Febbraio 25, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Pokimane pone fine all'”era”: termina lo streamer da record Twitch

Pokimane pone fine all'”era”: termina lo streamer da record Twitch

Pokimane pone fine all'”era”
Lo streamer da record lascia Twitch

Ascolta il materiale

Questa versione audio è stata creata artificialmente. Maggiori informazioni | Invia la tua opinione

Per più di dieci anni, Pokimane si è ripresa mentre giocava ai videogiochi. Milioni di persone lo guardano su Twitch. Ma ora, l'emittente di maggior successo al mondo sta voltando le spalle alla piattaforma, lasciando i suoi fan a grattarsi la testa.

Pokimane, la streamer di maggior successo al mondo, ha annunciato il suo addio alla piattaforma di streaming Twitch. “La fine di un'era”, si è detta martedì la 27enne in merito alla sua decisione di lasciare Twitch nonostante i suoi 9,3 milioni di abbonati in tutto il mondo. La streamer franco-canadese ha pubblicato una foto dal suo canale Twitch per accompagnare il suo messaggio su X e Instagram.

Pokimane, il cui vero nome è Imane Anys, è una delle grandi star della piattaforma di streaming di videogiochi di Amazon. Lì ho trasmesso come ho giocato a “League of Legends” e “Fortnite” per più di dieci anni. Pokimane inizialmente non ha fatto sapere a molti dei suoi fan se sarebbe passato a un'altra piattaforma di streaming o si sarebbe preso una pausa.

Negli ultimi anni molte star sono passate dalla piattaforma di live streaming di Amazon Twitch a concorrenti come YouTube Live di Google Group o la nuova piattaforma Kick. Questo fornitore, lanciato nel 2022, promette agli streamer più libertà e una quota di entrate più elevata.

Uscita per rischio di burnout

Altri streamer hanno concluso la loro carriera negli ultimi mesi, come lo streamer americano Matthew Patrick, che ha 18,9 milioni di abbonati YouTube, o il britannico Tom Scott con 6,4 milioni di abbonati YouTube. Hanno giustificato la loro partenza, tra l'altro, con il rischio di soffrire di burnout.

La partenza di Pokimane rappresenta un altro duro colpo per Twitch. All’inizio di gennaio, Twitch ha annunciato il licenziamento di 500 dipendenti nell’ambito di un importante programma di riduzione dei posti di lavoro presso la società madre Amazon. Secondo i media ciò corrisponde a circa un terzo della forza lavoro di Twitch. Twitch ha inviato un messaggio a Pokimane informandolo che ha un “posto permanente” sulla piattaforma.