Dicembre 3, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Prezzi bassi: Crypto Stock Bloodbath: una voce a buon mercato? | newsletter

• Tristezza e tristezza nel mercato delle criptovalute: le azioni di valuta elettronica e criptovaluta sono sotto pressione
• Molti fattori negativi portano a vendite intense
• Prezzi bassi una possibilità di iniziare?

Il mercato delle criptovalute è in uno stato d’animo apocalittico in questo momento. Dopo che i massimi storici sono stati fissati alla fine del 2021, il 2022 è stato finora in costante calo. Tuttavia, le società di criptovalute sono state punite più severamente della criptovaluta reale. Perché mentre Bitcoin ha perso circa il 54% dall’inizio dell’anno, la carta Coinbase è scesa di quasi l’80%. E la piattaforma crittografica non è affatto sola in questo. Le azioni Bakkt sono scese di oltre il 74% quest’anno, mentre il minatore Bitcoin Marathon Digital è sceso dell’80%. Alla luce di questa discrepanza, sorge la domanda se i titoli crittografici non siano davvero ipervenduti e se i prezzi più bassi possano essere utilizzati per iniziare.

Pubblicità

Inoltre, approfitta dei prezzi più bassi: fai trading di criptovalute direttamente con la leva finanziaria ora.

agisci ora

Plus500: Si prega di notare Suggerimenti5 per questo annuncio.

molte pressioni

Ci sono vari fattori responsabili della recessione economica. Pertanto, l’inflazione globale è a un livello molto alto, che ora è più compatto politica monetaria guidato dalle banche centrali. La liquidità viene ritirata dai mercati, il che limita le vendite e i profitti dell’azienda. Inoltre, il contesto macroeconomico è stato offuscato dall’incertezza. L’aumento dei prezzi dell’energia sta pesando sulle economie nazionali, spingendo l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, ad esempio, a tagliare le sue previsioni di crescita economica globale. Anche pochi esperti ed economisti prevedono una recessione. In questo contesto, gli investitori sono sempre più avversi al rischio e sempre più separati da asset più rischiosi come criptovalute e azioni. “Gli appassionati di criptovalute sono abituati alla volatilità, ma questi rapidi viaggi verso il basso stanno diventando sempre più difficili da digerire. Ora che l’era del denaro a buon mercato sta volgendo al termine bruscamente, i trader stanno diventando più avversi al rischio e voltano le spalle criptovalute”, commenta Susanna Streeter Lansdown di Hargreaves vs. Bloomberg.

READ  Fitch dà a Berlino il rating più alto: Moody's abbassa le previsioni per la Gran Bretagna

È difficile fare previsioni

Di conseguenza, è difficile prevedere se il trend ribassista delle criptovalute continuerà per un periodo più lungo o se ora sia stato trovato un minimo. Ed Moya, analista di Oanda, ha dichiarato a Bloomberg: “Il sentimento verso le criptovalute è orrendo poiché la capitalizzazione di mercato globale delle criptovalute è scesa al di sotto di $ 1 trilione. Bitcoin sta cercando di trovare un minimo, ma se i prezzi scendono sotto i 20.000, se i livelli del dollaro scendono , Potrebbe anche diventare più brutto.

Guarda P/E.

Alla domanda sulla situazione delle azioni crittografiche, vale la pena dare un’occhiata al rapporto prezzo-utili (P/E). Questo è calcolato dividendo il prezzo di mercato per l’utile per azione. Questa metrica aiuta a determinare se un’azienda ha attualmente un valore basso o alto. In generale, un rapporto P/E di 20 o più è considerato sopravvalutato, mentre un’azione è considerata inferiore a quella a un prezzo basso. Tuttavia, se il rapporto P/E è negativo, significa che l’azienda è classificata in rosso. Se ora guardi a molti titoli di criptovalute, diventa subito chiaro che il rapporto P/E non sta parlando di una voce qui. Ciò si traduce in un rapporto P/E negativo per Marathon Digital e Bakkt. Solo le azioni Coinbase hanno un rapporto P/E positivo di 4,53 (al 14 giugno 2022).

Attenzione alle scorte minerarie

Uno sguardo a vari titoli di criptovaluta rivela anche che i titoli minerari sono sotto pressione soprattutto nell’attuale contesto di alti prezzi dell’energia, alta inflazione e alti tassi di interesse. Dopotutto, rischiano che l’estrazione di bitcoin ad alta intensità energetica diventi non redditizia nel contesto dell’aumento dei prezzi dell’elettricità. Per questo molte compagnie minerarie si sono viste costrette a chiudere i battenti negli ultimi mesi delle loro partecipazioni in BTCper coprire i suoi costi operativi. Queste società soffrono anche del fatto che non hanno potere di determinazione dei prezzi e fanno affidamento solo sui prezzi delle criptovalute. Quindi non puoi addebitare ai clienti costi più elevati.

READ  Un ibrido leggermente diverso: Renault Scenic è dotato di riserve di idrogeno

Questo dovrebbe essere tenuto presente anche dagli investitori che non investono direttamente in azioni di criptovaluta o criptovalute ma si affidano invece agli ETF Bitcoin. Perché spesso sono costituiti in gran parte da società di mining di Bitcoin, come BTC-ECHO. Questa potrebbe essere un’opportunità se l’umore del mercato cambia e le cose ricominciano a riprendersi. Dal momento che nessuno sa quando ciò accadrà, c’è anche il rischio che il minatore non sarà in grado di resistere fino ad allora e fallirà prima di allora.

Fai attenzione quando entri

Secondo BTC-ECHO, chiunque stia giocando con l’idea di utilizzare i prezzi attualmente bassi per rientrare nelle azioni di criptovaluta dovrebbe prima andare avanti con piccoli passi, ovvero espandere l’investimento in tranche. Tuttavia, va sempre tenuto presente che il sentimento nel mercato delle criptovalute dipende maggiormente dalla psicologia del mercato. Ciò significa che quando le cose vanno in discesa, il panic selling avviene più rapidamente, ma d’altra parte può anche aumentare in modo sproporzionato se l’umore diventa positivo. Alla fine, ogni investitore deve decidere da solo se è possibile presumere che gli attuali fattori negativi siano già sufficientemente prezzati nei prezzi. In ogni caso sono necessari nervi saldi.

redazione finanzen.net

Questo testo è solo a scopo informativo e non costituisce una raccomandazione di investimento. finanzen.net GmbH esclude qualsiasi pretesa di regresso.

Fonti immagine: Primakov/Shutterstock.com, Burdun Iliya/Shutterstock.com