Maggio 20, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Mariupol: “Lotta intensa” all’Azov Steel Site

SSecondo l’Ucraina, le forze statunitensi sono presenti nel sito delle acciaierie assediate di Azov Mariupol Avanzate. Uno è ancora in contatto con i difensori, afferma il rappresentante David Arashameh di Radio Free Europe/Radio Liberty.

Il sindaco di Mariupol Vadim Boychenko ha detto alla televisione ucraina che i contatti con i soldati ucraini nello stabilimento di Azov erano andati perduti. Quindi le autorità non sanno se i soldati ucraini sono “al sicuro o no”. Ha riferito che nel sito si erano verificati “pesanti combattimenti”.

Leggi anche

Territori occupati nell’Ucraina meridionale

Martedì, l’esperto reggimento Azov dell’impianto ha accusato l’esercito russo di aver lanciato un grave attacco all’impianto. Il reggimento Azov ha annunciato su Telegram che la Russia aveva attaccato le acciaierie con forze di terra e carri armati. Due donne sono rimaste uccise e una decina di civili sono rimasti feriti nel bombardamento che ha preceduto l’attacco. L’acciaieria rappresenta l’ultima roccaforte dei combattenti ucraini nella città portuale strategicamente importante di Mariupol.

L’Associated Press ha analizzato nuove immagini satellitari mercoledì che indicano che i combattimenti stanno continuando. Una registrazione di Planet Labs PBC mercoledì mattina ha mostrato del fumo nero che si alzava su un lato della struttura vicino a un canale. Gli edifici nel sito della fabbrica avevano buchi sfalsati.

DWO_AP_Ucraina_Krieg_Gebiete_0505

La situazione attuale in Ucraina.

Fonte: Mondo Infografico

Secondo il sindaco Boychenko, c’erano ancora circa 200 civili nei locali dell’acciaieria di Azov. Secondo il presidente ucraino Volodymyr Zelensky martedì sera, 156 civili sono stati portati da Mariupol a Zaporizhia controllata dall’Ucraina durante la precedente evacuazione da parte delle Nazioni Unite e della Croce Rossa. Il vice primo ministro ucraino Irina Wiryshuk ha affermato che un’altra campagna di evacuazione è prevista per mercoledì “se le condizioni di sicurezza lo consentono”.

Circa 150 civili sono stati evacuati dopo quasi due mesi al rifugio Mariupol Steelworks.  Sono arrivati ​​qui a Zaporizhia, nel sud-est dell'Ucraina

Circa 150 civili sono stati evacuati dopo quasi due mesi al rifugio Mariupol Steelworks. Sono arrivati ​​qui a Zaporizhia, nel sud-est dell’Ucraina

Fonte: dpa / –

DWO_AP_Ucraina_Flucht_0405_jb_1

Fonte: Infografica WELT / Jörn Baumgarten

Mosca ha negato di aver lanciato un grande attacco alle acciaierie Azov. “Non c’è tempesta”, ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. Circa tre settimane fa, il presidente Vladimir Putin ha ordinato la fine di tutti gli attacchi alle acciaierie.

Il 21 aprile Putin ha dato l’ordine di continuare a circondare l’impianto – così strettamente che “la mosca non poteva uscire”. Putin ha detto all’epoca che prendere d’assalto il complesso con diversi tunnel sotterranei non aveva senso.

Questa immagine satellitare mostra le acciaierie Azov a Mariupol dopo essere state attaccate dalle forze russe.

Questa immagine satellitare mostra le acciaierie Azov a Mariupol dopo essere state attaccate dalle forze russe.

Fonte: AP / Planet Labs PBC

Intanto nelle vicinanze della capitale ucraina Kiev Più di un mese dopo il ritiro russo, quasi ogni giorno vengono ritrovati altri corpi di civili. Entro mercoledì, un totale di 1.235 civili sono stati trovati morti, ha detto mercoledì su Telegram il capo dell’amministrazione regionale, Oleksandr Pavlyuk. 282 di questi rimangono non identificati. Solo martedì venti nuove vittime di tortura sono state portate all’obitorio.

La Russia prende di mira le infrastrutture in tutta l’Ucraina

Secondo le sue stesse dichiarazioni, l’esercito russo ha attaccato la vicina Ucraina dall’aria 77 volte in un giorno. Fino a 310 combattenti ucraini sono stati uccisi e 36 unità di equipaggiamento militare sono state distrutte mercoledì, ha detto a Mosca il portavoce del ministero della Difesa Igor Konashenkov. I dati non possono essere convalidati in modo indipendente.

Secondo le informazioni ucraine, la Russia sta prendendo di mira le infrastrutture del paese. Oleksandr Kamyshin, capo delle ferrovie ucraine, ha affermato che gli attacchi di martedì hanno preso di mira sei stazioni ferroviarie nell’Ucraina centrale e occidentale, tra le altre cose. Ciò ha provocato gravi danni.

Qui è dove troverai contenuti di terze parti

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando il toggle su “On”, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

Governatore Distrettuale DniproValentin Resnichenko ha anche affermato che i missili russi hanno colpito l’infrastruttura ferroviaria nella regione. Qualcuno è rimasto ferito. Il servizio ferroviario è interrotto. L’esercito ucraino ha riferito di attacchi simili nella regione di Kirovohrad. C’era un numero imprecisato di vittime.

parti della città gruppo Secondo i media, non c’era elettricità nell’ovest del paese dopo che i missili hanno distrutto tre centrali elettriche, secondo il sindaco Andrej Sdwij. Di conseguenza, secondo lui, c’erano anche problemi con l’approvvigionamento idrico a causa del guasto delle pompe per mancanza di energia elettrica.

I vigili del fuoco spengono una centrale elettrica a Lemberg (Lviv) colpita da missili russi

I vigili del fuoco spengono una centrale elettrica a Lemberg (Lviv) colpita da missili russi

Fonte: Reuters

Sono stati anche attaccati Vinnytsia eseconda abbreviazione Kirovograd al centro e Odessa nel sud-ovest del paese. Per la prima volta dall’inizio della guerra d’aggressione russa il 24 febbraio, la regione era così Transcarpazia È stato attaccato da un missile vicino al confine con l’Ungheria, ha riferito il governatore della regione, Viktor Mikita, sul servizio online di Telegram.

Leggi anche

Vengono quasi sempre dalle regioni: Mosca ha riportato l'ultima volta la morte di 1.351 soldati in Ucraina a fine marzo

Secondo la dirigenza di Kiev, la Russia vuole smettere di fornire armi all’Occidente con attacchi missilistici alle ferrovie ucraine. Lo ha scritto martedì sera il capo dell’ufficio presidenziale, Andrei Yermak, su Telegram. Yermak ha affermato che non sarebbe possibile interrompere la fornitura di armi. “È tutto importante.”

Politicamente, il presidente Volodymyr Zelensky ha interpretato gli attacchi come un segno dell’impotenza di Mosca. “È chiaro che l’esercito russo ha reagito molto nervosamente ai nostri successi di oggi”, ha detto Zelensky nel suo discorso video serale a Kiev. Tuttavia, non è stato possibile identificare un chiaro obiettivo militare fino a quando la Transcapatia nell’estremo ovest al confine con l’Ungheria non è stata bombardata. Zelensky ha detto che i russi hanno nascosto la loro impotenza solo “perché l’Ucraina è troppo forte per loro”.

Puoi ascoltare il podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché tale consenso è richiesto dai fornitori di contenuti incorporati in quanto fornitori di terze parti [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando il toggle su “On”, accetti questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali ad altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con la Sezione 49(1)(a) del GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite il toggle e tramite Privacy in fondo alla pagina.

“Kick-off Politics” è il podcast di notizie quotidiane di WELT. L’argomento più caldo analizzato dai redattori di WELT e le date di oggi. Iscriviti al podcast su spotifyE Podcast di AppleE musica amazzonica O direttamente tramite feed RSS.

READ  L'Austria inasprisce le regole del Corona: mascherine FFP2 all'aperto