Luglio 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Malcontento per il percorso del presidente: il Senato vota contro i piani di vaccinazione di Biden

Il risentimento per il percorso del presidente
Il Senato vota contro i piani di vaccinazione di Biden

Il piano del presidente degli Stati Uniti di introdurre vaccinazioni obbligatorie per le aziende con più di 100 dipendenti è stato criticato al Senato. Oltre ai repubblicani, i rappresentanti all’interno delle loro stesse fila votano contro al-Qaeda. Ma questo non impedisce a Biden.

Anche l’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden sta affrontando resistenza al Congresso con i suoi sforzi per garantire la diffusione dei requisiti di vaccinazione nella lotta contro la pandemia di Corona. Il Senato degli Stati Uniti ha votato mercoledì sera (ora locale) con voti repubblicani, con il sostegno di due democratici, per abrogare i requisiti di vaccinazione di Biden per le grandi aziende.

Per abolire effettivamente la vaccinazione obbligatoria, sarebbe necessario un voto simile nell’altra camera del Congresso, la Camera dei rappresentanti, il che è altamente improbabile. Anche se entrambe le camere del Congresso si pronunciassero contro la regola della vaccinazione, il presidente può porre il veto alla risoluzione. Quindi il progresso non ha davvero alcuna possibilità. Ma mostra una certa insoddisfazione per il corso di Biden sulla questione, anche tra i colleghi del partito unico del presidente democratico.

Nello specifico, riguarda l’organizzazione delle aziende con più di 100 dipendenti. Dal 4 gennaio dovranno richiedere ai propri dipendenti una vaccinazione completa contro il coronavirus o test settimanali negativi. C’è anche una resistenza legale a questo ordine: all’inizio di novembre, una corte d’appello federale di New Orleans ha bloccato l’esecuzione di un ordine simile emesso dal governo di Washington.

Due senatori democratici, Joe Manchin e John Tester, si sono schierati con i repubblicani a favore del voto del Senato di mercoledì sera, aiutandoli a ottenere una maggioranza ristretta. È inoltre improbabile che la risoluzione abbia successo nella Camera dei rappresentanti controllata dai democratici. E anche se si raggiungesse la maggioranza in entrambe le camere, Biden la contesterebbe, ha chiarito martedì la sua portavoce Jen Psaki.

READ  San Pietroburgo: famoso attivista russo arrestato durante una manifestazione contro la guerra