Giugno 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

L’Iran dirotta due petroliere greche per rappresaglia: “Queste azioni sono praticamente pirateria” – Politica all’estero

Sembra essere una vendetta per la confisca del petrolio…

Le Guardie Rivoluzionarie iraniane hanno dichiarato di aver dirottato due petroliere greche nel Golfo Persico venerdì.

Tutto è avvenuto dopo che Atene ha aiutato gli Stati Uniti a sequestrare una petroliera iraniana per presunte violazioni delle sanzioni nel Mediterraneo. Quindi venerdì, l’Iran ha minacciato “misure punitive”.

Il ministero degli Esteri greco ha dichiarato di aver inviato una chiara lettera di protesta all’ambasciatore iraniano ad Atene in merito al “sequestro forzato di due navi battenti bandiera greca” nel Golfo Persico.

“Questi atti sono in realtà pirateria”, si legge in un comunicato diffuso dal ministero.

Venerdì, un elicottero iraniano è atterrato sulla nave battente bandiera greca Delta Poseidon in acque internazionali, a circa 22 miglia nautiche dalla costa iraniana.

Quindi uomini armati catturarono l’equipaggio. Le nazionalità del resto dell’equipaggio non sono state menzionate.

“Un incidente simile è stato segnalato da un’altra nave battente bandiera greca con sette cittadini greci a bordo vicino alla costa iraniana”, ha affermato il ministero. Secondo le informazioni preliminari, la seconda nave è la petroliera “Prudent Warrior”.

Atene ha chiesto il rilascio immediato delle navi e dei loro equipaggi, affermando che le misure avrebbero “conseguenze particolarmente negative” per le relazioni bilaterali e le relazioni dell’Iran con l’Unione Europea, di cui la Grecia è membro.

Un funzionario del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha affermato che le due navi sequestrate dall’Iran si sono avvicinate alle acque territoriali iraniane venerdì prima di andare alla deriva nelle acque iraniane.

READ  Molte centrali sono fallite: i reattori nucleari lasciano i francesi nei guai in inverno

Le navi hanno anche spento i loro dispositivi di localizzazione, ha detto il funzionario, un altro segnale di avvertimento. Tuttavia, nessuna delle navi ha emesso una richiesta di soccorso o richiesto assistenza, ha affermato il funzionario.


La seconda nave è stata catturata: la petroliera “Prudent Warrior”Foto: scavo navale

Le tensioni tra Iran e Occidente rimangono alte a causa dello stallo dei negoziati sul programma nucleare iraniano in rapida evoluzione.