Ricerca sul cervello: senza virus, probabilmente gli esseri umani non esisterebbero

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."
Scienze Ricerca sul cervello

Senza virus, gli esseri umani potrebbero non esistere

Encefalite virale, chiarimento concettuale

I virus possono causare infiammazioni al cervello. Ma hanno anche contribuito al suo sviluppo.

Fonte: Getty Images/Science Photo Library RF/KATERYNA KON/SCIENCE PHOTO LIBRARY

Puoi ascoltare i nostri podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l'interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell'articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

I virus hanno una cattiva reputazione: sono visti come agenti patogeni inutili. Ciò che è stato completamente trascurato è che gli esseri umani potrebbero non essere esistiti senza i microbi. Perché hanno contribuito a quella che potrebbe essere la sua caratteristica più importante.

QuintoGli irlandesi non sono particolarmente popolari. Ti fanno star male e ti danno fastidio. I retrovirus in particolare sono una piaga; Questi agenti causali dell'AIDS includono l'HIV. I microbi possono integrare il loro materiale genetico nel genoma della creatura che infettano.

Peggio ancora: se vivono nelle cellule germinali – compresi ovuli e spermatozoi – vengono trasmessi anche come cosiddetti retrovirus endogeni (ERV). Ma ora un nuovo studio suggerisce che sono stati proprio questi microbi a contribuire all’evoluzione del cervello complesso dei vertebrati – e, come è noto, questo include anche gli esseri umani.

Per arrivare alle loro scoperte, ricercatori francesi e britannici hanno analizzato le cellule cerebrali dei vertebrati. Hanno scoperto una sequenza genetica che regola in modo significativo la formazione dello strato protettivo delle cellule nervose. La guaina mielinica circonda gli assoni e le corde nervose. Tra le altre cose, consente una trasmissione particolarmente rapida dei segnali da e verso il cervello.

Leggi anche

Il virus dell'herpes simplex può portare a processi infiammatori fatali nel cervello

La sequenza genetica dal nome misterioso RNLTR12-int, che i ricercatori chiamano in breve RetroMyelin, deriva da un'infezione con questi retrovirus, ha riferito nella rivista il gruppo guidato da Tanay Ghosh e Robin Franklin del Cambridge Science Institute. “cellula”. La sequenza regola quindi la formazione della proteina basica della mielina (MBP), la proteina più importante nella guaina nervosa, in tutte le principali classi di vertebrati – cioè pesci, rettili, anfibi, uccelli e mammiferi.

Il team ha scoperto RetroMyelin studiando le cellule del sistema nervoso centrale che producono mielina. Ho anche cercato sezioni di geni che presentassero somiglianze con i retrovirus.

Esperimenti sui roditori hanno dimostrato che la retromielina regola la produzione di MBP. Senza questa sequenza genetica, la proteina non si formerebbe. Altri studi hanno confermato che le sequenze genetiche sono importanti anche per la formazione della mielina nelle rane e nei pesci zebra. Questa cosiddetta mielinizzazione ha permesso, tra le altre cose, che le corde nervose diventassero più strette e più lunghe. Ciò significa che più neuroni possono essere ospitati in uno spazio più piccolo.

Un prerequisito per la diversità dei vertebrati

Questo è un prerequisito per lo sviluppo di cervelli più complessi, ha scritto il gruppo. Inoltre, la rapida erogazione degli stimoli ha consentito risposte comportamentali più rapide, ad esempio durante la caccia o la fuga.

“I retrovirus sono stati essenziali per l'evoluzione dei vertebrati”, ha affermato il leader dello studio Franklin. “Senza la sua integrazione nel genoma dei vertebrati, la mielinizzazione non si sarebbe verificata e, senza la mielina, la diversità dei vertebrati che conosciamo non sarebbe stata possibile”.

Attraverso studi su 22 specie, il team ha stabilito un tipo di albero genealogico della retromielina. Ciò suggerisce che diversi gruppi di animali abbiano acquisito le sequenze genetiche in modo indipendente.

Leggi anche

Rajewski ha confrontato i microRNA del polpo con quelli trovati in altre specie animali

Ma ciò che è curioso è che i ricercatori hanno trovato la Retromielina (cioè sequenze genetiche simili a RNLTR12int) solo nelle classi di vertebrati con mascelle, vale a dire nei pesci, rettili, anfibi, uccelli e mammiferi, ma non nei vertebrati senza mascelle.Agnatha) come le lamprede.

La spiegazione è che è possibile che le sequenze genetiche di questo gruppo non siano state fissate nel genoma e siano andate perse. Sebbene anche gli animali senza mascelle abbiano un rivestimento di fibre nervose, sono meno compatti e non offrono tanti vantaggi, ha scritto il gruppo.

In medicina è generalmente noto che la mielina è associata alla sclerosi multipla. In questa malattia autoimmune, le cellule immunitarie attaccano le guaine mieliniche delle fibre nervose. Ciò può portare, tra le altre cose, a disturbi sensoriali, problemi alla vista e paralisi muscolare.

Qui troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l'interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell'articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

Related articles

Spagna – Italia: Disgustosa provocazione dei tifosi! Ecco perché lo Schalke viene fischiato

Ecco come domina il favorito! Nella finale preliminare, la Spagna ha vinto 2-0 contro un'altra contendente al...

Questo cavo USB-C a doppia porta condivide in modo intelligente l’alimentazione

Alimentatori e cavi: la maggior parte dei nostri lettori probabilmente ne ha alcuni a casa. I cavi...