Maggio 20, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Libri aperti: le azioni Netflix perdono il 25 percento del marketing iniziale: Netflix mentre i profitti cadono – perdono clienti | newsletter

Alla luce del basso numero di clienti, Netflix vuole reprimere gli utenti che condividono i propri dati di accesso. Ci sono anche segnali di rottura di un tabù: il leader nel mercato del live streaming sta lavorando a una versione più economica con pubblicità. Gli investitori sono scettici: mercoledì il titolo è sceso del 25,85% a 258,51$ nel pre-mercato.

Per Netflix, questo è stato il primo trimestre in cui gli abbonati sono diminuiti in più di un decennio. La conclusione è stata che circa 200.000 abbonamenti a pagamento sono andati persi nei tre mesi fino alla fine di marzo. Uno dei motivi era che l’attività in Russia si era interrotta dopo l’invasione dell’Ucraina, il che significava che 700.000 clienti sono stati persi in un colpo solo. Ma anche con 500.000 abbonati in crescita, Netflix avrebbe perso la sua previsione di 2,5 milioni. Peggio ancora: per il trimestre in corso, il servizio prevede di perdere circa due milioni di clienti. Netflix sta introducendo nuovi episodi di serie di successo come Stranger Things e film di successo come “The Grey Man” con la star di Hollywood Ryan Gosling all’inizio di forti produzioni.

Complessivamente, il numero di clienti nel mondo è sceso a 221,6 milioni alla fine del trimestre. Come è successo? La direzione del fondatore e co-presidente Reed Hastings ha citato “fattori al di fuori del nostro controllo” come il lento aumento della quota di smart TV con connessione Internet, la guerra russa in Ucraina e l’inflazione.

L’analista John Hodulik della principale banca svizzera UBS ha scritto in uno studio che le aspettative del primo e del secondo trimestre erano inferiori alle aspettative. Il modello di business è attualmente messo alla prova. Prevede che l’aumento della concorrenza, i venti contrari economici e la saturazione del mercato influiranno sulla crescita degli abbonati in questo momento. Con questo in mente, ha tagliato il suo obiettivo di prezzo da $ 575 a $ 355 e ha rimosso il suo rating di acquisto sul titolo, che ora lo considera neutrale.

READ  Anche elettrico on demand: torna Fiat Scudo

Soprattutto, Netflix è una spina nel fianco per i clienti che condividono i propri dati di accesso con altri. Il servizio stima che oltre 100 milioni di famiglie utilizzino un abbonamento gratuito. Quando la crescita era ancora alta, ha detto Hastings, le persone hanno chiuso un occhio. Ma ora Netflix non vuole più restare a guardare.

“Ad esempio, se hai una sorella che vive in un’altra città e vuoi condividere con lei il suo abbonamento a Netflix, è fantastico. Non stiamo cercando di fermarlo”, ha affermato Greg Peters, Product Manager. “Ma chiederemo loro di pagare di più per questo”. Ad esempio, Netflix può utilizzare gli indirizzi IP per determinare dove gli utenti accedono al servizio. Peters ha affermato che potrebbe volerci un anno prima che il sistema sia operativo e utilizzato in tutto il mondo.

All’inizio della pandemia di coronavirus, Netflix era ancora considerato uno dei maggiori vincitori della crisi, con una crescita di 37 milioni di clienti nel solo 2020. Ma ora si dice che il rinforzo abbia oscurato la visione.

In qualità di leader, Netflix inizialmente è riuscita a guadagnare terreno quasi senza ostacoli nel settore dello streaming video. Ma nel frattempo, c’è sempre più concorrenza, anche da parte di Disney, Amazon, Apple e HBO Max della Warner. Alcuni anni fa, Hastings, con un tocco di arroganza, ha definito il gioco online “Fortnite” il concorrente più feroce, e ora ammette che il concorso “ha pubblicato alcuni film e serie molto buoni”.

Gli osservatori del settore vedono anche un problema con la strategia di Netflix di inondare lo spettacolo con una marea di contenuti, a volte sacrificando la qualità. Un concorrente come la Disney, d’altra parte, fa affidamento su una manciata di serie elaborate basate su personaggi famosi degli universi “Star Wars” e Marvel, che obbligano i clienti per un periodo di tempo più lungo con un episodio a settimana.

READ  Cambiamenti nel 2022: novità e divieti a Lidl, Aldi e Rewe

Per riprendere la crescita, Netflix è anche disposta a scuotere uno dei più grandi tabù e offrire un abbonamento più economico con pubblicità sparse. Netflix non aveva mai visto niente del genere – Hastings non ci pensava molto. Sebbene sia ancora colpito dalla semplicità dell’abbonamento, “Mi piace di più dare ai consumatori una scelta”, ha affermato. Netflix è ora aperto al modulo pubblicitario. “Lo stiamo esaminando e stiamo cercando di risolverlo in un anno o due”. Dettagli come la personalizzazione dell’annuncio possono essere lasciati anche ad altri.

L’ultima volta che Netflix ha visto un calo degli abbonati è stato un quarto dei suoi abbonati nell’ottobre 2011. Nonostante il calo, Netflix è ancora molto più avanti della concorrenza. Per fare un confronto: il grande concorrente Disney+ aveva quasi 130 milioni di clienti alla fine del 2021. Ma anche Netflix ha dovuto tagliare i suoi profitti nell’ultimo trimestre. E il surplus è sceso rispetto all’anno precedente di circa il sei per cento a 1,6 miliardi di dollari (1,5 miliardi di euro). Sebbene le vendite siano aumentate di circa il dieci percento a 7,9 miliardi di dollari, non hanno superato le aspettative degli analisti. Le azioni di Netflix sono già diminuite di oltre il 40% dall’inizio dell’anno. Il rapporto trimestrale ha influito anche sui prezzi di altri fornitori di servizi di trasmissione.

LOS GATOS (dpa-AFX)

Altre notizie su Netflix Inc.

Fonti immagine: Netflix