Febbraio 1, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’ultimo re di Grecia: i reali europei si chiamavano Costantino II

L’ultimo re di Grecia
I reali europei salutano Costantino II

Il suo tempo sul trono non durò a lungo: nove anni dopo la sua intronizzazione, il re Costantino II commise un grave errore nel 1974 che gli costò il regno. Al suo funerale ad Atene, i reali di undici paesi diversi gli hanno ancora reso l’ultimo omaggio.

Migliaia di greci e quasi tutte le famiglie reali d’Europa e altri nobili salutarono il defunto ex re di Grecia Costantino II ad Atene. Migliaia di persone si sono radunate intorno alla cattedrale ortodossa nel centro di Atene per rendere l’ultimo omaggio all’ex re. Quando la bara è stata portata fuori dalla chiesa dopo il servizio funebre, molti di loro hanno cantato l’inno nazionale greco.

La principessa Anna era la cugina del defunto re.

(Immagine: Edizione IMAGO/ANE)

Dall’abolizione della monarchia in Grecia tramite referendum nel 1974, Costantino II è stato sepolto come privato cittadino. Le bandiere non sono state sventolate dall’albero maestro e non ci sono stati gli onori militari, come è consuetudine ai funerali degli ex capi di stato in Grecia. Lo ha deciso il governo conservatore guidato dal primo ministro Kyriakos Mitsotakis.

Nobili provenienti da undici paesi hanno partecipato alla cerimonia funebre. Le coppie reali sono state viste da Danimarca, Spagna, Belgio, Svezia e Paesi Bassi. La Gran Bretagna era rappresentata dalla sorella del re Carlo III, la principessa Anna. La radio di stato ha riferito che alla cerimonia funebre hanno partecipato molti eredi al trono e altri nobili lussemburghesi e monegaschi e membri di ex case reali in Europa come Serbia, Romania e Bulgaria.

Sofia e Juan Carlos si riuniscono

imago0199454295h.jpg

Uno di loro ha detto quasi una parola: l’ex re di Spagna Juan Carlos (al centro) e la sua ex moglie Sofia, sorella del defunto.

(Foto: IMAGO/ZUMA filo)

Alla cerimonia funebre si sono incontrati anche la regina madre spagnola Sofia e l’ex re spagnolo Juan Carlos. I due si sono allontanati da Juan Carlos dopo diversi scandali finanziari e relazioni extraconiugali. Juan Carlos vive in esilio.

Come ha mostrato la TV greca, i due si sono scambiati a malapena una parola e si sono guardati a malapena. Sono stati fotografati l’ultima volta insieme al funerale della regina Elisabetta a metà settembre 2022. La sorella di Costantino II, Sofia, ha sposato Juan Carlos nel 1962.

Grande errore politico

Il tempo in cui Costantino II era re in Grecia era infausto. Quando salì al trono nel 1964 all’età di 23 anni, era uno dei monarchi più giovani d’Europa. Il giovane, all’epoca ancora inesperto, fu presto coinvolto in dissapori con la dirigenza politica e commise un grave errore politico quando un gruppo militare organizzò un colpo di stato in Grecia il 21 aprile 1967: si fece fotografare con i golpisti. E ha firmato l’approvazione per formare un governo militare. Ha detto che voleva evitare la guerra civile e lo spargimento di sangue.

imago0199437139h.jpg

Il re raramente viene da solo.

(Foto: IMAGO/PPE)

Il controgolpe da lui organizzato nel dicembre 1967 fallì miseramente. Costantino andò in esilio. Molti greci non gli perdonarono mai la sua ingerenza nella vita politica e la sua tolleranza alla dittatura (noto come colonnello militare 1967-1974). Dopo il ripristino della democrazia, la monarchia in Grecia è stata abolita da un referendum nel dicembre 1974.

Questo è stato seguito da anni strazianti di disaccordi con il suo paese natale. È stato confiscato e risarcito solo dopo una decisione della Corte europea dei diritti dell’uomo nel 2000. Successivamente, il rapporto si è normalizzato. Costantino acquistò una villa nella penisola del Peloponneso e vi trascorse diversi mesi dell’anno. Molte persone l’hanno ricevuto e non ci sono state reazioni negative.

“Erano bei tempi. Eravamo giovani.”

La sua vita come principe ereditario fu turbolenta. Ha fatto notizia in giovane età. La vita del giovane principe ereditario è ben nota. I giornalisti esperti raccontano ancora di incontri segreti con un’attrice di successo. “Erano bei tempi. Eravamo giovani”, ha detto in un’intervista televisiva, senza approfondire. Si dice che abbia avuto molti litigi con sua madre.

Costantino ebbe successo anche nello sport: alle Olimpiadi di Roma del 1960 vinse la medaglia d’oro insieme ad altri due velisti greci nell’allora classe aquiloni. La medaglia è stata esposta insieme agli altri suoi premi durante il servizio funebre.

Sepolto come privato cittadino

Per il governo borghese conservatore di Atene, il servizio funebre e il funerale erano un equilibrio politico. Poiché le elezioni parlamentari devono tenersi in Grecia al più tardi entro luglio, il primo ministro Kyriakos Mitsotakis non ha voluto turbare gli elettori centristi che non volevano avere niente a che fare con la famiglia reale. Per questo Costantino II fu sepolto come privato cittadino.

Allo stesso tempo, Mitsotakis ha permesso che il servizio funebre si svolgesse nella cattedrale di Atena, dove si svolgono tutti i servizi funebri per le ex figure politicamente importanti del paese. Almeno alcuni dei pochi realisti rimasti in Grecia si accontentarono di questo.

Costantino II morì il 10 gennaio all’età di 82 anni. La salute dell’ex re è improvvisamente peggiorata dopo che ha subito un ictus. Il funerale doveva svolgersi nell’ex palazzo estivo della famiglia reale nel nord di Atene. Ci sono le tombe di quasi tutti gli antenati di Costantino. Dalla sua tomba puoi vedere il Mar Egeo dove era solito navigare. Ha scelto lui stesso il luogo, come disse una volta durante una visita al Palazzo d’Estate.

READ  È stata perquisita un'abitazione privata: a Biden sono stati nuovamente ritrovati documenti riservati