L'Africa Corps della Russia: la nuova strategia militare di Putin per l'Africa

Date:

Share post:

Edoardo Borroni
Edoardo Borroni
"Fanatico di alcol esasperantemente umile. Praticante di birra impenitente. Analista."

Al: 18 febbraio 2024 alle 11:03

Da anni i mercenari del gruppo Wagner combattono ufficiosamente in Africa per conto della Russia. Dopo la morte del suo capo Prigozhin, il Cremlino crea una nuova forza direttamente subordinata al Ministero della Difesa: il “Corpo africano”.

Scritto da Jean-Marie Magro, ARD Studio Africa nordoccidentale

Tre mesi fa il gruppo Wagner ha festeggiato in Mali uno dei suoi più grandi successi. In collaborazione con l'esercito maliano, hanno liberato la città di Kidal, nel nord del paese. Dal 2012 Kidal non è più controllata dalla capitale maliana, Bamako, ma prima da milizie terroristiche jihadiste e poi da gruppi ribelli.

Per diverse ore la bandiera del gruppo paramilitare Wagner ha sventolato sul castello di Kidal. A congratularsi è stato un canale russo sull'applicazione Telegram, il canale Afrika Korps Telegram, come ha appreso il quotidiano francese Le Monde.

Ed è proprio l'Afrika Korps che il Gruppo Wagner dovrebbe sostituire. Il nome si basa sull'Afrika Korps del Terzo Reich, che combatté in Tunisia, Libia ed Egitto tra il 1941 e il 1943.

Africa Corps diretto a Ministero della Difesa Presumibilmente

La differenza con il gruppo Wagner è che sulla carta si trattava di una società di sicurezza privata guidata da Yevgeny Prigozhin. Ma dopo la fallita rivolta, lui e il resto del comando di Wagner morirono in un incidente aereo il 23 agosto. Per molto tempo non è stato chiaro cosa sarebbe successo dopo con le forze mercenarie in Africa.

A differenza di Wagner, l'Afrika Korps è affiliato al Ministero della Difesa russo. C'è una grande differenza, dice l'ex agente del KGB Sergei Chernov ARD Studio Africa Nord Occidentale Nell'intervista: “Perché questa unità dipende chiaramente dallo Stato russo. Lo Stato russo deve essere responsabile di tutto ciò che fa l'Afrika Korps”. Ad esempio, nelle negoziazioni davanti ai tribunali internazionali.

Zhirnov è stato impiegato come agente russo in Francia e in vari paesi dell'America Latina, tra gli altri luoghi. Lui e il presidente russo Vladimir Putin si sono incontrati durante il loro allenamento. Nel 2001, l'autore di best-seller di oggi fuggì in Francia perché accusato di aver pubblicato segreti di stato su Internet e fu processato.

Due volte più grande di Wagner

Secondo le autorità russe, 20.000 persone lavorano nell'Africa Corps. Il gruppo di Wagner contava al massimo 10.000 persone, molto probabilmente meno. Chernau afferma che recluteranno principalmente persone addestrate nei servizi di intelligence. Agli ex mercenari Wagner furono assegnati contratti di lavoro.

Sebbene la maggior parte di loro abbia aderito, le cose stanno ribollendo nell'organizzazione, dice Chernov: “I migliori mercenari di Wagner non ricordano Putin con favore. Non hanno dimenticato né sono venuti a patti con la tragica fine della loro leadership intorno a Prigozhin, come i russi lo stato ha fatto a Wagner”. “Ciò potrebbe portare a tensioni.”

I primi membri sbarcarono in Burkina Faso

Il primo gruppo di truppe dell'Africa Corps è arrivato a Ouagadougou, capitale del Burkina Faso, alla fine di gennaio. Qui sono di stanza 100 persone, e presto diventeranno 300. L'organizzazione ha fatto sapere via telegramma che proteggerà il presidente ad interim Ibrahim Traoré e la popolazione dagli attacchi terroristici.

Alla domanda se anche i russi avrebbero combattuto, Traoré ha risposto in un'intervista: “No, non ci sono russi che combattono sul nostro territorio. Ma se la situazione lo richiede, saranno lì. Ve lo prometto”. Nella regione del Sahel, le forze militari hanno recentemente preso il potere in diversi paesi. Traoré è uno di questi, ma ci sono stati colpi di stato anche in Mali e Niger.

Sergei Zhirnov ritiene che Putin si occupi facilmente di personaggi come Traoré: “Putin sta spingendo i paesi africani verso una maggiore tensione”. Perché più conflitti rendono più facile per Putin manipolare i dittatori. “In alcuni paesi non sono stati nemmeno i generali a compiere il colpo di stato, ma comandanti e luogotenenti che non avevano assolutamente idea di come guidare il paese”.

Armi, oro e diamanti

Mentre i soldati dell’ex padrone coloniale, la Francia, e le forze delle Nazioni Unite si ritiravano, la Russia e altri paesi si sedevano a guardare. Traoré dice che hanno meno paura di fornire armi pesanti.

“Ci sono molti paesi – Russia, Cina, Turchia, Corea del Nord – che non impongono alcuna restrizione – ha detto Traoré – L'Iran ci fornisce tutto. Ci scrive una fattura e se possiamo pagare, paghiamo”. “Ma i paesi che hanno schierato qui i loro soldati, nostri presunti amici, erano diversi. Alcuni non volevano nemmeno fornirci armi letali”.

Ma perché Putin spende così tante risorse per il Corpo africano e allo stesso tempo conduce una guerra in Ucraina, dove la Russia ha già perso centinaia di migliaia di persone? Il volume degli scambi commerciali tra la Russia e tutti i 54 paesi del continente ammonta complessivamente a soli 18 miliardi di euro circa. La Russia difficilmente importa prodotti in Africa, ma piuttosto li esporta, soprattutto armi. Cosa offrono paesi come il Burkina Faso alla Russia oltre ai mercati delle armi?

Traore lo nega, ma i paesi vicini come il Ghana e i paesi occidentali ritengono che le risorse naturali come le miniere di oro e diamanti siano a rischio. Zhirnov spiega che Putin è convinto che in Africa ci siano ancora ricchezze da saccheggiare. “La Russia può chiedere quello che vuole, si comporta come un predatore nel continente”.

Oltre a Mali e Burkina Faso, le forze dell’Africa Corps dovrebbero operare anche in Libia, Repubblica Centrafricana e, in misura minore, Niger. La domanda è se la Russia riuscirà a dimostrare la propria capacità di essere qualcosa di più di un semplice fornitore di armi e causa del caos. Se si guardano i dati economici e i risultati ottenuti finora emergono dei dubbi.

Jean-Marie Magro, Terra di Rabat, Tagesschau, 16 febbraio 2024, 21:34

Related articles

La leggenda dell’Italia Buffon arriva agli Europei: “Nel 2006 era così…”

{ "placeholderType": "BANNER"}La leggenda dell'Italia arriva a EM Non era però prevista una trasferta a Duisburg, dove 18...

La piccola centrale nucleare di Bill Gates è in costruzione

Terrapower, finanziato da Bill Gates, sta implementando il...

Scoperta della NASA sul Pianeta Rosso: un buco su Marte potrebbe garantire la sopravvivenza degli astronauti

Nella zona del vulcano spento Arsia Mons, parte del gruppo vulcanico Tharsis Montes su Marte, il Mars Exploration...