Leader del mercato globale contro le auto elettriche: puntano sui nuovi motori a combustione

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."

Mentre la maggior parte delle case automobilistiche punta interamente sulla mobilità elettrica, Toyota sta adottando un approccio diverso. Il più grande produttore di automobili del mondo vuole introdurre sul mercato nuovi motori a combustione e ha già trovato partner di cooperazione.

L’azienda automobilistica giapponese Toyota non vuole puntare esclusivamente sulla mobilità elettrica. Invece, il gruppo ha presentato progetti per nuovi motori a combustione insieme ai rivali giapponesi Subaru e Mazda il 28 maggio, ha riferito il Daily Mail britannico. Handelsblatt. Secondo Toyota, non deve necessariamente funzionare con combustibili fossili. Quasi tutti i motori a combustione dovrebbero funzionare con biocarburanti senza problemi e senza conversione, contribuendo così alla protezione del clima.

Piccolo e versatile

Si dice che i motori da 1,5 e 2,0 litri ora offerti dalle aziende siano molto più piccoli dei motori a combustione convenzionali. Gli sviluppatori vogliono anche risparmiare il 10% in termini di peso rispetto ai modelli esistenti. In generale, i motori devono funzionare con emissioni particolarmente basse, soprattutto con carburanti sintetici.

Toyota vuole rispondere ai mercati globali

Poiché, a differenza dell’Europa, in molte regioni la fine dei motori a combustione non è ancora stata decisa, Toyota insiste nel seguire un percorso aperto verso questa tecnologia. Il CEO Akio Toyoda è convinto che in futuro la quota di mercato globale dei veicoli elettrici non supererà il 30%. Secondo lui, il resto andrà ai veicoli a celle a combustibile e agli ibridi, nei quali la Toyota ha già ottenuto grandi successi. Tuttavia, non è ancora del tutto chiaro come Toyoda abbia ottenuto numeri così bassi per le auto completamente elettriche. Secondo le previsioni degli analisti di Goldman Sachs Research, le auto elettriche potrebbero essere disponibili in tutto il mondo già nel 2035. Vendo auto seminuove Spegnere. Due esempi estremi mostrano anche che i singoli mercati possono raggiungere quote di elettricità molto più elevate: la ricca Norvegia, ad esempio, ha registrato oltre l’80% delle nuove immatricolazioni di elettricità nel 2023, e quest’anno l’Etiopia ha rapidamente imposto un divieto sull’importazione di automobili a combustione, garantendo In realtà al 100%. Quota di elettricità perché il paese non ha una propria industria automobilistica.

Sembra inoltre che l’idea di Toyoda di continuare a fare affidamento sulle auto a celle a combustibile sia di scarso vantaggio per il mercato di massa. Dieci anni dopo l’introduzione della Toyota Mirai con motore a celle a combustibile, l’espansione delle stazioni di servizio in Germania si è praticamente fermata, in Danimarca tutte le stazioni di rifornimento di idrogeno sono state chiuse, e in paesi come Francia, Spagna, Italia e Polonia Non c’è fornitura a livello nazionale, e nei prezzi dell’idrogeno l’innovazione della California è alle stelle. Pertanto l’attuale Mirai dovrebbe essere offerto lì a prezzi molto bassi.

Fahrer dice: Il coraggio della disperazione o semplicemente la perdita di contatto?

Gli attuali dati di vendita e di business dimostrano che Toyota ha ragione: con i motori a combustione si potrà guadagnare un’incredibile quantità di denaro nel 2023. Nessuno può immaginare quanto di questo profitto rimarrà se i mercati più importanti di Europa, Stati Uniti e Cina si attengono a questa strategia. Naturalmente, e l’esempio dell’Etiopia dimostra che anche i cosiddetti “mercati emergenti” non sono una scommessa sicura per un produttore di motori a combustione. Alla fine potrebbero evitare il rifornimento di combustibili fossili e passare direttamente alle auto elettriche.

Sottolineare l’idoneità dei combustibili sintetici e organici è uno stratagemma di marketing trasparente. Questi carburanti sono progettati per funzionare con il maggior numero possibile di motori esistenti. Toyota certamente non ha un punto di forza unico.

L’attuale gamma di prodotti dimostra che Toyota è rimasta impietosamente indietro quando si tratta di veicoli elettrici. Toyota scommette che il motore a combustione sopravvivrà a lungo. Se i tempi del diesel e della benzina stanno finendo, finirà anche quello della Toyota come leader del mercato globale.

Related articles

Spagna – Italia: Disgustosa provocazione dei tifosi! Ecco perché lo Schalke viene fischiato

Ecco come domina il favorito! Nella finale preliminare, la Spagna ha vinto 2-0 contro un'altra contendente al...

Questo cavo USB-C a doppia porta condivide in modo intelligente l’alimentazione

Alimentatori e cavi: la maggior parte dei nostri lettori probabilmente ne ha alcuni a casa. I cavi...