Aprile 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Rapporto di mercato: Wall Street entra nel fine settimana senza slancio

Rapporto di mercato: Wall Street entra nel fine settimana senza slancio


Rapporto di mercato

Al: 22 marzo 2024 alle 21:26

Lo slancio a Wall Street si è indebolito alla fine della settimana. Alcuni investitori hanno preso profitti dopo il rialzo record registrato negli ultimi giorni. In precedenza il DAX aveva chiuso per la prima volta sopra i 18.200 punti.

Venerdì molti investitori nelle borse statunitensi si sono presi una pausa. I mercati azionari hanno chiuso in modo incoerente: mentre il Dow Jones ha perso lo 0,8% a 39.475 punti, l'indice Nasdaq, dominato dai titoli tecnologici, è avanzato dello 0,2% a 16.428 punti. Nonostante le perdite di prezzo di oggi, il principale indice statunitense è riuscito a realizzare guadagni settimanali di circa il 2%. D'altro canto, l'indice S&P 500 ha chiuso il mercato con poche variazioni a 5.234 punti.

Giovedì tutti e tre gli indici hanno raggiunto nuovi record. Mercoledì il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha rafforzato l'umore degli investitori impegnandosi a tre tagli dei tassi di interesse quest'anno.

Il DAX aveva precedentemente superato la soglia dei 18.200 punti ed è entrato nel fine settimana con un aumento dello 0,2% a 18.212,63 punti. Il record è ora di 18.226 punti. Si conclude così una settimana di successo per il mercato azionario: da venerdì scorso l'indice principale tedesco ha registrato un rialzo di circa l'1,5%.

Christian Zoller, esperto di mercato presso ING, vede un maggiore potenziale di rialzo dal punto di vista dei grafici tecnici. Finché il DAX rimarrà al di sopra della sua media mobile a 10 giorni di 17.970, si prevede che i prezzi continueranno a salire. Il trend rialzista è molto forte, quindi dovresti seguire il trend e coprire le tue posizioni long appena sotto i 17.970 punti.

Anche l'analista Jens Herdak di Weberbank conferma che sui mercati azionari si respira ancora un'atmosfera da corsa all'oro. Ci sono buone condizioni per i mercati azionari per ulteriori aumenti dei prezzi nel 2024.

Le delusioni degli investitori riguardo a tassi di interesse più bassi hanno guadagnato nuovo carburante durante tutta la settimana e hanno spinto in avanti i mercati azionari. Ieri la Banca nazionale svizzera (BNS), la prima grande banca centrale, si è affrettata ad allentare la politica monetaria: “Il taglio a sorpresa dei tassi da parte della BNS ha rafforzato le aspettative secondo cui molte altre banche centrali potrebbero iniziare il loro ciclo di politica monetaria espansiva in un momento in cui … Prima della Federal Reserve americana”, ha commentato Pierre Verret, esperto di mercato presso la società di brokeraggio ActivTrades.

Gli osservatori del mercato si aspettano che sia la Federal Reserve statunitense che la Banca Centrale Europea taglino i tassi di interesse di riferimento entro la metà dell’anno. Robert Halver, responsabile dell'analisi del mercato dei capitali presso la Baader Bank, ritiene che questa fantasia diventerà presto realtà per quanto riguarda i tagli dei tassi di interesse.

Tuttavia, alcuni dati economici statunitensi sono stati forti di recente. Ciò, a sua volta, potrebbe significare che la Fed lascerà i tassi di interesse invariati per un periodo più lungo di quanto sperano gli investitori. “La Fed potrebbe voler iniziare a tagliare i tassi di interesse a giugno”, ha scritto Mark Dowding, esperto di mercato presso RBC BlueBay Asset Management. “Ma il problema rimane: ci sono pochi segnali di rallentamento economico e i recenti dati sull’inflazione sono stati deludenti”, ha detto Dowding, “non prevediamo ancora tagli dei tassi di interesse fino alla seconda metà dell’anno”.

Alla fine della settimana, il DAX ha ricevuto almeno un leggero impulso dal lato economico: un aumento inaspettatamente forte dell'indice ifo, l'indicatore anticipatore più importante della Germania, alimenta la speranza di una ripresa economica: “L'economia tedesca sta vivendo un periodo d'argento fodera”, ha detto il presidente dell'Ifo Clemens Fuest. che si profila all'orizzonte.”

Il titolo Rheinmetall ha continuato la sua buona corsa nelle ultime settimane ed è stato uno dei maggiori vincitori del DAX nel fine settimana. Per la prima volta nella sua storia, il costo di un'azione supera i 500 euro. Per fare un confronto: prima dello scoppio della guerra in Ucraina la banconota era ancora disponibile per 100 euro.

Le azioni Hensoldt erano richieste sull'MDAX. Il gruppo di elettronica per la difesa intende concludere nei prossimi giorni l'acquisizione dell'azienda specializzata in elettronica ESG. I criteri ESG dovrebbero quindi essere inclusi nei numeri di Hensoldt del secondo trimestre. Secondo un portavoce dell'azienda, Hensoldt vorrebbe rivedere le proprie previsioni commerciali per l'anno in corso.

Le società produttrici di armi stanno capitalizzando il punto di svolta nella politica europea sugli armamenti dopo la guerra aggressiva della Russia contro l’Ucraina nel febbraio 2022. Da allora le azioni Rheinmetall sono quintuplicate e le azioni Hensoldt sono più che triplicate.

Le azioni Douglas continuano a perdere valore il secondo giorno dopo il loro fallito debutto in borsa. “L'andamento del prezzo di Douglas rappresenta una delusione per gli investitori che pensavano di aver ottenuto un buon affare durante la fase IPO a 26 euro per azione”, ha affermato Jochen Stanzel, capo analista del brokeraggio CMC Markets.

Krones, il più grande produttore mondiale di imballaggi per bevande, aumenta i suoi profitti. Gli azionisti dovrebbero ricevere 2,20 euro per azione, 45 centesimi in più rispetto a un anno fa. Dopo l’aumento del fatturato e degli utili lo scorso anno, Krones prevede un’ulteriore crescita per il 2024. Il fatturato dovrebbe aumentare tra il 9 e il 13%.

Lo specialista in fibra di carbonio SGL Carbon prevede che la domanda da parte del settore dell'energia eolica rimarrà debole quest'anno. Di conseguenza, il fatturato nel 2024 dovrebbe stabilizzarsi al livello dell'anno precedente di circa 1,1 miliardi di euro, ha annunciato il gruppo SDAX.

I capi delle principali compagnie aeree statunitensi chiedono chiarimenti al travagliato produttore di aerei Boeing su come la compagnia intende controllare la sua ondata di fallimenti. Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal e dall'Associated Press, la prossima settimana è previsto un incontro.

La casa automobilistica britannica di lusso Aston Martin cambia presidente per la terza volta dal 2020 e ora nomina alla carica il direttore di Bentley Adrian Hallmark. Hallmark inizierà le operazioni entro il 1° ottobre, ha affermato la società, confermando un rapporto del Financial Times.