Giugno 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Myanmar: La giunta militare condanna Suu Kyi a quattro anni di carcere

A partire dal: 6 dicembre 2021 7:08

L’impotente primo ministro del Myanmar, Suu Kyi, è stato condannato a quattro anni di carcere. Un portavoce del Consiglio militare ha giustificato la sentenza chiedendo violenza e violando i requisiti di Corona.

In Myanmar, un tribunale ha dichiarato colpevole di due capi di imputazione il primo ministro Aung San Suu Kyi e lo ha condannato a quattro anni di carcere. Il portavoce del consiglio militare, Zaw Min Tun, ha affermato che era specificamente correlato alle accuse di incitamento a rivolte e violazione delle procedure di Corona.

Inizialmente non era chiaro se il premio Nobel per la pace sarebbe stato imprigionato o tenuto in detenzione domiciliare. La magistratura ha accusato Suu Kyi di diversi altri crimini, tra cui la violazione delle leggi sul commercio estero e la corruzione.

Suu Kyi rischia fino a 100 anni di carcere

Secondo gli osservatori del processo, rischia fino a 100 anni di carcere. Osservatori ed esperti di diritti umani parlano di un processo farsa e sospettano che la giunta voglia in questo modo mettere a tacere il politico popolare a lungo termine.

Il processo è iniziato nella capitale, Naypyidaw, a metà giugno. Suu Kyi è agli arresti domiciliari da 15 anni. Nel 2016 è diventata di fatto capo del governo.

A febbraio, il premio Nobel per la pace è stato messo sotto accusa e arrestato dopo un colpo di stato militare. Il consiglio militare in carica ha ora presentato una serie di accuse contro di loro. Da allora il 76enne è agli arresti domiciliari.