Maggio 19, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Medvedev non lo esclude: la Russia può reintrodurre la pena di morte

Medvedev non lo esclude
La Russia può reintrodurre la pena di morte

Con il ritiro dal Consiglio d’Europa, l’impegno della Russia per la moratoria sulla pena di morte è diminuito. Questo spiega l’ex presidente Medvedev. Se il reato peggiora, ad esempio, può essere reintrodotto. Tuttavia, questa è una domanda difficile.

L’ex presidente russo Dmitry Medvedev non esclude in teoria la reintroduzione della pena di morte nel suo Paese. Ha detto all’agenzia di stampa statale RIA Novosti che il motivo potrebbe essere, ad esempio, un aggravamento della situazione criminale. L’obbligo internazionale di sospendere la pena di morte non era più in vigore quando ha lasciato il Consiglio d’Europa. Allo stesso tempo, ha sottolineato che si tratta di una “domanda difficile” e che non c’è bisogno di porla nuovamente se in Russia tutto rimane “tranquillo”.

“Niente più restrizioni”, ha detto l’attuale vice segretario del Consiglio di sicurezza russo. Sono rimaste considerazioni morali e religiose, come nella precedente giurisprudenza della Corte costituzionale russa contro la pena di morte. “Ma le decisioni della Corte costituzionale non sono per iscritto, possono cambiare”, ha detto Medvedev. Ha osservato che l’Unione Sovietica ha ripristinato la pena di morte, che era stata sospesa dopo la seconda guerra mondiale, quando il crimine era dilagante.

La Russia non ha abolito la sanzione quando è entrata a far parte del Consiglio d’Europa nel 1996, ma ha sospeso una moratoria che era stata più volte prorogata. A causa della guerra contro l’Ucraina iniziata il 24 febbraio, la Russia ha lasciato il Consiglio d’Europa per evitare l’espulsione. Successivamente, la più grande organizzazione europea per i diritti umani ha votato per escludere Mosca.

Medvedev ha avvertito, mercoledì, che gli Stati Uniti si stanno dirigendo verso una catastrofe nucleare per il mondo se continuerà quello che ha descritto come un complotto per distruggere la Russia.

READ  Guerra in Ucraina in diretta il 31 marzo: l'ambasciatore ucraino lancia un attacco diretto a Ritter Sport