Maggio 19, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Lo stop alla vendita garantisce scaffali vuoti presso Rossmann, DM e Müller

Gli scaffali di DM non sono così vuoti come lo erano dopo l’acquisto di un criceto all’inizio della pandemia di coronavirus, tuttavia, la nuova legge dell’UE pone ancora una volta grandi sfide a DM, Müller & Co..

© teutopress / Imago

Alcuni prodotti non si trovano più in farmacia come DM, Rossmann e Müller. Dietro questo c’è un nuovo divieto dell’Unione Europea.

Karlsruhe – Questo è nei rami catena di farmacie dm* Non è raro trovare prodotti che non possono essere trovati più e più volte. Il gigante farmaceutico di Karlsruhe apporta modifiche ai prodotti a intervalli regolari, il che significa che vengono aggiunti nuovi articoli e vengono smistati gli articoli meno richiesti dai clienti. Funzionamento normale che i clienti di solito non notano molto spesso. Tuttavia, in alcuni casi, le modifiche ai prodotti suscitano scalpore e sono un argomento importante sui social network.

L’ultimo esempio è il grande esempio Hype su un importante prodotto per bambini di DM* Che non è più disponibile nel dominio sul sito. Questo non è solo un peccato, ma un “disastro” per lei e sua figlia, scrive un utente di Facebook e aggiunge che suo figlio non tollera altri marchi. Il clamore attorno ai pannolini Rascal + Friends è stato così grande che dm ha parlato nella discussione e ha rivelato che il prodotto è ancora disponibile online, Come accennato da BW24*.

cognome mercato DM
Fondatore Goetz Werner
fondazione 28 agosto 1973
Direttore esecutivo Cristoforo Werner
Azienda dm GmbH Mercato Farmaceutico

Müller, dm & Rossmann – Divieto di vendita di alcuni prodotti farmaceutici

Questa storia mostra che la mancanza di un solo prodotto può causare molte storie. Ciò indica che potrebbero esserci più discussioni di questo tipo nel prossimo futuro, poiché un’intera gamma di prodotti potrebbe scomparire dagli scaffali a partire da marzo. Lo sfondo è che l’ingrediente “Lilial” – tipico di alcuni cosmetici – chiamato anche butilfenil metilpropionale in gergo tecnico – è stato bandito in tutta l’UE dal 1 marzo e non può più essere venduto.

READ  Siate consapevoli dei rischi: attenzione ai piccoli investitori: i principianti dovrebbero sapere questo sugli investimenti in criptovalute in Bitcoin, Ethereum & Co. | newsletter

Nell’industria cosmetica, il principio attivo viene spesso utilizzato come fragranza per via del suo profumo floreale, ad esempio in cosmetici, deodoranti, profumi, saponi, lacche per capelli o detergenti. Rapporti Posta mattutina di Berlino A seconda del componente viene utilizzato anche nei gel doccia e negli shampoo. Tuttavia, la frase “into use” è più precisa, perché “Lilial” è scaduta nell’Unione Europea dal 1 marzo. I prodotti di dm, Müller and Co. Contenere “Lilial” è un tabù per i consumatori.

Scaffali vuoti dm e Co: i prodotti “Lilial” vengono rimossi dalla collezione

La fragranza sintetica – che può essere paragonata al profumo del mughetto – è sospettata di essere allergica e di danneggiare il materiale genetico. In una valutazione del 2019, il comitato consultivo della Commissione europea ha messo in guardia contro Lilyal, osservando che la sostanza potrebbe facilmente entrare nei polmoni sotto forma di lacca o deodorante. Da agosto 2020 la fragranza è stata ufficialmente classificata come “tossica per la riproduzione” (tossica per la riproduzione e teratogena) nell’Unione Europea, e pertanto ne è stata vietata la vendita.

Questa può essere una sfida enorme per le catene di farmacie come dm o Müller, perché tutti i prodotti interessati non più venduti a febbraio dovrebbero aver lasciato gli scaffali al più tardi entro il 1 marzo. Di conseguenza, gli scaffali di alcune farmacie non sono pieni. I prodotti interessati dal divieto “Lilial” devono essere sostituiti. Questo non è facile in tempi di Corona, perché i colli di bottiglia dell’offerta stanno ancora causando gravi problemi ai mercati.

Il diritto Ue non è l’unico problema: anche la guerra in Ucraina ha delle ripercussioni

“Alcuni prodotti di marca non ci vengono consegnati regolarmente da mesi a causa di Corona. A volte riceviamo solo un quinto dell’importo originale da alcuni produttori”, afferma uno dei dipendenti di Mueller. Posta mattutina di Berlino. Nel peggiore dei casi, gli scaffali sono semplicemente vuoti. Problema dei consumatori di fronte sfondo ucraina* Potrebbe solo peggiorare poiché i rivenditori ora reagiscono all’aggressione russa.

READ  DAX uber 15.000 Punkte: Alle Augen auf die Fed

Trasferimento Mercur.de* secondo Aldi, Rewe e Co. Boicottare i prodotti dalla Russia*, che non sono più venduti in Germania, compresi i marchi famosi che sicuramente mancheranno ai consumatori. Ciò significa che attualmente i clienti devono adattarsi ad alcuni cambiamenti e, se necessario, adeguare i propri consumi. *BW24 e Merkur.de di IPPEN.MEDIA.