Maggio 20, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Quali sono i 100 migliori vini rossi d’Italia?

Classifiche

Una rivista italiana di lifestyle ha individuato i migliori vini rossi in Italia. Vincitore – che sorpresa – un primitivo. Ciò solleva domande.

Classifiche, punteggi alti: tali classifiche deliziano molti amanti del vino. Anche questo è comprensibile. La selezione di vini offerti sul mercato è enorme. Nessuno può avere una panoramica completa. Tuttavia, mi sembra pericoloso credere esclusivamente in questo “meglio”. Il gusto è soggettivo.

La rivista Italian Lifestyle ha recentemente nominato i migliori vini rossi del paese, German Wine Blog alcolico Scrive. Le valutazioni di sei guide dei vini, come Campero Rosso, Veronelli e Vitte di Associசியs Italina Somilier, sono state utilizzate come riferimento alla lista dei migliori. Indubbiamente: i vini migliori si trovano nelle classifiche. Ma solleva anche interrogativi.

Cari tutti: Primitivo de Montoria

Sospetti regolari, come gli amanti dei vitigni internazionali, sono entrati nella top ten. Primidivo de Montoria 2019 del pugliese Gianfranco Fino è al primo posto. Tuttavia, il blog scrive che non ha nulla a che fare con il super vino, il supermercato chiamato Primitivos, che è dolce al tatto. Tuttavia, a circa 70 franchi, Cru è in una lega diversa. È un vino rosso secco, potente, di corpo intero.

Primitivo de Montoria, 2019, Gianfranco Fino, 68 franchi;  A proposito di Schuwo.  (Immagine: PD)
Primitivo de Montoria, 2019, Gianfranco Fino, 68 franchi; Al di sopra Shuo. (Immagine: PD)

Il secondo posto è andato al popolare Super Tuscan Sasikaya 2018 Denuda San GuidoUn altro vino iconico della Toscana, di Solaya 2018 Antinori. Il San Leonardo 2016 si è classificato dal quarto al decimo posto Denuda San Leonardo Dal Trentino, Maaceto 2018 Il Denuda Ornella Dalla Toscana, Mantiano Folesco Dalla Lazio, Habamus 2019 San Giovenale Dalla Lazio, Monteiro 2018 di Denuda Montevero Dalla Toscana, di Rubesco Torgiano Rosso Riserva «Vigna Monticchio 2017 Polmone Umbria e Montefalco Sacramento «25 anni» 2016 Des Pianta del vino Caproy Dall’Umbria.

Ci sono anche strane liste: il primo parole, uno dei migliori vini d’Italia, è solo al 40° posto. Un altro noto equipaggio del paese è ancora indietro: il brillante Brunello de Montalcino ha ottenuto solo il 97° posto. Come i nomi popolari Angelo Gaia, Giacomo Conterno o Byondi-Shanti Assolutamente non da questa classifica. Cuscinetto di carico.

Tre suggerimenti

Quali sono i miei preferiti tra i primi 20? Questi tre ricchi vini sono stati a lungo apprezzati per la loro eleganza e raffinatezza:

San Leonardo 2016, Denuda San Leonardo, Trentino: È uno dei migliori blend bordolesi in Italia, diventato il vino della settimana la scorsa estate. La nobile pianta pigiata di Cabernet Sauvignon, Merlot e Carmenère crede nella sua eleganza e raffinatezza. È fragrante, denso, ben strutturato, profondo e consistente. Al 4° posto della classifica italiana.

San Leonardo, 2016, Denuda San Leonardo, 72 franchi;  A proposito di un messaggio di bottiglia.  (Immagine: PD)
San Leonardo, 2016, Denuda San Leonardo, 72 franchi; Al di sopra Un messaggio in bottiglia. (Immagine: PD)

Rubesco Riserva «Vigna Montecio» 2017, Lungarotti, Umbria: Il miglior vino che fa questo vino di punta è il Sangiovese al 100% e crede per molti anni nel suo potere senza apparire ricco ed espansivo. Il suo profumo trasparente e multistrato è robusto e leggendario per la sua grande capacità di invecchiamento di oltre dieci anni. Annata 2017 classificata al 9° posto. 2016 Vintage è attualmente disponibile in questo paese.

Riserva Rubesco
Rubesco Riserva “Vigna Montecio”, 2017, di Lungarotti, 55 franchi; Al di sopra Movenpick vino. (Immagine: PD)

Montevtrono 2019, Sylvia Imprado, Campania: L’azienda vinicola dell’enologo Sylvia Imbardo è considerata un nodo interiore. La pianta di punta che è sotto ogni aspetto affidabile è il sempreverde, denso spunto da varietà locali Aglianico e Cabernet Sauvignon e Merlot. È potente, ma sempre pieno di eleganza e termina con un lungo retrogusto. Durerà per due decenni. La New Vintage di Montevitrono si è classificata al 14° posto. L’annata 2017 è attualmente sul mercato.

Montevetrano, 2017, di Silvia Imparato, CHF 41;  A proposito di Martello.  (Immagine: PD)
Montevetrano, 2017, di Silvia Imparato, CHF 41; Al di sopra Martello. (Immagine: PD)

READ  Bolzano incontra il capo della Lega di destra in Italia