Gennaio 27, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Le emittenti si rifiutano: nessuno vuole trasmettere la Formula 1 in tv gratis? | gli sport

Sky non ha trovato un partner TV gratuito per la Formula 1?

Dopo che RTL ha annunciato che avrebbe rinunciato alla stagione 2023, altre emittenti stanno ora rifiutando.

Meglio degli intoccabili L’Arsenal è pronto per il suo primo trofeo in 19 anni?

L’emittente ha dichiarato all’agenzia di stampa dpa che ARD non si occupa di Formula 1. Alla ZDF, la serie di corse non rientra nella filosofia, perché non vogliono trasmettere il motorsport con motori a combustione. Entrambe le emittenti pubbliche hanno già mandato in onda la Formula E.

ProSiebenSat.1, che mostra già molto motorsport con Formula E e DTM, al momento non dovrebbe essere interessato. Ciò può anche essere dovuto all’elevato costo dei diritti. Sky deve pagare 50-55 milioni di euro a stagione per la Formula 1. Con 23 gare da disputare, guadagna circa 2,4 milioni di euro a Gran Premio. Per quattro gare televisive gratuite, sarebbero circa dieci milioni di euro.

Sky è ancora obbligata a trasmettere gratuitamente almeno quattro gare nel 2023 e nel 2024. Solo allora entrerà in vigore il nuovo contratto. L’anno scorso, l’emittente televisiva a pagamento ha prorogato anticipatamente il contratto fino al 2027. Dal 2025, solo una gara – il Gran Premio di Germania, se ce n’è una – deve essere trasmessa in TV gratuita.

Ma cosa sta succedendo ora con i diritti? Al momento non esiste un’emittente con sufficiente solidità finanziaria. Se Sky non riesce a trovare un partner TV in chiaro, potrebbero teoricamente esserci altri modi per adempiere al contratto con la Formula 1. Le trasmissioni online gratuite possono essere concepite tramite la home page di Sky Sport o sul canale YouTube.

READ  Denis Shapovalov rimprovera i tifosi della Roma durante il match contro Lorenzo Sonego: "State zitti!"

Tuttavia, in questo caso, il provider di pay TV non può guadagnare denaro per la sublicenza. Quindi, la ricerca continuerà sicuramente e se i prezzi scenderanno, le stazioni TV gratuite potrebbero essere nuovamente interessate.