Le auto elettriche richiedono più riparazioni rispetto ai motori a combustione

Date:

Share post:

Saveria Marino
Saveria Marino
"Analista incredibilmente umile. Esperto di pancetta. Orgoglioso specialista in cibo. Lettore certificato. Scrittore appassionato. Difensore di zombi. Risolutore di problemi incurabile."
  1. tz
  2. le auto

Insiste

Alcuni sono convinti che le auto elettriche siano meno soggette a riparazioni rispetto ai motori a combustione. Uno studio americano dimostra ora che è vero il contrario.

Nelle auto elettriche ci sono meno componenti che in quelle a combustione. Quindi – almeno in teoria – si potrebbe verificare una minore usura e quindi meno danni. Ma secondo un recente studio condotto da una società di ricerche di mercato americana Dinaro energetico Si tratta di un falso presupposto: i dati analizzati mostrano che i veicoli elettrici e ibridi necessitano di più riparazioni rispetto ai veicoli a combustione in tutte le categorie di riparazione.

Secondo un’analisi di una società di ricerche di mercato americana, le auto elettriche richiedono molte più riparazioni rispetto ai motori a combustione. (Un’immagine simbolica) © Marijane Murad/DPA

Le auto elettriche e ibride necessitano di riparazioni da parte dei concessionari tre volte più spesso rispetto ai motori a combustione

“I proprietari di BEV e PHEV avanzati e ad alta tecnologia devono affrontare problemi così gravi che hanno tre volte più probabilità di portare il loro nuovo veicolo da un concessionario rispetto ai proprietari di veicoli a benzina”, ha affermato Frank Hanley, direttore senior del benchmarking automobilistico. In Dinaro energetico. Un altro studio non molto tempo fa è giunto a una conclusione simile: anche questo studio ha dimostrato che le auto elettriche devono andare in officina più spesso delle auto a combustione.

Puoi trovare argomenti automobilistici più interessanti nella newsletter gratuita del nostro partner 24.auto.de.

Nello studio di J.D. Power Non sono state esaminate solo le visite di riparazione presso i concessionari autorizzati, ma è stato chiesto ai clienti anche la loro opinione sulle loro auto. Sono emersi, tra gli altri, i seguenti problemi:

  • Fu inondato di avvertimenti: Molti proprietari di auto non capiscono perché la loro auto li avverte. Molte persone hanno interpretato male il “Back Seat Reminder”: questo sistema ha lo scopo di evitare che bambini o animali domestici vengano lasciati accidentalmente sul sedile posteriore, ma alcuni credono che la tecnologia avvisi se la cintura di sicurezza non è allacciata. Altri sistemi di assistenza che mirano effettivamente a salvare vite umane e ridurre gli infortuni – come il Reversing Assist, che sarà obbligatorio nell’UE dal 7 luglio 2024 – hanno infastidito i conducenti con avvisi imprecisi.
  • Difficoltà operative: Anche funzioni semplici come l’attivazione del tergicristallo o la regolazione dello specchietto retrovisore pongono problemi agli utenti delle auto moderne. Lo stesso vale per le app per smartphone dei produttori e anche in questo caso le auto elettriche si rivelano particolarmente problematiche. Un esempio che fa arrabbiare molte persone, secondo lo studio, è che Tesla ha cambiato il modo di operare: l’indicatore di direzione ora viene azionato tramite il volante.
  • Cose dentro: Un problema che, secondo le ricerche, sta diventando sempre più comune è l’odore sgradevole dei veicoli. I proprietari descrivono che gli odori fastidiosi provengono dal riscaldamento, dall’aria condizionata o dalla ventilazione. Il problema degli odori è peggiorato rispetto al 2023 per tutti i marchi, ad eccezione di Kia e Nissan.

Related articles