Dicembre 6, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Nonostante la vaccinazione: in 3 casi devi ancora fare il test Covid

Vaccinazione contro Corona Non solo fornisce protezione dal corso estremo, ma anche libertà che le persone non vaccinate non hanno. Le persone vaccinate non devono presentare un risultato negativo del test per andare in un ristorante, un evento o un parrucchiere: è sufficiente mostrare la prova della vaccinazione secondo le normative 2G o 3G. Un pezzo di libertà non viene dato a chi non è stato ancora vaccinato.

Tuttavia, anche le persone che sono state vaccinate possono infettarsi e trasmettere il virus, anche se i rischi sono notevolmente ridotti. Il Robert Koch Institute (RKI) afferma: “In generale, il rischio di trasmissione del virus è significativamente ridotto. Tuttavia, si deve presumere che alcune persone si infettano con la PCR dopo il contatto con Sars-CoV-2 nonostante siano state vaccinate. con esso pure. virus infettivi”.

La vaccinazione non può escludere completamente l’infezione o la trasmissione ad altri

Fino a che punto ciò avvenga non è ancora chiaro, secondo l’RKI. Tuttavia: il numero di mutazioni vaccinali registrate continua ad aumentare con il numero di vaccinazioni. Da febbraio, l’RKI ha registrato più di 95.000 casi in cui i sintomi si sono sviluppati nonostante la vaccinazione. Più di 55 milioni di tedeschi sono ora completamente vaccinati.

Poiché la vaccinazione non può escludere completamente l’infezione e la trasmissione, le regole dell’AHA continuano ad applicarsi a coloro che sono stati vaccinati. Quindi devono anche indossare maschere quando necessario, stare lontano da loro e rispettare le misure igieniche.

Ma quello che molti non sanno è che le semplificazioni presentate come parte del 3G e del 2G non si applicano a loro senza eccezioni. Le persone completamente vaccinate devono presentare un test negativo in alcuni casi:

READ  Lo svapo continuo ha un effetto sulla potenza - MANN.TV

1. Quando compaiono i sintomi della corona

È sufficiente dimostrare la vaccinazione completa come titolo di accesso nell’ambito di 3G e 2G Decreto emanato dal governo federale Non viene più interrotto se qualcuno ha sintomi tipici dell’infezione da Sars-CoV-2 come

  • fiato corto
  • nuova tosse
  • Febbre
  • Perdita dell’olfatto o del gusto

2. Se compaiono sintomi non specifici

I sintomi non specifici possono anche essere un segno di infezione in coloro che sono stati completamente vaccinati, annullando così il riposo. così uno

studio È stato dimostrato dalla Gran Bretagna che l’infezione da corona appare più spesso con i seguenti sintomi nelle persone che sono state vaccinate due volte:

Le persone vaccinate che presentano uno o più sintomi dovrebbero sempre essere testate.

3. Se i sintomi compaiono dopo il contatto con una persona infetta

In linea di principio, secondo la raccomandazione dell’RKI, le persone completamente vaccinate non devono essere messe in quarantena dopo il contatto con un caso confermato di Sars-CoV-2, né i test sono obbligatori. Tuttavia, le persone vaccinate dovrebbero monitorarsi attentamente e osservare i sintomi fino a 21 giorni dopo il contatto con un caso di Sars-Cov-2. Se ciò si verifica, anche coloro che sono stati completamente vaccinati dovrebbero autoisolarsi e sottoporsi a test il prima possibile.

ATTENZIONE: se una persona in contatto con varianti del virus beta (B1.351) o gamma (p. 1) è infetta, anche le persone completamente vaccinate devono essere isolate e testate.

Se hai sintomi, resta a casa e chiama un medico

Quindi se hai sintomi che potrebbero indicare un’infezione, secondo la raccomandazione del Ministero Federale della Salute e dell’RKI, anche se sei stato vaccinato, dovresti inizialmente rimanere a casa e chiarire i tuoi dubbi al telefono con il tuo medico di famiglia nel Secondo passo.

READ  Neurofibromina: i ricercatori hanno decodificato il gene

Se si verificano sintomi, un test PCR è più appropriato di un test rapido dell’antigene. Il test rapido dell’antigene mostra spesso un risultato falso negativo, anche nelle persone con l’infezione, secondo il Ministero federale della salute. Sia il test PCR che i test rapidi dell’antigene sono essenzialmente gratuiti per le persone che mostrano sintomi, anche se sei stato vaccinato.