Maggio 26, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Magdeburgo graffia il destino

Magdeburgo graffia il destino

A partire dal 18 giugno 2023 alle 20:10

Dopo 21 anni, i giocatori di pallamano dell’SC Magdeburg sono ancora una volta i re europei della pallamano. In una finale snervante, la squadra di Wiegert ha messo in ginocchio Kielce ai tempi supplementari.

c’è qualcosa! L’SC Magdeburg ha vinto la Champions League. In una finale che difficilmente poteva essere trascurata in termini di tensione, il popolo di Elbestadt ha sconfitto Kielce con 30:29 dopo i tempi supplementari e ha vinto la prima divisione per la prima volta dal 2002.

Christianson a bordo – SCM è un po’ indietro dopo un buon inizio

La prima grande sorpresa è arrivata prima della partita. Gisli Kristjanson era nella rosa dell’SC Magdeburg nonostante un infortunio alla spalla. Applausi in piedi dalla folla a Colonia. Il Magdeburgo è partito bene, portandosi in vantaggio per 4-1 dopo sei minuti. Successivamente, la finale è arrivata dalla migliore Polonia dello scorso anno, che si è distinta per un ritmo elevato.

Andreas Wolff ha corso soprattutto il portiere di Kielce, segnando: 6: 6 dopo dodici minuti. Poi è arrivato già dopo 18 minuti, e Gisli Kristjanson ha segnato e segnato 7: 6. Ma Kelsey è tornato, particolarmente difficile trovare Alex Dushebaev. È stato accattivante, emozionante e molto serrato. Kelsey si è allontanato un po ‘, ma SCM con lo straordinario Christianson (tre gol prima dell’intervallo) ha reagito. Con 13:15 per i campioni di Polonia, è arrivato il momento dello spogliatoio.


Guiseli Thorgeir Kristjanson contro SC Magdeburgo
Credito immagine: IMAGO/Jan Huebner

Kelsey si ritira – SCM salva gli straordinari

Anche Kelsey è uscito meglio, ha migliorato il risultato ed è stato in vantaggio di quattro gol (14:18/35). Ma SCM non si è arreso, e la prima reazione è stata del portiere Nicola Portner, che ha parato un tiro dai sette metri e poi un pallone pesante, riportando il centro al 16:18. Ma poi la squadra di Magdeburgo ha fallito di nuovo a causa di Wolf ed era ancora tesa. Duschebayev, con la sua incredibile classe e versatilità, non ne ha mai abbastanza di SCM. C’erano due gol dietro (20:22/48.) e il collegamento non voleva cadere.


Michael Damgaard calcia un obiettivo.
Credito immagine: IMAGO/Jan Huebner

Successivamente, la sala è diventata silenziosa dopo che uno spettatore è crollato. Dopo una pausa di 13 minuti, SCM ha finalmente raggiunto le 21:22. E Portner si è superato, pareggiando in vantaggio Mathias Moeschi! E al 26 ‘, dopo aver vinto la palla, Christian O’Sullivan è riuscito a prendere il primo vantaggio con un vantaggio di 25:24. Ed è diventato molto emozionante, quando Kelsey ha pareggiato e ha ripreso il vantaggio a meno di due minuti dalla fine della partita. Inoltre, O’Sullivan ha ammesso una penalità di tempo per una sostituzione sbagliata. Tuttavia, SCM si è fatto strada agli straordinari a 26:26 dalla fine.

Magdeburgo ha i nervi migliori

Ora il centro spagnolo voleva vincere, è passato in vantaggio ai tempi supplementari e si è messo più indietro. Dopo i primi cinque minuti, la posizione era avanti 28:27. Grazie a Damgaard, SCM ha preso un vantaggio di due gol. La gente di Magdeburgo non poteva più permetterselo. Dopo il fischio finale, tutte le dighe sono andate in frantumi.

Voci sulla vittoria del Centro siriano di statistica

Bennett Wegert (allenatore, SC Magdeburg): “È irreale. L’abbiamo sognato tutti. Non capirò mai cosa ha ottenuto questa squadra in tutta la stagione. È incredibile”.

Andreas Michelmann (Responsabile DHB): “Ciò che l’SC Magdeburg ha ottenuto è fantastico e una favola sportiva. Non importa quali battute d’arresto questa squadra abbia dovuto affrontare, sono sempre tornate”.

Andreas Wolf (portiere Kelsey): “L’SCM è una grande squadra con una grande personalità. Lo hanno dimostrato anche oggi, motivo per cui hanno vinto con un gol”.


Il grande obiettivo raggiunto: il Magdeburgo vince la Champions League!
Credito immagine: IMAGO / Vitalii Kliuiev

Il terzo posto va al Barcellona

Vincitori record, il Barcellona si era già assicurato il terzo posto. Il giorno dopo la sconfitta in semifinale contro l’SC Magdeburg, la squadra di pallamano catalana ha battuto il PSG in una partita a senso unico 37:31 (22:13).


Il Barcellona non ha avuto molti problemi contro il Paris.
Credito immagine: IMAGO/Newspix

su questo argomento

Questo argomento nel programma:Televisore MDR | Sport in Oriente | 18 giugno 2023 | Alle 19:30

mostra tutto

mostra tutto