Dicembre 4, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

‘Left to Die’: una donna si sveglia da un coma di due anni e nomina i colpevoli

“lasciato a morire”
Una donna si sveglia da un coma di due anni e nomina i colpevoli

I paramedici credevano che Wanda Palmer fosse morta quando si scoprì che aveva subito gravi ferite alla testa nella sua casa del West Virginia nell’estate del 2020. È sopravvissuta ma è rimasta in coma per molto tempo. A causa della mancanza di informazioni, l’atto di violenza rimane irrisolto. Quando la donna si sveglia, le indagini possono essere chiuse.

Due anni dopo essere caduta in coma a causa di un attacco, una donna negli Stati Uniti si è svegliata di nuovo e ha appreso che suo fratello era il colpevole. “Wanda Palmer è stata aggredita, picchiata e lasciata morire, si è svegliata per assistere all’arresto del suo aggressore, suo fratello, Danielle Palmer”, ha detto la polizia di stato del West Virginia.

La 51enne è stata scoperta coperta di sangue nella sua casa di Cottageville nel giugno 2020. Secondo un rapporto della Cnn, la donna è stata trovata in piedi sul divano. I paramedici che sono stati chiamati inizialmente pensavano che fosse morta, ma poi si sono resi conto che Wanda Palmer stava ancora respirando. Ha riportato gravi ferite alla testa durante l’attacco. La ferita indica che è stata colpita con un machete o un’ascia. L’arma del delitto non è mai stata trovata e non c’erano registrazioni video o testimoni oculari. Ecco perché gli inquirenti hanno armeggiato nel buio per due anni.

Ma ora, dopo il risveglio dal coma, la vittima è stata in grado di identificare lui stesso il colpevole: secondo la polizia, Wanda Palmer non riusciva ancora a pronunciare frasi complete, ma è riuscita a rispondere chiaramente “sì” e “no” e così l’ha licenziata fratello maggiore 55 anni da quando il nome dell’attaccante è Daniel. Fu arrestato e accusato di tentato omicidio.

READ  Stratega militare: "Con questi metodi la Russia vince la guerra nel Donbass"