Maggio 22, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“Pagheremo il prezzo”: gli Stati Uniti avvertono la Corea del Nord di non consegnare armi a Putin

“Pagheremo il prezzo”: gli Stati Uniti avvertono la Corea del Nord di non consegnare armi a Putin

“pagherà il prezzo”
Gli Stati Uniti avvertono la Corea del Nord di non consegnare armi a Putin

Ascolta l’articolo

Questa versione audio è stata creata artificialmente. Maggiori informazioni | Invia il tuo commento

Secondo gli Stati Uniti, il dittatore nordcoreano Kim Jong Un si recherà presto in Russia per incontrare Vladimir Putin. Entrambi i paesi potrebbero negoziare un accordo sulle armi. Washington minaccia Pyongyang di conseguenze se lo farà.

Gli Stati Uniti hanno messo in guardia la Corea del Nord dalla vendita di armi alla Russia. Il consigliere americano per la sicurezza nazionale Jake Sullivan ha dichiarato a Washington che se Pyongyang sostiene la guerra di Mosca contro l’Ucraina con accordi sugli armamenti, “la Corea del Nord non rifletterà bene e ne pagherà il prezzo nella comunità internazionale”.

Secondo le informazioni statunitensi, il sovrano nordcoreano Kim Jong Un prevede di tenere un incontro con il presidente del Cremlino Vladimir Putin in Russia per negoziare la consegna di armi a Mosca. Il portavoce di Putin, Dmitry Peskov, ha detto di non poter confermare alcun piano. Secondo il New York Times, Kim vorrebbe incontrare Putin a Vladivostok a settembre. Dal 10 al 13 settembre vi si terrà un forum economico. Secondo il rapporto, Kim potrebbe viaggiare su un treno blindato fino alla città portuale dell’estremo oriente della Russia, non molto lontana dalla Corea del Nord. Kim e Putin si sono incontrati a Vladivostok nel 2019.

Secondo il New York Times, Putin vuole artiglieria e missili anticarro dalla Corea del Nord. Kim è interessato alla moderna tecnologia dei satelliti e dei sottomarini a propulsione nucleare, nonché agli aiuti alimentari per la popolazione. Secondo il corrispondente di NTV Rainer Munz ci sono molti segnali di una carenza di munizioni russe.

Mosca e Pyongyang hanno annunciato a metà agosto che avrebbero ampliato la loro cooperazione e collaborato più strettamente nel campo della difesa, tra le altre cose. La Russia è uno dei pochi paesi che mantiene i contatti con la Corea del Nord. La Corea del Nord ha sostenuto fin dall’inizio la guerra di aggressione della Russia contro l’Ucraina.