Giugno 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Perché Sainz ha più problemi di Leclerc

11:52

Binotto: Sainz ha ancora bisogno di tempo

A Barcellona c’è stata un’altra partenza per lo spagnolo. Carlos ha più problemi [als Leclerc]”, ammette il caposquadra Mattia Binotto, il quale conferma anche che Sainz in fondo non sta passando una brutta stagione.

“Charles finora ha fatto un’ottima stagione. Può guidare con un equilibrio molto forte, cosa che Carlos probabilmente non può fare in questo momento”, rivela il capo della squadra e spiega: “Quindi Carlos ha bisogno di più esperienza”.

Pensa che Sainz migliorerà in F1-75 più giri farà. Deve “adattarsi” e sta attualmente cercando di “imparare uno stile di guida diverso”, riferisce Binotto. E questo richiede solo tempo.

È convinto: “Ci vorrà del tempo, ma funzionerà”.

14:04

Per la prima volta dal 2013…

…a proposito, la Red Bull ha ottenuto ancora una volta due doppie vittorie in una stagione! A quel tempo, Sebastian Vettel e Mark Webber vinsero insieme quattro volte, poi c’era solo un’altra doppia vittoria fino a Imola di quest’anno.

A proposito: nel 2009 e nel 2010 i Bulls hanno anche strappato quattro doppie vittorie ciascuno. Non ce n’era di più in un anno. Statistiche più interessanti possono essere trovate nel nostro ampio database!


13:47

Sainz spiega così il suo fuso

“L’auto è stata sul filo del rasoio per me all’ingresso dell’angolo per tutto il fine settimana”, ha riferito lo spagnolo, spiegando che sulla scena sono stati aggiunti anche “aria inquinata” e una raffica di vento.

“[Dadurch] Ho perso il controllo della culatta e della trama. Sono cose che capitano. Impari da lui e vai avanti,” fa spallucce, ma non è stato il suo primo errore quest’anno.

In Australia sono caduto in gara e ad Imola in qualifica. A Miami ha avuto un incidente in allenamento e ora a Barcellona ha commesso un altro errore in gara. Quindi il quarto della serie. Non una buona tariffa…


13:29

Ti auguro il meglio!

Congratulazioni a Rubens Barrichello, che oggi compie 50 anni. Con un totale di 11 vittorie nei Gran Premi e il Campionato del Mondo per i secondi classificati, il brasiliano è uno dei piloti di Formula 1 di maggior successo ad aver mai vinto un titolo mondiale.

Almeno non come pilota, perché insieme a Michael Schumacher ha contribuito a plasmare l’era di maggior successo della Scuderia tra il 2000 e il 2005!


Galleria fotografica: La carriera di Rubens Barrichello


13:08

Gasly annuncia: Metti tutto nei playoff!

Questo ha perfettamente senso a Monaco. “Dobbiamo solo mettere tutto quello che abbiamo nelle qualifiche – spiega Gasly – Poi non importa se in gara sono cinque o sei decimi più lento”.

Perché, come sai, non puoi bypassarlo comunque. Attualmente, AlphaTauri è “tra i primi dieci o appena dietro”, spiega Gasly. Per questo sabato tutto scommetterà a Monaco.

Ha funzionato bene l’anno scorso: Gasly è partito dal sesto posto a Monaco e ha anche concluso in questa posizione.


12:51

note qui!

È uno dei momenti salienti di ogni lunedì: le valutazioni dei piloti degli editori sono qui! Questa volta, alcuni piloti hanno avuto un’accesa discussione durante la nostra conferenza di valutazione interna. Alla fine ci ha dato due volte il punteggio più alto.

Scorri ora la nostra galleria! Successivamente, come di consueto, segue la grande valutazione finale.



12:13

Monaco: Per la prima volta ho le tre miscele più morbide

Ovviamente non vediamo l’ora anche del GP di Monaco questo fine settimana. Non abbiamo molto tempo questa volta! E per la prima volta quest’anno verranno utilizzate le tre mescole più morbide, da C3 a C5.

Abbiamo già visto la C5 di Pirelli a Melbourne, ma lì in combinazione con la miscela C2 e C3. Inoltre, non ha giocato quasi nessun ruolo nella gara. Dovrebbe essere molto diverso a Monaco.

Il GP del Principato è tradizionalmente considerato una corsa a una sosta perché è quasi impossibile sorpassare in pista. Quindi sarà una gara molto diversa da quella di Barcellona!




10:54

Mercedes: La fede è tornata!

“La migliore notizia per noi è la velocità migliorata che abbiamo visto questo fine settimana”, ha detto Andrew Shovlin dopo Barcellona.

“Ora vediamo una via d’uscita a questo problema e torniamo a una posizione in cui possiamo lottare per il nostro punto di partenza e la vittoria”, ha detto con sicurezza.

“Siamo determinati a prendere parte alla lotta per il campionato del mondo e [das Rennen in Barcelona] Ci ha dato la convinzione che avremmo potuto fare proprio questo”, ha detto Shovlin.


10:34

Perché Mercedes non ha fermato l’auto?

Hamilton ha voluto arrendersi dopo i primi contatti con Magnussen ieri. Toto Wolff mostra la sua comprensione in “Sky” e spiega: “Se perdi una gara, ti chiedi sempre che senso ha continuare a guidare ora”.

“Ma prima, ci sono chilometri preziosi, e in secondo luogo, non ci arrendiamo mai. Sono contento che non abbiamo portato la macchina fuori gara. Perché quello è stato il momento più prezioso per confrontare le due vetture e le impostazioni” spiega Wolff.

A parte il fatto che Hamilton è arrivato quinto e quindi ha segnato punti preziosi in campionato!


10:15

Le auto nuove sono troppo deboli?

Tre fallimenti ciascuno in sei gare in questa stagione per Red Bull e Ferrari. Ieri Leclerc ha avuto un problema al motore. E la gara con il problema del DRS non è andata bene nemmeno con Verstappen.

Le nuove auto della generazione 2022 sono troppo deboli? “Non dovrebbe avere nulla a che fare con l’auto”, riflette Verstappen, spiegando: “I motori ed è tutto più o meno la stessa cosa. [wie im vergangenen Jahr]. “

“È un po’ strano”, si chiede il campione del mondo, spiegando: “Ci siamo già ritirati due volte, mentre prima siamo sempre stati molto bravi in ​​termini di affidabilità”. In Bahrain è stato addirittura un doppio fallimento per la Red Bull.

La linea di fondo è che non ci sono “grandi problemi” ma piuttosto piccole cose. “Certo che non so come funziona la Ferrari. […] Ma non credo sia con quello [neuen] L’auto è collegata”, afferma Verstappen.


09:57

La Formula 1 vuole raggruppare le gare per regione

In questo, la Formula 1 ha volato da Imola a Miami e di nuovo a Barcellona in Europa, tra gli altri. La sequenza Baku-Canada-Silverstone sembra essere altrettanto “ragionevole”. Tutti non sono particolarmente sostenibili.

Ma questo deve cambiare in futuro! La Formula 1 prevede di raggruppare più gare per regione a partire dal 2023 per migliorarne la sostenibilità. Sarà anche più conveniente per le squadre.

Tutte le informazioni sono qui!


9:40

Albon: Danno sottoscocca

Ovviamente vogliamo risolvere anche questo. Già ieri Albon sospettava che la sua auto fosse stata danneggiata a causa di un deterioramento inusuale dei suoi pneumatici. Quindi è finalmente finita, troppo tardi.

Ora è stato rivelato che la Williams ha subito danni alla parte inferiore del corpo all’inizio della gara. Questo spiega le sue scarse prestazioni. Tuttavia, non sappiamo da dove provenga il danno.


9:22

Horner ha in palio una Mercedes

Torniamo al nostro grande argomento di questa mattina. “Hanno sicuramente fatto un passo avanti, ma li abbiamo comunque battuti di molti secondi”, afferma Christian Horner della Mercedes.

Ricorda anche: “Entrambe le vetture sono riuscite a superare l’ammiraglia Mercedes”. “Ho detto per tutta la stagione che è solo questione di tempo prima che vadano a… [WM-]combatte”, afferma Horner.

E a Barcellona, ​​​​Mercedes ha fatto un “grande passo” in avanti. Ma niente di più (ancora).


READ  Nations League: dove andrà in tv sabato la partita Ungheria-Germania? - calcio