Febbraio 27, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Lacrime di Michael Schumacher: il suo caro amico ha avuto un ictus prima della gara di Formula 1

Lacrime di Michael Schumacher: il suo caro amico ha avuto un ictus prima della gara di Formula 1
  1. tz
  2. Gli sport
  3. Formula 1

Michael Schumacher, come mostra l'attuale documentario ARD, non è stato solo un grande pilota durante la sua carriera, ma anche una persona piena di emozioni.

MONACO DI BAVIERA – Per molti appassionati di sport, Michael Schumacher, che circa dieci anni fa subì un grave incidente sugli sci con conseguente trauma cranico, è soprattutto una cosa: una leggenda assoluta della Formula 1 che ha saputo incantare intere generazioni del motorsport. Nel nuovo documentario ARD “Being Michael Schumacher”, i successi sportivi dell'icona delle corse vengono debitamente onorati. Le scene si alternano ancora e ancora mentre diventa chiaro quale persona appassionata ed empatica fosse Schumacher durante la sua carriera attiva.

Michael Schumacher
bambino: 3 gennaio 1969 a Hörth
bambini: Mick Schumacher, Gina Maria Schumacher
Titolo Mondiale di Formula 1: 1994, 1995, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004

Michael Schumacher piange: un buon amico ha avuto un ictus prima della gara di Formula 1

In una serie di documentari televisivi in ​​più parti, Sabine Keim, manager di Michael Schumacher, parla della stagione 2000 di Formula 1. In questa occasione, il nativo di Horthen ha finalmente festeggiato la sua terza vittoria in Coppa del Mondo. Tuttavia, questa vittoria non era scontata. Dopo un buon inizio di serie in quel momento, Schumacher non riuscì a vincere quattro gare consecutive e fu costretto a cedere il suo vantaggio al rivale Mika Hakkinen. “Crebbe la paura che una situazione del genere si ripresentasse e che alla fine avremmo perso la Coppa del Mondo”, ricorda Kim. Michael Schumacher ha dovuto rinunciare ai suoi sogni di titolo solo l'anno precedente a causa di un incidente o di un infortunio.

E così è successo, dice Sabine Kim, che le pressioni da parte di diversi partiti sono aumentate sempre più. L'allora caposquadra della Ferrari, Jean Todt, aveva dato vita alla pista internamente, poco prima del Gran Premio d'Italia: “Dobbiamo vincere le prossime quattro gare, altrimenti non abbiamo più alcuna possibilità di vincere il mondiale”. Campionato.” Cosa è successo? Schumacher ha resistito all'enorme pressione e ha festeggiato la sua 41esima vittoria in carriera in una gara emozionante. Al vincitore è stato chiesto quale fosse il record – che eguagliava il record personale del professionista di Formula 1 Ayrton Senna, morto in un incidente nel 1994 – in una successiva conferenza stampa gli chiese cosa significasse per lui: “Sì, significa molto per me”, ha risposto Schumacher, per poi scoppiare in lacrime davanti alla telecamera.

La leggenda della Formula 1 con le lacrime agli occhi: Michael Schumacher era sopraffatto dall'emozione dopo la vittoria a Monza (2000). Mika Hakkinen (a sinistra) e suo fratello Ralf (a destra) rendono omaggio. ©Imago/Thomas Melzer

Emotivamente Michael Schumacher: Ci sono molte ragioni e molta simpatia

Michael Schumacher è stato confortato durante la conferenza stampa da suo fratello Ralf e dal rivale Mika Hakkinen, che sembrava avere anche lui una o due lacrime che gli rigavano il viso. Sabine Kim cerca di chiarire più dettagliatamente i retroscena di questa esplosione emotiva umana nel documentario ARD: “Era comunque un po' umiliato e la pressione era molto alta – e poi è arrivata questa storia di Senna, che ha scosso tutto.”

Ma non sono solo i ricordi del tre volte campione del mondo Ayrton Senna e la pressione generale della Coppa del Mondo ad aver infastidito Schumacher. Kim dice che altri due fattori potrebbero aver avuto un ruolo. Una volta un maresciallo rimase ferito durante una gara a Monza, in Italia, e un buon amico di Michael Schumacher ebbe un ictus il giorno prima della gara. Quindi c'erano molte cose da affrontare, ma i suoi sentimenti hanno portato a Schumacher, che prima era considerato da molti una persona tranquilla e isolata, molta simpatia in seguito. È importante menzionarlo: nonostante tutte le emozioni, il tedesco è riuscito a ottenere le tre vittorie aggiuntive richieste da Todd. Ralf Schumacher ha anche recentemente condiviso con suo fratello i ricordi della sua carriera in Formula 1 condivisa. (Chunn)