Novembre 27, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Missili vicino a Leopoli: dopo l’annuncio della consegna di armi, la Russia ha bombardato l’Ucraina occidentale

ioNel corso della guerra fino ad oggi, la Russia ha ripetutamente attaccato obiettivi nell’Ucraina occidentale poco dopo aver annunciato la consegna di armi occidentali. Mercoledì sera è avvenuto un attacco anche nell’Ucraina occidentale. Secondo il governatore della regione, cinque persone sono rimaste ferite in un attacco missilistico russo su una ferrovia nella regione di Leopoli.

Anton Gerashchenko, un consigliere del ministero dell’Interno ucraino, ha affermato che le forze russe hanno bombardato il tunnel ferroviario di Beskid nei Carpazi, apparentemente per interrompere una ferrovia vitale e tagliare le spedizioni di armi e carburante. Tuttavia, il capo dell’Autorità ferroviaria ucraina ha affermato che il danno alla linea ferroviaria è ancora in fase di esame.

Il tunnel stesso è stato salvato. Si dice che l’attacco abbia interrotto tre treni passeggeri, ma sembra che siano stati in grado di continuare il viaggio in un secondo momento. Armi e altre attrezzature necessarie per difendersi dall’invasione delle forze russe entrano in Ucraina attraverso la regione di Leopoli.

I lanciamissili russi Uragan in azione. E l’esercito russo ha pubblicato la foto, che è stata scattata in un luogo sconosciuto

Fonte: AP

Nella prima tranche, il governo degli Stati Uniti vuole consegnare quattro sistemi lanciarazzi multipli HIMARS in Ucraina e prevede che verranno utilizzati in una zona di guerra entro poche settimane. “Abbiamo già preposizionato i sistemi in Europa in modo che possano essere consegnati rapidamente”, ha detto mercoledì Colin Kahl, un alto funzionario del Pentagono a Washington.

Si supponga di tre settimane durante le quali gli ucraini vengono addestrati all’uso del sistema. Ci sarà una formazione aggiuntiva sulla manutenzione. Ad un certo punto in quel lasso di tempo, puoi iniziare a inviare i sistemi in combattimento. “Kahl non ha voluto fornire alcuna informazione specifica su quanti sistemi Himars potrebbero ancora fornire gli Stati Uniti.

Leggi anche

“Abbiamo certamente ancora spazio per crescere”, ha detto. Cal ha descritto i combattimenti nell’Ucraina orientale come un “duello di artiglieria mirato” tra le forze ucraine e russe. Pensiamo che questi sistemi saranno molto utili. I missili guidati con una portata relativamente lunga di circa 80 chilometri possono garantire che “un po’ di pressione venga alleviata dalle forze ucraine al fronte”.

Kahl ha sottolineato che non vi era alcun interesse nell’escalation del conflitto in Ucraina nella “terza guerra mondiale”. Ma allo stesso tempo, la Russia non ha diritto di veto su ciò che inviamo agli ucraini. Questa guerra non fu iniziata dagli ucraini, ma dai russi. “Il funzionario del Pentagono ha affermato che dall’inizio della guerra alla fine di febbraio, gli Stati Uniti hanno donato all’Ucraina circa $ 4,7 miliardi (circa $ 4,4 miliardi) in armi e munizioni (circa $ 4,4 miliardi). O sono già stati consegnati.

Qui è dove troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando il toggle su “On”, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

Secondo la Casa Bianca, i sistemi Himar fanno parte dell’ultimo pacchetto di sicurezza dell’Ucraina del valore di circa 700 milioni di dollari. Include anche cinque sistemi anti-artiglieria e due radar di sorveglianza aerea, 1.000 missili anticarro Javelin con 50 lanciatori, quattro elicotteri Mi-17, 18 veicoli tattici, 15.000 proiettili di artiglieria da 155 mm e pezzi di ricambio, ha detto Cal.

Leggi anche

Anche lo stesso Olaf Schulz ha approfittato degli attacchi di Merz, scrive il corrispondente capo del WELT, Robin Alexander

In precedenza, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov aveva messo in guardia Washington dal “versare deliberatamente benzina sul fuoco”. “Tali forniture non incoraggiano la leadership ucraina a voler riprendere i colloqui di pace”, ha detto Peskov a Mosca.

Dopo aver annunciato la consegna di missili americani, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato che la mossa “ha superato tutti i confini e ogni decenza” ed è stata una provocazione diretta. Esiste il pericolo che paesi terzi vengano coinvolti nel conflitto. I politici occidentali ragionevoli comprendono questi pericoli. Ma non tutto.”

Qui è dove troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando il toggle su “On”, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

Nonostante gli avvertimenti verbali e militari, la Polonia ha promesso all’Ucraina più aiuto durante la visita del primo ministro Mateusz Morawiecki a Kiev, inclusa la creazione di compagnie armate congiunte. “Le aziende polacche saranno coinvolte nella ricostruzione”, ha detto Morawiecki mercoledì dopo i resoconti della stampa polacca. “Ma prima l’Ucraina deve essere difesa, le forze russe devono essere espulse dall’Ucraina”. Questo è il compito dell’intero mondo libero.

Morawiecki ha detto che alla Polonia è stato chiesto di aiutare ad esportare grano ucraino. Secondo Kiev, durante le consultazioni è stato anche concordato di studiare la creazione di società armate congiunte.

“Questo eleva i nostri armamenti e la nostra cooperazione militare a un nuovo livello e consente la produzione di armi moderne”, ha affermato l’agenzia di stampa dello Yunnan, citando il primo ministro ucraino Denis Shmyal. Morawiecki e il suo vice, Jaroslaw Kaczynski, leader del partito di diritto e giustizia al potere in Polonia, hanno parlato anche con il presidente Volodymyr Zelensky.

Leggi anche

Benvenuti solo tra i miliardi dell’Unione Europea

Mercoledì le forze russe hanno continuato ad avanzare nella contesa Severodonetsk e sono andate vicino alla cattura di una delle ultime città del Donbass controllate dall’Ucraina. Il sindaco Oleksandr Stryuk ha affermato che le forze armate ucraine hanno preso il controllo solo di un quinto della città industriale nella regione di Luhansk.

Tuttavia, c’era ancora speranza che una completa cattura da parte delle truppe russe potesse essere impedita. Stryuk ha detto che i soldati russi controllano il 60 per cento di Severodonetsk. Il restante 20 per cento divenne terra di nessuno. Rimasero in città da 12.000 a 13.000 persone. Al momento non è possibile portarli in salvo o farsi consegnare cibo.

DWO_AP_Ostukraine_Gebiete_0106

La situazione attuale in Ucraina

Fonte: Mondo Infografico

Prima della guerra, la città aveva una popolazione di 100.000 abitanti. Il governatore della regione di Luhansk, Serhiy Gaidai, ha scritto su Telegram che alcune truppe ucraine si erano ritirate in posizioni preparate a loro più convenienti. Sieverdonetsk è di grande importanza strategica.

Almeno 689 bambini sono stati feriti durante i quasi 100 giorni della guerra aggressiva della Russia in Ucraina, secondo il presidente Volodymyr Zelensky. Nel suo discorso video di mercoledì sera a Kiev, Silinsky ha detto che 243 bambini sono stati uccisi. Almeno 446 bambini sono rimasti feriti e 139 bambini sono scomparsi. E questi sono gli unici che conosciamo”. Non ci sono informazioni dalle aree occupate dalle forze russe.

“Un ricordo immortale di coloro cui la guerra russa contro l’Ucraina ha tolto la vita”, ha detto Zelensky. Ha fatto riferimento ai molti destini individuali dei bambini uccisi per nome. Mercoledì ricorre il 98° giorno dall’attacco russo del 24 febbraio.

Leggi anche

Raffineria Rosneft a Tuapse, Russia: le aziende non possono fermare la produzione di petrolio senza problemi

Impatto delle sanzioni dell’UE

Il presidente di Kiev ha anche osservato che oltre 200.000 bambini sono stati portati in Russia dall’Ucraina. Ha parlato di espulsione e di un “efferato crimine di guerra”. Secondo le informazioni militari di Mosca di mercoledì, da febbraio quasi 1,6 milioni di persone sono state portate in Russia dalle aree contese dell’Ucraina e dalle repubbliche separatiste filo-russe. Ciò includeva quasi 260.000 bambini.

Secondo le informazioni militari, l’esercito ucraino ha riconquistato 20 città occupate dalle forze russe nel sud del Paese. Il capo dell’amministrazione militare regionale ucraina, Henady Lahota, ha dichiarato mercoledì in televisione che circa la metà della popolazione era fuggita dai villaggi situati nella regione amministrativa di Kherson. L’offensiva viene condotta da nord dalla regione ucraina di Dnipropetrovsk e le forze ucraine stanno avanzando verso sud.

DWO_AP_Ucraina_Flucht_3005_ib

DWO_AP_Ucraina_Flucht_3005_ib.jpg

Fonte: infografica WELT / Isabell Bischoff

Le informazioni non possono essere verificate in modo indipendente. Tuttavia, per diversi giorni ci sono state segnalazioni di esercito ucraino che avanzava a sud mentre allo stesso tempo doveva evacuare posizioni a est a causa della superiore potenza di fuoco russa. Cherson è l’unica capitale regionale ucraina che è stata finora occupata dall’esercito russo. Con l’introduzione del rublo e il rilascio dei passaporti russi, Mosca compie i primi passi verso l’incorporazione di questa regione in Russia.

Secondo la Chiesa ortodossa ucraina, due monaci e una suora sono stati uccisi quando un monastero è stato bombardato nell’Ucraina orientale. La chiesa ha detto che altri tre monaci sono rimasti feriti nel bombardamento di lunedì. Successivamente, il monastero fu gravemente danneggiato. Situato sulle rive del fiume Donets, è uno dei più importanti monasteri ortodossi storici in Ucraina.

Il monastero ha fornito rifugio ai civili in fuga dai combattimenti nella guerra di aggressione della Russia contro l’Ucraina. In precedenza era stato preso di mira dalle forze russe durante l’offensiva russa nell’area industriale del Donbass.

READ  Pakistan: il premier Khan perde il voto di sfiducia