Giugno 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Nato 450 anni fa – Johannes Keplero

Johannes Kepler visse dal 1571 al 1630 (Image Alliance/Bildaginator Online/Sunny Celeste)

“Per me è uno degli ‘eretici’ più inventivi e inventivi, tra virgolette, gli unici innovatori scientifici là fuori, e continuavo a chiedermi perché nessuno sapesse nulla di lui.”

Quando si pensa a Johannes Kepler, il famoso astronomo tedesco, vengono in mente le “leggi di Keplero”. Descrivono le regole di base secondo le quali i pianeti si muovono intorno al sole. Con questo, Keplero ha fornito prove della nuova visione del mondo “eliocentrica” ​​di Nicolas Copernico, secondo la quale la Terra non era il centro dell’universo ma il Sole – un’idea che la maggior parte dei contemporanei non riusciva a capire all’epoca. La studiosa di lettere Beatrix Langener ha detto in un evento a Berlino nel 2011:

“Quindi non puoi semplicemente spiegare alle persone circa il 1600, solo perché la Chiesa e il Papa non vogliono che la terra giri intorno al sole, ma non puoi spiegare loro che la luna gira intorno alla terra. Quindi tutti è dichiarato pazzo chi l’ha detto!”

Connettiti a una visione eliocentrica del mondo mentre studi

Anche Keplero, nato a Weil der Stadt il 27 dicembre 1571, fu cauto nell’avvicinarsi alla nuova visione del mondo. Ha sentito parlare per la prima volta di Copernico mentre studiava teologia a Tubinga, dove l’astronomo Michael Mastlin, uno dei suoi professori, era un sostenitore di una visione “eliocentrica” ​​del mondo. Nel 1596 Keplero pubblicò il suo primo libricino in cui tentava di conciliare le ipotesi di Copernico con l’idea della creazione divina.

Nel 1600 divenne assistente del famoso astronomo Tycho Brahe, che possedeva uno dei più grandi insiemi di dati osservativi astronomici. Dopo la morte di Brahe, Keplero gli succedette come matematico alla corte imperiale di Praga. Oltre ai suoi doveri quotidiani, Keplero si immerse in un’infinità di operazioni aritmetiche per rendersi finalmente conto che i pianeti non si muovevano in un percorso circolare, ma in una forma ellittica attorno al Sole – sembra che il Sole fosse una specie di gentilezza. Da un “centro di potere” per loro “servì. Con questo, Keplero capovolse la vecchia visione “terra-centrica” ​​del mondo dai suoi cardini. Tuttavia, rimase fedele alla sua fede nell’ordine mondiale guidato da Dio.

READ  t3n - Pionieri digitali | La rivista per il business digitale
Industria della stampa: Johannes Kepler con l'imperatore Rodolfo II.

Johannes Kepler Mitt Kaiser Rodolfo II. (Photo Alliance/Mary Evans Photo Library)

“È stato detto che Keplero aveva la stessa cosa di Colombo un secolo e mezzo fa. Il futurista Robert Jungk ha detto in una conferenza su Keplero e la “solitudine dei solitari” che è andato a trovare l’India e ha scoperto l’America nel processo. Chissà se fu Keplero, che gli era vicino. Tanto lontano dallo scoprire le leggi di gravitazione di Newton, non avrebbe potuto compiere quest’ultimo passo se non gli fosse stato impedito di farlo dal timore del sacrilegio. Perché non ha osato prendere la forza dell’universo che scuote il mondo dalle mani di Dio, nonostante alcuni suggerimenti nei suoi scritti, e l’ha attribuita a una forza naturale, che è la gravità”.

Keplero ha scritto anche fantascienza

Chiunque abbia messo in discussione la vecchia visione geocentrica del mondo rischia ancora di finire sul rogo. Un breve testo – grazie all’iniziativa di Beatrix Langner – ha attirato l’attenzione solo negli ultimi anni: “Somnium or The Dream of the Moon” – una storia di fantascienza fantasticamente stilizzata in cui Keplero ha lanciato il suo personaggio principale sulla luna. Le note che ha aggiunto a questo testo mostrano che era ben consapevole che la Luna gira intorno alla Terra, proprio come la Terra gira intorno al Sole. Ma questo sicuramente travolgerà i suoi contemporanei.

“Ha fatto ricorso ai mezzi dell’immaginazione, per così dire”, spiega Beatrix Langener.

Keplero, morto a Ratisbona nel 1630, fu ripetutamente coinvolto in lotte nella sua vita. Come protestante, era sotto costante pressione dalla Controriforma cattolica. A causa del vaiolo durante l’infanzia, la sua vista era gravemente limitata, con il risultato che lui, il grande astronomo, non era praticamente in grado di fare alcuna osservazione del cielo da solo.

READ  La madre organizza un pernottamento nonostante la varicella di sua figlia, descrivendola come "imperdonabile"