Luglio 4, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Lo Stadio Olimpico di Roma sarà intitolato alla leggenda italiana?

L'interno dello stadio può essere visto da un ampio angolo.  La squadra sta in campo e ascolta gli inni nazionali.

Studio Olympico a Roma il 3 luglio 2021 durante la partita del Campionato Europeo tra Inghilterra e Ucraina.

A Napoli, l’ex Studio San Paulo è stato recentemente ribattezzato Studio Diego Armando Maradona in onore dell’ex calciatore argentino di livello mondiale. Ora qualcosa di simile sta per succedere a Roma.

Lo Stadio Olimpico di Roma, capitale d’Italia, potrebbe presto avere un nome diverso. L’AS Roma e i rivali locali della Lazio hanno in programma di nominare una leggenda del calcio italiano per un tempio dello sport in cui giocano i propri giochi.

Il campione del mondo tedesco, guidato dall’allenatore Franz Beckenbauer (76) per la terza volta nella vittoria per 1-0 sull’Argentina nel 1990, ha intitolato lo stadio al compianto Paulo Rossi (64).

Gianni Infantino: “I giovani devono ricordare Paulo Rossi”

“I giovani devono ricordare Paulo Rossi”, ha detto a Radio Angio Sport il presidente della FIFA Gianni Infantino, 51 anni. Rosie è morta il 9 dicembre 2020 all’età di 64 anni.

Portiere Nel 1982 ha vinto la finale contro la Nazionale italiana per 3-1 contro la Germania, diventando Campione del Mondo e capocannoniere ai Mondiali. Ha segnato sei gol ai Mondiali in Spagna, un gol in più dell’attaccante tedesco. Carl Haynes Rummenick (66). In totale, il toscano Rossi Squadra ha segnato 20 gol in 48 presenze con la nazionale Azura.

Pavlo Rossi china la testa e le mani sui fianchi, Carl Heinz Forster gli cammina accanto.

Pavlo Rossi e Carl Heinz Forster nella finale dei Mondiali tra Italia e Germania l’11 luglio 1982 a Madrid.

Rossi non ha mai giocato in uno dei due maggiori club della Roma, ma ha giocato per Juventus, Torino, Milan, Perugia, Vicenza e Hellas Verona. Nel 1984 ha vinto il trofeo della Coppa dei Campioni con Zhou, e l’anno successivo ha vinto il Trofeo dei Campioni d’Europa con la “Vecchia Signora” allo stadio Heisel di Bruxelles. La partita di Bruxelles ha causato grande panico nell’arena, in cui sono stati uccisi 39 spettatori.

Il governo dovrebbe considerare di cambiare il nome

La maggioranza della Camera dei Rappresentanti a Roma ha approvato un decreto che obbliga il governo a valutare se fosse possibile rinominare i locali. Tra i promotori del movimento c’è il presidente della Fifa Gianni Infantino.

Gabriel Gravina, 68 anni, presidente della Federcalcio italiana, ha presentato una proposta per intitolare lo stadio nella capitale italiana Rossi. (jm / sid)

READ  DFB Youth: nemici forti per l'U19: lotta con Italia e Belgio