Maggio 19, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Notizie dall’Ucraina: ++ Attacco di droni russi al porto ucraino di Odessa ++

Notizie dall’Ucraina: ++ Attacco di droni russi al porto ucraino di Odessa ++

SSecondo informazioni ucraine, i droni statunitensi hanno attaccato martedì notte la città ucraina strategicamente importante di Odessa, sul Mar Nero. “Il nemico ha appena attaccato Odessa e la regione di Odessa con droni d’attacco”, hanno detto martedì mattina le autorità locali sul sito web di Facebook.

Secondo l’esercito ucraino, inizialmente nessuno è stato ucciso. Tuttavia, uno dei droni di fabbricazione iraniana si è schiantato contro un edificio aziendale. È scoppiato un incendio ma da allora è stato domato. In totale, la Russia ha lanciato durante la notte 17 droni. 14 difese aeree furono distrutte, 13 delle quali erano sopra la regione di Odessa. Nel frattempo, le forze di difesa aerea hanno avvertito della possibilità di una seconda ondata di attacchi.

La città portuale sul Mar Nero era una destinazione turistica popolare sia per i russi che per gli ucraini fino all’inizio della guerra di aggressione russa in Ucraina. Dall’inizio dell’invasione russa, Odessa è stata ripetutamente bombardata da Mosca. A gennaio, le Nazioni Unite hanno dichiarato il centro storico della città Patrimonio dell’Umanità in Pericolo e l’hanno inserito nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.

Qui è dove troverai i contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati come fornitori di terze parti richiedono tale consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati Dati personali in altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e la Privacy Policy in fondo alla pagina.

Tutti gli sviluppi nel live streaming:

08:26 – Il portavoce della Duma di Stato russa accusa l’Occidente di sostenere la formazione di uno “Stato terrorista”.

Il portavoce del parlamento russo Vyacheslav Volodin ha accusato i leader occidentali di sostenere l’Ucraina e di avere le mani sporche di sangue. L’aiuto del presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha portato alla formazione di uno “stato terrorista”.

Il capo della Duma Volodin ha spiegato nel servizio di messaggi brevi Telegram che l’omicidio di un importante blogger militare Vladlen Tatarsky a San Pietroburgo nel fine settimana è stato un “atto terroristico” commesso dalla leadership di Kiev. Spiega che “l’appoggio di Washington e Bruxelles al governo di Kiev ha portato alla creazione di uno Stato terrorista al centro dell’Europa”. “Il sangue dei morti e dei feriti è nelle mani di (il presidente degli Stati Uniti Joe) Biden, (il presidente francese Emmanuel) Macron, (il cancelliere Olaf) Schultz e altri leader che sostengono il regime di Zelensky”.

05:00 – La Finlandia aderisce alla NATO

Oggi la Finlandia è diventata ufficialmente il 31° membro della NATO. Nel pomeriggio è prevista una cerimonia davanti al quartier generale della NATO a Bruxelles per celebrare l’adesione del paese. Oltre al presidente finlandese Sauli Niinisto, è prevista la partecipazione anche del ministro degli Esteri tedesco Annalina Baerbock e dei suoi 29 colleghi di altri attuali Stati membri.

2:15 – Yellen: decisione dell’OPEC+ di non avere un impatto materiale sul tetto del prezzo del petrolio

Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yellen non si aspetta che i tagli alla produzione dell’OPEC+ abbiano un impatto significativo sul tetto massimo di $ 60 sul prezzo del greggio russo imposto dai governi occidentali. I paesi possono riconsiderare il livello del prezzo massimo se un cambiamento è ritenuto appropriato, “ma non lo vedo appropriato a questo punto”, afferma Yellen.

Leggi anche

12:59 – Presidente del comitato di intelligence degli Stati Uniti: forte sostegno agli aiuti ucraini

Il presidente repubblicano della House Intelligence Committee ritiene che ci sarà un sostegno “schiacciante” per maggiori aiuti all’Ucraina negli Stati Uniti, nonostante l’opposizione vocale della sezione di estrema destra del suo partito. La continua esistenza o l’entità degli aiuti sarà messa in discussione da destra e da sinistra, ha affermato Michael Turner durante una breve visita di una piccola delegazione del Congresso nella capitale ucraina, Kiev.

Questo farà sicuramente parte della discussione. Turner ha affermato che la stragrande maggioranza è favorevole ad aiutare l’Ucraina “in modo che possano continuare la loro lotta contro questa aggressione russa”.

C’è stata una recente opposizione a questa posizione da parte del governatore repubblicano della Florida Ron DeSantis, un sospetto rivale dell’ex presidente Donald Trump nella sua candidatura presidenziale del 2024. Ha osservato che difendere l’Ucraina in una “disputa territoriale” con la Russia non è una delle principali priorità della sicurezza nazionale degli Stati Uniti . Dopo che il suo partito ha criticato quelle parole, DeSantis ha fatto marcia indietro.

00:18 – Lavrov: la Russia può adottare misure severe contro “l’Europa ostile”

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha accusato l’Unione europea di essere anti-russa. L’UE ha “perso” la Russia. Lavrov ha detto in un’intervista al quotidiano statale Argumenty i Fatky (AIF). “Sono gli stati membri dell’Unione Europea e i leader dell’Unione Europea che dichiarano apertamente che è necessario infliggere quella che chiamano una sconfitta strategica alla Russia”.

La Russia ha deciso come trattare con l’Europa perché fornisce armi e addestratori al “regime criminale” di Kiev. “In risposta a mosse ostili, se necessario, prenderemo misure severe sulla base degli interessi nazionali della Russia e dei principi di reciprocità accettati nella pratica diplomatica”.

Leggi anche

3 APRILE 2023, AMBURGO: Peter Schincher (M, SPD), primo sindaco e presidente del Senato della Città libera e anseatica di Amburgo, dopo un discorso di Vitali Klitschko (R), sindaco della capitale ucraina Kiev ed ex mondo campione di boxe, durante una conferenza stampa presso il municipio campione del mondo, insieme a suo fratello Wladimir Klitschko.  Klitschko e Chincher hanno parlato dell'attuale situazione a Kiev e in Ucraina e della loro ulteriore cooperazione sul Patto di solidarietà e sul futuro.  Nell'aprile 2022, i due politici hanno deciso di stringere una partnership strategica tra le loro città per sostenersi a vicenda in tempi di crisi.  Foto: Marcus Brandt / dpa +++ dpa picture radio +++

00:01 – Barbock ha chiesto alla Russia di fermare le mine in Ucraina

Il ministro degli Esteri Analina Berbock (Partito dei Verdi) ha invitato la Russia a smettere di estrarre terreni agricoli in Ucraina. Non solo le mine provocano molte vittime civili, ha affermato Berbock, secondo una dichiarazione del ministero degli Esteri tedesco a Berlino, ma impediscono anche a molti agricoltori di arare i loro campi e portare il raccolto. “In questo modo, la Russia riduce l’approvvigionamento alimentare sul mercato mondiale e quindi aumenta la fame nel mondo”.

Burbock ha parlato martedì alla Giornata internazionale di sensibilizzazione sulle mine. “Le mine antiuomo sono armi crudeli. Sono la ragione per cui i genitori in paesi come la Bosnia-Erzegovina, la Cambogia e l’Iraq, dopo decenni di conflitto, temono ancora per i propri figli ogni volta che escono a giocare”.

Secondo la Campagna internazionale per la messa al bando delle mine terrestri (ICBL) lo scorso autunno, la Russia ha utilizzato almeno sette diversi tipi di mine antiuomo vietate a livello internazionale in Ucraina. Le mine terrestri hanno spesso solo le dimensioni del palmo della mano e possono essere diffuse su vaste aree di terra o dall’aria con missili. Giacciono a terra ed esplodono quando qualcuno si avvicina o li calpesta. La maggior parte delle vittime sono civili.

Nel 1999 è entrata in vigore la cosiddetta Convenzione di Ottawa, dedicata alla lotta contro le mine terrestri. Il trattato internazionale vieta l’uso, la produzione, lo stoccaggio e il trasferimento di mine antiuomo. Tuttavia, paesi importanti come Stati Uniti, Russia, Cina e India non hanno aderito al trattato.

Leggi anche

LASKE, POLONIA - 12 OTTOBRE: Un Raftor F22 dell'aeronautica statunitense, un jet da combattimento F 16 e un MIG 29 dell'aeronautica militare polacca partecipano a un'esercitazione militare dell'aeronautica della NATO il 12 ottobre 2022 a Lask, in Polonia.  Agenzia Stringer / Anadolu

23:27 – Zelensky parla di un viaggio difficile e della ricostruzione dell’Ucraina

Dopo un viaggio nel nord dell’Ucraina, il presidente Volodymyr Zelensky promette di ricostruire il Paese devastato dall’offensiva russa. “L’Ucraina non sarà mai una terra desolata, non importa quanto il Cremlino la sogni”, ha detto il 45enne nel suo video discorso serale quotidiano. Il presidente ucraino è stato accompagnato durante la sua visita nella regione di Chernihiv anche dal vice cancelliere tedesco Robert Habeck. Secondo Zelenskyj, l’antica città di Chernihiv dovrebbe ottenere lo status di Patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Selinsky ha anche riferito di una visita al villaggio di Jahidna, dove un anno prima gli occupanti russi avevano stipato 300 persone nel seminterrato di una scuola che era stata trasformata in un posto di comando come “scudo vivente”. Per settimane, le persone, inclusi anziani e bambini, hanno dovuto sopportare il confinamento. “Uno dei viaggi emotivamente più difficili”, ha detto Zelensky, dichiarando ancora una volta che i responsabili dei crimini di guerra sarebbero stati puniti. “Il Cremlino non sarà in grado di venire a patti con il suo seggio nel Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, i gasdotti o qualsiasi altra cosa”, ha detto.

22:57 – NATO: la Finlandia non ha richiesto il dispiegamento di truppe sul suo territorio

Secondo l’alleanza militare, la Finlandia, da martedì nuovo membro della Nato, non ha richiesto il dispiegamento di forze Nato sul suo territorio. “Finora non c’è stata alcuna richiesta del genere”, ha detto all’AFP il capo del comitato militare della NATO, l’ammiraglio Robbauer. Ma ovviamente potrebbe esserci una tale domanda in futuro, “e quindi dobbiamo affrontarla”, ha aggiunto Bauer. Ha detto che se la NATO invierà truppe in Finlandia è “una questione che inizia con la Finlandia”.

Puoi ascoltare il podcast di WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati come fornitori di terze parti richiedono tale consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati Dati personali in altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e la Privacy Policy in fondo alla pagina.

“Kick-off” è il podcast di notizie quotidiane di WELT. Argomento principale analizzato dagli editori WELT e le date di oggi. Iscriviti al podcast su SpotifyE Podcast AppleE Musica AmazonE GooglePodcast o direttamente tramite RSS Feed.