale e di amicizia. Tuttavia, non ha mai vissuto con Willis né ha avuto un conto cointestato con lei. Inoltre non ha condiviso con lei alcun reddito guadagnato dal suo lavoro. Sono entrambi adulti finanziariamente indipendenti.

L'avvocato difensore parla di conflitto di interessi

Con questa dichiarazione la squadra di Willis ha risposto ad una richiesta della difesa di Michael Roman, accusato di collaborare con Trump. Ha detto che Willis e Wade avevano una relazione romantica inappropriata che causava un conflitto di interessi. La mozione mira ad archiviare il caso e ad impedire a Willis, Wade e ai loro uffici di portare avanti il ​​caso.

Leggi di più dopo l'annuncio

Leggi di più dopo l'annuncio

L’ex presidente degli Stati Uniti Trump è in tribunale con l’accusa di aver tentato di truccare le elezioni

L’ex presidente Trump è stato accusato di aver tentato di truccare le elezioni. La Corte d'appello critica la tesi del suo avvocato riguardo all'”immunità assoluta”.

Trump e almeno un altro imputato, l'avvocato Robert Chili, si sono uniti agli sforzi di Roman presentando mozioni per archiviare le accuse e rimuovere Willis dal caso. Il giudice capo Scott McAfee ha programmato un'udienza sulla mozione di Roman per il 15 febbraio. Willis e Wade sono stati chiamati e dovrebbero testimoniare. La dichiarazione di venerdì chiedeva a McAfee di respingere la mozione di Roman senza udienza.

Willis ha sporto denuncia ad agosto contro Trump e altre 18 persone, accusandoli di aver tentato di ribaltare i risultati delle elezioni presidenziali del 2020 in Georgia a favore di Trump. Quattro imputati si sono ora dichiarati colpevoli nell'ambito del patteggiamento. Trump e gli altri si sono dichiarati non colpevoli.

RND/AFP