Maggio 20, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Rapporto sul mercato USA: guerra in Ucraina e sanzioni contro la Russia: Dow Jones – Le perdite del Nasdaq contenute nel segno più | newsletter

Il Dow Jones Inizialmente è scivolato più chiaramente in rosso, ma in seguito è riuscito a contenere le perdite e ha chiuso in calo dello 0,53% a 33.879,55 punti. Indice di valore tecnologico Composito Nasdaq Inizialmente era anche in rosso, ma anche qui l’umore è migliorato notevolmente in seguito: il Technology Value Index ha raggiunto la zona verde e ha chiuso in rialzo dello 0,41 percento a 13.751,40 punti.

La guerra in corso in Ucraina e le sanzioni imposte da diversi paesi alla Russia hanno preoccupato gli investitori nei mercati azionari statunitensi all’inizio della settimana. Le pesanti sanzioni imposte dall’Occidente alla Russia e le loro conseguenze economiche hanno causato l’onere dell’onere. Russia e Ucraina stanno ufficialmente parlando per la prima volta di porre fine alle ostilità. Ma il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato alle forze armate di continuare gli attacchi al vicino. Inoltre, la Russia, l’energia nucleare, ha messo in allerta le sue armi deterrenti.

Secondo le informazioni dell’UE, circa la metà delle riserve finanziarie della Banca centrale russa sarà congelata insieme ad altri paesi del G7. Questo per impedire a Mosca di utilizzare le riserve per sostenere il tasso di cambio del rublo. Gli alleati occidentali hanno anche deciso di escludere alcune banche russe dal sistema di comunicazioni finanziarie SWIFT. Inoltre, non è più consentito fare affari con un certo numero di banche commerciali e le loro attività sono state congelate.

Thomas Getzel, capo economista presso VP Bank con sede in Liechtenstein, ha affermato che escludere le banche russe da Swift non è senza conseguenze economiche per il settore. In questo contesto, lunedì i titoli bancari statunitensi sono stati tra i maggiori perdenti.

READ  Il DAX chiude di più - TUI vuole raccogliere milioni per il First Hotel Fund - L'inflazione di gennaio supera le aspettative - Daimler cambia il nome dell'azienda - Focus su BASF, Siemens Gamesa, Stabilus, ATOSS | newsletter

Redazione finanzen.net / dpa AFX / Dow Jones Newswires

Crediti immagine: Ioana Davies (Drutu) / Shutterstock.com, M. Spencer Green / AP