Luglio 4, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Lo stato di vaccinazione spesso non è sufficiente: è necessaria tutta la documentazione per una vacanza sugli sci

L’aumento dell’incidenza e dei tassi di ricovero ospedaliero stanno attualmente formulando nuove regole di ricovero. A causa della nuova variante del virus Omikron, i vacanzieri devono essere preparati a cambiamenti importanti.

Questo ora vale per la tua vacanza sulla neve. Ottima panoramica!

Nota di navigazione: Ha funzionato? – Perché dovresti scansionare il tuo codice QR subito dopo la vaccinazione di richiamo

Svizzera

Per entrare, i vacanzieri hanno ora bisogno di un test PCR negativo e dei loro certificati di vaccinazione e recupero. Un secondo test dovrebbe essere eseguito sette giorni dopo l’ultimo. Sotto forma di test rapido o test PCR. Chi non si sottoporrà al test PCR sarà multato di 100 franchi svizzeri (circa 95 euro). L’obbligo della PCR si applica sia ai vaccinati che ai guariti.

Secondo l’Ufficio federale della sanità pubblica, il paese lo regola in diversi valichi di frontiera. Eccezioni si applicano ai minori di 16 anni. Inoltre, la Svizzera richiede un modulo di iscrizione. I cittadini tedeschi sono esenti da questo documento quando entrano dalla Baviera o dal Baden-Wர்டrttemberg. Il suo background è che “si verifica uno stretto scambio economico, sociale e culturale”.

Secondo il Robert Koch Institute (RKI), la Svizzera è un’area ad alto rischio per il Central Foreign Office. Coloro che vi soggiornano per più di 24 ore e non sono vaccinati e non si riprendono dovrebbero essere posti in isolamento per 10 giorni dopo il viaggio di ritorno, dai quali potranno mettersi alla prova anticipatamente il quinto giorno. Chi è stato vaccinato e chi è guarito ha bisogno della sua prova Questo è il modulo di iscrizione Completare.

READ  Pesca Sportiva - Emozionante vittoria ai Mondiali in Italia per i pescatori sportivi dei Grimes

Al momento non è necessario utilizzare le funivie. Nelle aree interne del settore della ristorazione, le persone dai 16 anni in su richiedono la certificazione 3G.

L’area Samnaun Sky, che fa parte della rete Sky con Ischgl in Austria, che richiede la certificazione 2G, ha delle eccezioni a queste regole. Ci vuole la mascherina Chiuso vale per tutti i treni di montagna e le funivie, gli impianti di risalita e gli edifici di seggiovie e stazioni, le aree di attesa e i punti vendita di biglietti per gli impianti di risalita.

App Corona-Alert per Android e iOS:

Italia

Per entrare, i vacanzieri devono provare la vaccinazione, il recupero o un test corona negativo. Inoltre, è necessario compilare un modulo di iscrizione.

La regola 3G si applica in tutta Italia. Tutti gli appassionati di sport invernali di età pari o superiore a 12 anni devono fornire prove per la vaccinazione, il recupero o i test sotto forma di certificato del governo digitale dell’UE. Le sedie con cabinovie chiuse e cappe possono essere utilizzate solo fino all’80%. Dall’età di sei anni, i viaggiatori devono osservare intervalli di sicurezza e indossare una maschera.

Le persone che vogliono mangiare in un ristorante o in un cottage e hanno 12 anni o più devono presentare la prova della vaccinazione o del recupero (“Super Green Pass”). Gli hotel hanno bisogno della certificazione 3G.

Dal 1 gennaio 2022, gli sciatori sono obbligatori In Italia Assicurazione di responsabilità che copre danni materiali e lesioni personali durante lo sci o lo snowboard. Ciò deve essere dimostrato in loco, altrimenti deve essere stipulata un’assicurazione di responsabilità civile giornaliera. Secondo i media italiani costano 2,50 euro al giorno.

READ  Hyundai: continua la rivolta italiana in Kenya/WRC

Inoltre, i caschi saranno obbligatori per i bambini e i giovani sotto i 18 anni. Inoltre, gli appassionati di sport invernali dovrebbero aspettarsi esami dell’alcol e multe per la guida sotto l’effetto dell’alcol. Gli sciatori possono essere multati fino a 1000 per aver guardato troppo in profondità nello specchio.

Francia

Le prove per la vaccinazione, il recupero o il test corona negativo si applicano all’ingresso. Inoltre, è necessario compilare un modulo di iscrizione.

Gli appassionati di sport invernali devono dimostrare la vaccinazione, il recupero o un test negativo ovunque man mano che il numero di corona aumenta.

A partire dagli 11 anni è necessario indossare la mascherina sulle funivie e sulle file. Nei ristoranti e nei caffè, il controllo 3G (vaccinato, guarito, testato) si applica ai visitatori di età pari o superiore a 12 anni e 2 mesi e oltre. Il test corona negativo non deve essere più vecchio di 24 ore.

Austria

Il 3G si applica al confine con l’Austria. Quando entrano in Austria, i vacanzieri devono essere vaccinati, soccorsi o avere un risultato PCR negativo. Corona virus Verrà messo alla prova.

Coloro che non sono stati vaccinati e non si sono ripresi sono spesso esclusi dal sito. Chiunque nelle aree sciistiche austriache viaggi La regola 2G deve essere seguita negli ascensori e nelle funivie. Può essere trasportato solo da chi è stato vaccinato o è guarito. Sono esenti i bambini fino a 12 anni.

La mascherina FFP2 è obbligatoria per gli appassionati di sci dai 15 anni in su con piazzole di accesso per cabinovie, seggiovie coperte e ascensori. La protezione della bocca e del naso è adeguata per i bambini dai 7 ai 14 anni.

READ  Italia: Milan Ultras con ballo corona emozionale nel Derby

Poiché la regola 2G si applica nei ristoranti e negli hotel, i bar après ski devono essere chiusi. I rifugi in Tirolo e Vorarlberg, Carinzia, Stiria e Salisburgo riapriranno il 17 dicembre. In Alta Austria, il blocco continuerà fino al 16 dicembre, compresi coloro che sono stati vaccinati.

Cosa si applica in Baviera, Bassa Sassonia, Sassonia-Unhold e Co?

L’accesso al comprensorio sciistico è possibile solo con una fonte 2G, quindi i visitatori devono essere vaccinati o guariti. Questo viene controllato prima di andare al parcheggio. In cambio, gli ospiti ricevono un nastro attraverso il quale possono dimostrare il loro stato. La mascherina FFP2 deve essere indossata su tutti gli ascensori, funivie e aree interne. Inoltre, gli appassionati di sport invernali devono registrare il proprio alloggio tramite il processore Luca.

Chi è stato vaccinato e guarito non deve più mostrare un test negativo al test corona.

In Baviera, invece, le grandi cabine delle funivie con una capacità di oltre dieci spettatori possono far salire un quarto del numero massimo di ospiti. “È chiaro che quadruplicherà i tempi di attesa”, ha detto Verina Aldenhofen, portavoce della Zugspitzbahn bavarese.