Ottobre 3, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Prodotto popolare non sarà più presto nei negozi?

I produttori chiedono prezzi più alti per i loro prodotti, che Edeka non vuole pagare.Foto: www.imago-images.de / P.Nowack

Non è più un segreto che i costi di produzione ei prezzi delle materie prime sono in aumento in tutto il mondo. I produttori discutono con i commercianti su prezzi e condizioni e i clienti si scambiano colpi quando si trovano davanti a scaffali vuoti. Minaccia come mezzo di pressione nei negoziati I produttori interrompono le consegne, i rivenditori cancellano alcuni marchi.

Dopo Eckes-Granini, L’Oréal e PepsiCo, ora EDEKA ne è minacciata Interruzione del rapporto di fornitura con il produttore del detergente ambientale Werner & Metzche offre marchi come Erdal, Frosch e tana. A voce alta “Quotidiano di cibo” annunciarlo azienda a, consegne edica assumere.

Profonda frustrazione

Il presidente dell’azienda Reinhard Schneider ha parlato con LZ da uno dei “Atteggiamento inesauribile” Edica. Il contratto con la catena di supermercati è scaduto a gennaio. Il produttore di rane ha continuato a fornire merci al commerciante, a condizione che il prezzo fosse adeguato. Non solo l’aumento dei prezzi delle materie prime e dell’energia ne è una ragione, ma anche gli investimenti in Sostenibilità.

Tuttavia, secondo il produttore, Edeka non ha rispettato le regole del gioco e “ha giocato ancora e ancora per tempo” annullando, ad esempio, appuntamenti negoziali in breve tempo.

Avvertimento di conseguenze disastrose

Schneider ha avvertito delle conseguenze di vasta portata: “Se le aziende di medie dimensioni vengono trattate in questo modo e non possono addebitare i loro aumenti di prezzo, ci sono due opzioni: o non sopravvivono o devono scendere a grandi compromessi in termini di qualità”.

Cosa potrebbe significare è apparso di recente nel caso del produttore di detersivi “Turn Germany”. Ha dichiarato fallimento nel luglio 2021. Come motivo di fallimento, il socio amministratore Peter Schauf ha citato, tra le altre cose, forti aumenti dei prezzi delle materie prime con una domanda inferiore nella pandemia di Corona.

READ  Rapporto sul mercato USA: guerra in Ucraina e sanzioni contro la Russia: Dow Jones - Le perdite del Nasdaq contenute nel segno più | newsletter

L’aumento dei prezzi è incomprensibile

Un portavoce di Edeka ha già annunciato che l’azienda non può commentare lo stato dei colloqui con i singoli fornitori. Ma ha sottolineato Handelsblatt: “I produttori che dominano il mercato ci stanno sempre più confrontando con richieste di aumento dei prezzi, a volte utilizzando i fermi di consegna come leva”. Molte di queste richieste non possono essere comprese alla luce dell’andamento effettivo dei prezzi delle materie prime.

(Schiavo)