Maggio 20, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Nastro ucraino: la Russia impone il divieto d’ingresso a Johnson

11:50: PM Johnson è negato l’ingresso

Il ministero degli Esteri russo ha emesso un divieto di viaggio per il primo ministro britannico Boris Johnson. Il ministero di Mosca ha dichiarato che il ministro degli Esteri Liz Truss, il segretario alla Difesa Ben Wallace e altri 10 politici britannici non potevano più entrare in Russia. Presto verranno aggiunte altre persone all’elenco. Lo sfondo di questa azione sono state “le azioni ostili e senza precedenti del governo britannico, in particolare l’imposizione di sanzioni contro alti rappresentanti russi”.

11:15: la Russia conferma il bombardamento di una fabbrica di carri armati vicino a Kiev

La Russia ha confermato il rinnovato bombardamento della capitale ucraina Kiev. Il portavoce del ministero della Difesa Igor Konashenkov ha dichiarato sabato a Mosca che gli impianti di produzione di una fabbrica di carri armati a Kiev sono stati distrutti. In precedenza, il sindaco di Kiev Vitali Klitschko ha annunciato che ci sono state esplosioni nella periferia della capitale. Inizialmente non si sapeva nulla delle vittime. Secondo il ministero della Difesa russo, una fabbrica di riparazione di veicoli blindati e due depositi di missili e artiglieria sono stati distrutti nella città di Mykolaiv, nel sud dell’Ucraina. 16 obiettivi militari sono stati colpiti con armi di alta precisione, anche nell’area intorno alla città portuale di Odessa sul Mar Nero e intorno alla città ucraina centrale di Poltava. Decine di altri bersagli sono stati distrutti da altri sistemi d’arma.

10:10: Distrutta la fabbrica della difesa a Kiev

Secondo il ministero della Difesa russo, la Russia ha distrutto due produttori di armi in Ucraina. Questa è una fabbrica di veicoli blindati a Kiev e una struttura di riparazione militare a Mykolaiv.

9:45: l’Ucraina prevede una recessione economica fino al 50%.

Il governo ucraino prevede che il PIL scenderà dal 30 al 50 per cento quest’anno. Lo ha detto in tv il ministro delle finanze Serhiy Marchenko.

9.35: Francesco si difende dalle accuse di amicizia con Putin

Papa Francesco ha usato parole dure per difendersi dalle accuse di essere troppo pro-Putin alla luce dell’attacco russo all’Ucraina. In una lettera a un giornalista argentino, ha descritto le accuse nei media del paese come il risultato di “disinformazione, diffamazione, diffamazione e collusione”. Quest’ultimo è il termine tecnico per un focolaio che coinvolge le feci.

READ  New York: diverse persone sono rimaste ferite in una sparatoria in metropolitana

Il giornalista televisivo Gustavo Silvestre ha pubblicato venerdì sul suo blog un breve messaggio manoscritto del Papa, datato 7 aprile, sul suo blog. Il papa, da parte sua, ha risposto a una lettera di Silvestro; Tuttavia, il giornalista televisivo non ha pubblicato i suoi scritti.

9:25: le guardie di frontiera polacche hanno quasi 2,8 milioni di ingressi dall’Ucraina

Dall’inizio dell’attacco russo all’Ucraina, 2,78 milioni di persone sono fuggite in salvo nella vicina Polonia. Lo hanno annunciato sabato le guardie di frontiera polacche su Twitter. Il Venerdì Santo sono arrivati ​​24.400 rifugiati, un calo del 9% rispetto al giorno prima. Venerdì 25.100 persone hanno attraversato il confine con l’Ucraina. Secondo le autorità, la maggior parte di questi erano cittadini ucraini. Si recano principalmente nelle aree in cui l’esercito ucraino ha ripreso il controllo. Non ci sono informazioni ufficiali su quanti rifugiati di guerra siano rimasti in Polonia e quanti si siano recati in altri paesi dell’UE. Prima dell’invasione russa del 24 febbraio, l’Ucraina aveva una popolazione di oltre 44 milioni di abitanti. Polonia e Ucraina sono collegate da un confine di oltre 500 km.

09.10: Accordo su nove corridoi umanitari per oggi

Secondo il governo, oggi in Ucraina sono stati concordati nove corridoi di evacuazione umanitaria. Di conseguenza, i civili dovrebbero essere in grado di lasciare Mariupol in auto private, tra le altre cose, ha affermato il vice primo ministro Irina Weryshuk. Cinque corsie sono previste nella regione di Luhansk. Secondo le autorità locali, questo è sotto il fuoco pesante.

8:50: Habek chiede manifestazioni pasquali contro la guerra di Putin

Il vicecancelliere Robert Habeck (i Verdi) ha fatto appello ai partecipanti alle manifestazioni di Pasqua di quest’anno per chiarire che “sono diretti contro la guerra di Putin”. Se l’idea delle sfilate di Pasqua è la pace, allora bisogna rendersi conto che ci può e non ci sarà pace a meno che il presidente russo Vladimir Putin non fermi la guerra aggressiva in Ucraina.

8:10: capo Mercedes Kallenius – i tagli alla fornitura di gas indebolirebbero la Germania

Il capo della Mercedes-Benz Ola Kallenius avverte di un’interruzione a breve termine delle forniture energetiche russe come il gas. “Una forte performance economica è la base affinché la Germania sia in grado di rispondere a tutti, indipendentemente dalla distanza”, afferma Källenius della Sueddeutsche Zeitung. “Non aiuteremo l’Ucraina indebolendo noi stessi. Questo è esattamente ciò che accadrà se disattiviamo immediatamente l’energia”. Nell’industria automobilistica, ad esempio, le officine di verniciatura semplicemente non possono essere chiuse perché si ostruirebbero. “Ci sono esempi come questo in quasi tutte le aziende”.

READ  Nessuna decisione in Consiglio Nato: la Turchia blocca i colloqui di adesione con Svezia e Finlandia - Politica

7:35: il ministro concede i permessi di soggiorno ai rifugiati russi

Secondo il ministro federale della Giustizia Marco Buschmann (FDP), i rifugiati russi dovrebbero ricevere una protezione rapida e non burocratica anche in Germania. Buschmann ha detto a Welt am Sonntag che il governo federale avrebbe fornito loro una lunga procedura di asilo. I pass generali sono per coloro che hanno lavorato per aziende internazionali, così come per attivisti per i diritti civili, giornalisti critici nei confronti di Putin e operatori culturali. L’obiettivo è che le persone colpite ottengano un permesso di lavoro il più rapidamente possibile.

7:10: apparentemente consegnate armi pesanti ma nessuna guerra

Nella controversia sulla consegna di carri armati e altre armi pesanti all’Ucraina, il ministro federale della Giustizia Marco Buschmann sottolinea che ciò non significa, secondo il diritto internazionale, entrare in guerra contro la Russia. Il politico del FDP ha detto a Welt am Sonntag che l’Ucraina stava conducendo una guerra difensiva consentita contro la Russia. Quindi, se stanno esercitando il loro legittimo diritto all’autodifesa, sostenerli fornendo loro armi non può portarli a diventare parte della guerra. Questa non è solo la sua opinione personale, ma quella del governo federale.

Buchmann ha affermato che la Germania è stato uno dei primi paesi al mondo a indagare sistematicamente e ad assicurarsi le prove dei crimini di guerra in Ucraina.

06:55 Esplosioni vicino a Kiev e Leopoli

Secondo i media locali, si potrebbero sentire esplosioni vicino a Kiev e Leopoli. Le sirene aviotrasportate suonavano nella maggior parte dell’Ucraina.

6:20: Lindner contro l’aumento delle tasse per spese extra dovute alla guerra in Ucraina

Il ministro delle finanze federale Christian Lindner apparentemente respinge le richieste di tasse più elevate per finanziare ulteriori spese legate alla guerra nel bilancio federale. “Non è necessario aumentare il carico fiscale e non avrà senso economico”, ha scritto Lindner in un articolo ospite per il quotidiano “Rheinische Post”, secondo un rapporto preliminare. Finanzia gli enormi compiti aggiuntivi dello stato con più debiti.

READ  Pagare in rubli solo per la prima volta: la Russia è sulla buona strada per un fallimento nazionale “artificiale”.

6:05: l’esercito russo distrugge le città del Donbass

Secondo fonti ucraine, l’esercito russo ha devastato le città del Donbass. Tra le altre cose, secondo il capo dell’amministrazione militare, Stryuk, la città di Sevgerodonetsk è stata distrutta del 70%. Ha detto alla televisione ucraina che circa 20.000 dei circa 130.000 abitanti prebellici erano ancora lì.

5:30: il capo della Bayer avverte della carestia con milioni di morti

Werner Baumann, CEO del gigante farmaceutico Bayer, avverte di una tragica carestia che ucciderà milioni di persone. “In Ucraina, il granaio del mondo, c’è il pericolo che almeno una parte del raccolto invernale vada perso a causa della guerra”, ha detto al quotidiano Bild, secondo un rapporto preliminare. “Ancora oggi, 280 milioni di persone hanno una fame acuta e 40 milioni di loro rischiano di morire”.

4:35: 2.500-0.3000 soldati uccisi dall’inizio della guerra

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha detto alla Galileus Web che tra 2.500 e 3.000 soldati ucraini sono stati uccisi nella guerra con la Russia. Altri 10.000 soldati sono rimasti feriti.

03.45: Il Primo Ministro ucraino si reca alla riunione del FMI

Il primo ministro ucraino Denis Shmyal e i massimi funzionari finanziari ucraini si recheranno a Washington la prossima settimana nell’ambito delle riunioni di primavera del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale. Gli addetti ai lavori che hanno familiarità con i piani lo condividono.

2:45: la Russia blocca il sito web della radio francese internazionale RFI

Le autorità russe hanno bloccato venerdì il sito web della stazione radiofonica internazionale francese Radio France Internationale (RFI). L’organizzazione mediatica russa Roskomnadzor ha giustificato il blocco con violazioni non specificate di una legge che vieta la diffusione di informazioni false o estremiste. I giornalisti dell’Agence France-Presse di Mosca non possono più accedere ai siti web di RFI in inglese, francese e russo.