Maggio 27, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Missione segreta di intelligence in Siria: Erdogan annuncia la morte del leader dell’Isis

Missione segreta di intelligence in Siria: Erdogan annuncia la morte del leader dell’Isis

Missione segreta in Siria
Erdogan denuncia la morte del leader dell’Isis

Alla fine di novembre, Abu Hussein al-Qurashi è stato nominato dal leader della milizia terroristica dello Stato islamico. Ora il capo dell’organizzazione sarebbe morto in Siria. Il presidente turco Erdogan ha riferito che Abu Hussein al-Qurashi è stato “neutralizzato” dall’intelligence.

Secondo il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, il leader del gruppo jihadista dello Stato islamico (IS) è stato ucciso durante un’operazione condotta dall’intelligence turca in Siria. Erdogan ha dichiarato in un’intervista televisiva che l’intelligence turca ha “neutralizzato” il cosiddetto leader Abu Hussein al-Qurashi in Siria oggi, sabato.

Alla fine di novembre, lo Stato Islamico ha annunciato la morte del suo allora leader, Abu Hassan al-Hashimi al-Kurashi, e ha nominato Abu Hussein al-Qurashi nuovo “califfo”. Secondo le informazioni dell’agenzia di stampa francese, sabato l’intelligence turca e la polizia militare locale, con il sostegno della Turchia, hanno transennato un’area vicino alla città di Jenderes nella regione di Afrin. I residenti locali hanno riferito di un’operazione in una fattoria abbandonata che un tempo era utilizzata come scuola islamica.

L’esercito americano ha annunciato di aver lanciato un attacco aereo contro un alto leader dell’ISIS nel nord della Siria a metà aprile. L’uomo responsabile della pianificazione degli attacchi in Europa e Medio Oriente è stato “molto probabilmente” ucciso nel processo.

Nel 2014, l’ISIS ha preso il controllo di gran parte della Siria e dell’Iraq, ma gradualmente ha perso di nuovo queste aree sotto la pressione militare della coalizione guidata dagli Stati Uniti. Mentre il cosiddetto “califfato” in Siria e Iraq è considerato sconfitto, lo Stato Islamico è riuscito ad espandere la sua influenza in altre parti del mondo, come la regione del Sahel, la Nigeria e l’Afghanistan.