Agosto 17, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Martirio in ospedale: sale il bilancio delle vittime dopo la sparatoria nel convoglio americano

Morto in ospedale
Sale il bilancio delle vittime delle sparatorie al convoglio americano

Un uomo armato ha aperto il fuoco in un sobborgo di Chicago durante le celebrazioni del National Day. Un giorno dopo il massacro, un’altra persona morì per le ferite riportate. Nel frattempo, gli investigatori sono ancora alla disperata ricerca di un movente.

Il bilancio delle vittime è salito a sette dopo una sparatoria a una parata natalizia negli Stati Uniti. Il medico investigativo della contea di Lake Jennifer Bannick ha detto che una persona è morta il giorno dopo l’attacco. Gli altri sei uomini e donne uccisi avevano un’età compresa tra 35 e 88 anni e tutti tranne uno provenivano da Highland Park. Un uomo armato ha aperto il fuoco in un sobborgo di Chicago lunedì, festa nazionale degli Stati Uniti. Il presunto autore è stato arrestato poche ore dopo il delitto.

Come successivamente annunciato dalla polizia, l’uomo ha sparato circa 70 proiettili apparentemente indiscriminatamente sulla folla dal tetto di quella che inizialmente si credeva fosse una pistola ottenuta legalmente. Più di 30 persone sono rimaste ferite.

Gli investigatori sono convinti che l’assassino si stia preparando per la sua sanguinosa azione da settimane. Un portavoce della polizia ha detto che il 21enne si è travestito da donna per nascondere la sua identità e facilitare la sua fuga. Raggiunto il tetto di un edificio commerciale scappando dall’incendio. Da lì ha sparato più di 70 colpi. Poi scese dal tetto, lasciò cadere il fucile e si mescolò alla folla dei fuggiaschi. Ore dopo, è stato arrestato dopo un inseguimento nell’auto di sua madre.

Gli investigatori affermano di non avere prove del movente. Nulla indica che l’uomo fosse motivato razzialmente, religiosamente o politicamente nel suo atto, ha detto Coveli. Le autorità stanno indagando su post e video che il 21enne ha pubblicato online. Secondo il Chicago Tribune, di seguito c’è un video con i disegni dell’assassino e delle persone che vengono girate, insieme alla didascalia “Dovrei semplicemente farlo” e “Il mio destino. Niente può fermarmi, nemmeno me”.

READ  Kenosha: Kyle Rittenhouse è stato assolto per ferita mortale da arma da fuoco