Maggio 24, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Notizie Ucraina ++ Esperti di difesa svedesi: possibile attacco russo ++

Notizie Ucraina ++ Esperti di difesa svedesi: possibile attacco russo ++

DottLa commissione per la difesa del parlamento svedese non esclude un attacco russo al Paese. Lo riferisce l’emittente svedese SVT, citando un rapporto della commissione. Di conseguenza, gli esperti della difesa sono giunti alla conclusione che sebbene le forze armate russe siano limitate in Ucraina, sono ancora possibili altre forme di attacchi militari. “La Russia ha abbassato la soglia per l’uso della forza militare e ha dimostrato alti livelli di rischio politico e militare”, ha detto l’emittente in un rapporto che verrà pubblicato lunedì.

D’altra parte, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha sottolineato che la Russia deve preparare i suoi cittadini alla perdita dei territori occupati. Nel video che ha distribuito a Kiev domenica sera, Zelensky ha affermato che la Russia non solo ha distrutto il proprio futuro con la guerra per l’accaparramento delle terre, ma perderà anche tutti i territori occupati. “Non c’è e non ci sarà un’alternativa ai nostri passi per porre fine all’occupazione”, ha detto.

Nel suo video, Zelensky ha anche preso in giro Putin, che venerdì a San Pietroburgo ha affermato che le forze russe a Kiev avevano già distrutto cinque sistemi antiaerei Patriot statunitensi. Secondo i media americani, in Ucraina ci sono solo due sistemi. Il leader ucraino ha affermato che tutti i sistemi sono in ordine. Ha sottolineato che “non è stato distrutto un solo patriota!” Solo negli ultimi sette giorni sono stati distrutti trenta missili russi.

Qui è dove troverai i contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati come fornitori di terze parti richiedono tale consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati Dati personali in altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e la Privacy Policy in fondo alla pagina.

Sviluppi attuali nel nastro di trasmissione in diretta:

11:46 – Steinmeier invita la Cina ad agire contro la Russia

Il primo ministro cinese Li Qiang è in visita a Berlino da diversi giorni. È stato accolto in mattinata dal presidente federale Frank-Walter Steinmeier al Bellevue Palace. Secondo una portavoce, Steinmeier ha invitato la Cina a “usare il suo peso politico globale e la sua influenza sulla Russia per lavorare verso una pace giusta” nella guerra in Ucraina. Un altro argomento di discussione è stato il rapporto della Cina con gli Stati Uniti.

Leggi anche

11:41 – Gli orsi bruni dall’Ucraina sono arrivati ​​nel Meclemburgo-Pomerania Anteriore

Due orsi bruni dall’Ucraina sono arrivati ​​nel fine settimana allo Stuer Bear Sanctuary nel distretto dei laghi del Meclemburgo. Gli animali hanno percorso 1.000 chilometri in macchina, ha detto una portavoce di Forest Bear.

La Four Paws Foundation ha portato le femmine, ogni 18 anni, da un simile santuario degli orsi gestito dalla Fondazione vicino alla città ucraina di Lviv. Fino al 2019, gli animali vivevano sul sito di un hotel dove venivano tenuti in gabbie anguste per attirare i turisti.

08:54 – L’Ucraina ha segnalato il ritrovamento di un villaggio

Secondo il governo, l’esercito ucraino ha ripreso un altro villaggio dalle forze russe. Il vice ministro della Difesa Hanna Malgar riferisce che il villaggio di Pjatychatky nel sud del Paese è tornato nelle mani degli ucraini. Dall’inizio della controffensiva ucraina questo mese, un totale di otto insediamenti sono stati “liberati” e sono stati riconquistati 113 chilometri quadrati di territorio.

DWO_AP_Ucraina_190623

Fonte: Infografica Mondo

08:00 – Regno Unito: la Russia muove le sue forze dopo il crollo della diga

Secondo il Ministero della Difesa britannico, la Russia potrebbe aver iniziato a ridistribuire i suoi soldati negli ultimi 10 giorni. Il ministero ha affermato che parti delle truppe sono state ritirate dalla sponda orientale del fiume Dnipro per rafforzare i settori Zaporizhia e Bakhmut. Ciò presumibilmente riflette la valutazione della Russia secondo cui una grande offensiva ucraina attraverso il fiume Dnipro è ora meno probabile dopo la distruzione della diga di Kakhovka e le conseguenti inondazioni.

07:35 – Il governatore di Belgorod ha riferito di bombardamenti ucraini

Secondo il suo governatore, la regione russa di Belgorod è stata nuovamente colpita dal fuoco ucraino durante la notte. Ha colpito l’area intorno alla città di confine di Walwicki. Vyacheslav Gladkov ha detto che sette civili sono rimasti feriti, tra cui un bambino. Cinque edifici a più piani e quattro abitazioni sono stati danneggiati. Anche Roman Starovojt, governatore della regione russa di Kursk, che confina con l’Ucraina, ha riferito di attacchi ucraini. Due villaggi sono stati bombardati. Secondo le prime informazioni non ci sarebbero vittime.

Leggi anche

Simboli Z ovunque.  Tuttavia, ci sono critiche

1:32 – Ucraina: 40 miliardi di dollari per il “Piano Marshall verde”

Secondo il governo, l’Ucraina vuole raccogliere circa 40 miliardi di dollari per la prima fase del “Piano Marshall verde” per la ricostruzione. “Se è necessario ricostruire qualcosa, ha senso ricostruirlo in modo rispettoso dell’ambiente e in linea con le nuove tecnologie… La nostra visione è quella di costruire un’industria siderurgica verde da 50 milioni di tonnellate in Ucraina”, ha dichiarato il vice capo di l’ufficio del presidente Volodymyr. Zelenskij Rostislav Shurma.

In questo modo il Paese può diventare il fornitore di acciaio verde più economico al mondo e sostenere gli sforzi europei verso la decarbonizzazione. I lavori preparatori dovrebbero durare tra un anno e mezzo, anche se “realisticamente, la costruzione vera e propria non inizierà fino alla fine della guerra”. La Banca Mondiale stima che la ricostruzione dell’Ucraina costerà circa 411 miliardi di dollari, tre volte il PIL del paese.

12:11 – Le Nazioni Unite accusano la Russia di ostacolare gli aiuti alle vittime della distruzione della diga

Le Nazioni Unite hanno accusato la Russia di continuare a bloccare le spedizioni di aiuti umanitari nelle aree sotto il controllo di Mosca colpite dalla distruzione della diga di Kakhovka. “Il governo della Federazione Russa ha finora rifiutato la nostra richiesta di accesso alle aree sotto il suo temporaneo controllo militare”, ha affermato in una nota la coordinatrice umanitaria delle Nazioni Unite per l’Ucraina, Denise Brown.

La diga di Kakhovka sul fiume Dnipro in territorio parzialmente occupato dai russi è stata distrutta il 6 giugno. Enormi quantità di acqua sono fuoriuscite e hanno inondato vaste aree controllate da Russia e Ucraina. Migliaia di persone dovevano essere portate in salvo. Allo stesso tempo, sono cresciuti i timori di una catastrofe umanitaria e ambientale.

Leggi anche

Conseguenze della distruzione della diga

19:35 – Ammiraglio: moderazione nel valutare l’attacco dell’Ucraina

Il capo dell’Ucraina Situation Center del ministero della Difesa, il generale di brigata Christian Freuding, ha esortato alla moderazione nel valutare l’attacco dell’Ucraina alla Russia. “Dobbiamo stare un po’ attenti a non vantarci di giudicare le tattiche ucraine dal balcone della Berlino estiva”, ha detto Freuding in “Report from Berlin” di ARD. Gli ucraini hanno pagato un prezzo pesante in questa guerra per più di 400 giorni. “E penso che non abbiamo né un punto di vista né il diritto di giudicare le azioni delle forze ucraine in base al fatto che siano buone o cattive, appropriate o inappropriate”.

Puoi ascoltare il podcast di WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati come fornitori di terze parti richiedono tale consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati Dati personali in altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e la Privacy Policy in fondo alla pagina.

“Kick-off” è il podcast di notizie quotidiane di WELT. Argomento principale analizzato dagli editori WELT e le date di oggi. Iscriviti al podcast su SpotifyE Podcast AppleE Musica AmazonE GooglePodcast o direttamente tramite RSS Feed.