Luglio 1, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

RCI: Quasi 50 casi di coronavirus durante la crociera Symphony of the Seas

48 casi di infezione da corona durante un viaggio sulla nave da crociera più grande del mondo

Attualmente la nave da crociera più grande del mondo, Symphony of the Seas dell’American Caribbean International, è tornata operativa per diverse settimane e offre crociere da/per Miami (Florida/USA).

Diversi resoconti dei media statunitensi hanno affermato che Royal Caribbean International ha confermato che molte infezioni con il virus Corona si erano verificate a bordo della nave Symphony of the Seas. Si dice che siano state infettate 48 persone: l’esatta distribuzione dei casi tra passeggeri e membri dell’equipaggio non è ancora nota.
Circa 6.000 persone (passeggeri + personale) avrebbero potuto essere sul volo interessato dall’11 dicembre 2021 al 18 dicembre 2021.

In conformità con il concetto di igiene e salute della compagnia di navigazione, tutte le persone colpite e i loro contatti sono stati immediatamente isolati, interrompendo così le catene di infezione. Secondo le informazioni fornite dalle compagnie di navigazione, non ci sono stati sintomi gravi, il 95% di quelli a bordo della nave era completamente vaccinato contro il virus Corona.

Oltre a queste infezioni, Royal Caribbean International ha confermato che in seguito al volo Symphony of the Seas del 4 dicembre 2021, un ex passeggero è risultato positivo al coronavirus dopo la sua partenza – anche qui è stata rilevata una variante di omicron.

Se tale infezione si verifica durante una crociera negli Stati Uniti, in base alle norme CDC applicabili, i viaggiatori di ritorno devono sottoporsi all’incoronazione presso un centro di test approvato tra 3 e 5 giorni dopo la fine della crociera.

La Symphony of the Seas di solito continua a funzionare: la nave non è stata isolata o dismessa. Royal Caribbean International afferma che la salute degli ospiti e dell’equipaggio di cabina è ovviamente una priorità assoluta.

READ  Oltre le aspettative: il titolo JPMorgan scende: JPMorgan guadagna meno | newsletter

In linea di principio, recentemente sono aumentati i casi di infezione da coronavirus sulle navi da crociera. Ci sono varie ragioni per questo, soprattutto perché le navi americane hanno avuto un numero maggiore di persone infette nelle ultime settimane. Una pietra miliare sono i concetti di igiene e sicurezza degli operatori crocieristici, che hanno impedito gravi epidemie dal riavvio del settore. Tuttavia, se i concetti non vengono rigorosamente rispettati e controllati, c’è il rischio di un gran numero di persone infette, ma gli operatori di crociera continueranno a prestare particolare attenzione al rispetto delle regole al fine di proteggere passeggeri ed equipaggio.