Novembre 28, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Oklahoma: Esecuzione interrotta all’ultimo minuto

Stato: 18/11/2021 20:54

L’esecuzione di un uomo di 41 anni in Oklahoma si è interrotta poche ore prima della sua esecuzione programmata. Il governatore dello stato ha a lungo rifiutato, anche se ci sono dubbi sulla colpevolezza dell’ex detenuto nel braccio della morte.

Una controversa esecuzione pianificata nello stato americano dell’Oklahoma è stata interrotta all’ultimo minuto. Il governatore conservatore Kevin Stitt ha trasformato la condanna a morte contro l’afroamericano Julius Jones in ergastolo. Tuttavia, Stitt ha dichiarato che Jones non ha alcuna prospettiva di rilascio anticipato.

La decisione è stata presa circa quattro ore prima dell’esecuzione programmata nella prigione di massima sicurezza McAllister, secondo i media locali. Milioni di persone, comprese celebrità come la star dei reality TV Kim Kardashian, hanno lanciato una campagna online per il condannato a morte, la cui colpevolezza era molto sospetta.

Jones ha sempre protestato la sua innocenza

Secondo la condanna a morte, il 41enne Jones ha sparato e ucciso l’uomo d’affari bianco Paul Howell in un furto con scasso nel 1999. Un presunto complice ha testimoniato come testimone chiave contro Jones. È stato condannato al carcere.

Jones ha sempre negato il crimine, dicendo che il vero colpevole lo ha attirato in una trappola. Lui stesso era a casa con i suoi genitori la notte dell’omicidio. Jones si è anche lamentato della debole difesa dei suoi primi avvocati e della discriminazione nei loro confronti durante il processo.

Il caso ha attirato l’attenzione nazionale negli Stati Uniti

Un documentario televisivo in seguito si è occupato di errori procedurali nel caso, che hanno causato un tumulto nazionale negli Stati Uniti. La Justice for Julius Association ha raccolto più di sei milioni di firme per Jones.

READ  Malala Yousafzai: La vittima talebana più coraggiosa si è sposata! "Giornata preziosa" - Persone

L’Oklahoma Mercy Committee ufficiale aveva raccomandato al governatore di commutare la condanna a morte di Jones in ergastolo. Il capo della commissione ha affermato di sostenere la pena di morte in linea di principio, ma nutre dubbi sulla condanna del condannato in questo caso.

Nei giorni precedenti l’esecuzione prevista, clero e familiari hanno protestato fuori dalla residenza ufficiale dello Stato. I sopravvissuti alla vittima dell’omicidio hanno dichiarato in interviste televisive di essere pienamente convinti del crimine di Jones.

I sostenitori di Julius Jones rispondono alla decisione del governatore Kevin State.

Costruzione: AP

Problemi con l’uso di siringhe letali

L’esecuzione programmata è stata anche controversa perché doveva essere eseguita tramite iniezione letale e c’erano sempre seri problemi in Oklahoma. L’uso del midazolam sedativo nell’iniezione letale è stato identificato come possibile agente. Di conseguenza, nel 2015 le esecuzioni sono state sospese nel paese conservatore.

Le esecuzioni sono riprese alla fine di ottobre 2021. Quando John Grant è stato condannato a morte il 28 ottobre, ha vomitato e ha sofferto di convulsioni, secondo i giornalisti presenti. Ma le autorità carcerarie hanno affermato che l’esecuzione è avvenuta senza “complicazioni”.