La sonda solare indiana raggiunge la sua destinazione nello spazio – DW – 6 gennaio 2024

Date:

Share post:

Giampaolo Lettiere
Giampaolo Lettiere
"Esperto di birra per tutta la vita. Appassionato di viaggi in generale. Appassionato di social media. Esperto di zombi. Comunicatore."

Il ministro indiano della Scienza e della Tecnologia Jitendra Singh ha dichiarato nei servizi online che la sonda, che prende il nome dal dio indù del sole, ha raggiunto la sua orbita finale “per scoprire i segreti della comunicazione tra il Sole e la Terra”. Il razzo con il satellite è stato lanciato all'inizio di settembre dallo spazioporto indiano sull'isola di Sriharikota.

Aditya-L1 è composto da sette moduli ed è progettato per osservare gli strati esterni del Sole utilizzando rilevatori di campo elettromagnetico. L'obiettivo della missione, tra le altre cose, è comprendere meglio la dinamica del vento solare. Inoltre, verrà studiata più in dettaglio l'influenza del Sole sulla meteorologia spaziale.

Il satellite ha percorso una distanza di 1,5 milioni di chilometri, che equivale solo all'1% della distanza tra la Terra e il Sole. Nella posizione in cui si trova ora, le forze gravitazionali di entrambi i corpi celesti si annullano a vicenda, in modo che il satellite possa rimanere in un'orbita stabile.

Sulla strada per diventare una potenza spaziale

Questa è la prima volta che un paese asiatico posiziona una sonda solare in questa orbita. Il primo ministro Narendra Modi ha salutato la notizia come una “pietra miliare” per il programma spaziale indiano. “È la prova dell’impegno instancabile dei nostri scienziati”, ha spiegato sulle piattaforme online. “Continueremo a esplorare nuove frontiere della scienza a beneficio dell’umanità”.

Il primo ministro indiano Narendra Modi
Obiettivi ambiziosi nei viaggi spaziali: il primo ministro Narendra Modi (foto d'archivio)Fotografia: Adnan Obaidi – Reuters

L’India aveva già fatto la storia con una missione lunare nell’agosto dello scorso anno. Dopo aver fatto atterrare la navicella spaziale Chandrayaan-3 al polo sud del satellite terrestre, la navicella spaziale Pragyan ha iniziato ad esplorare la regione in gran parte inesplorata. Fino ad allora solo le maggiori potenze spaziali – Russia, Stati Uniti e Cina – erano riuscite a sbarcare sulla Luna.

La nuova corsa verso la Luna

Per guardare questo video, abilita JavaScript e considera l'aggiornamento al tuo browser web Supporta video HTML5

grigio/pagina (AFP, RTR)

Related articles

Scontro tra tifosi dopo la partita dell’Italia-Firmense

La polizia è soddisfatta dell'affluenza di pubblico alla Pirmasenser Schlossplatz. Nell'ambito dell'evento Pirmasenser City, venerdì alle 21...

Puoi risparmiare con il più economico E10?

tzle autostava in piedi: 16 giugno 2024, 5:02da: Michaela Brehm, Simone MonsInsisteDividePuoi davvero risparmiare con il più economico...

Immagini della parata del compleanno di Re Carlo

Home pageUn'ampia strada fiancheggiata da alberistava in piedi: 16 giugno 2024 alle 13:37da: Susan CropperInsisteDivideLa principessa Kate ha...

Buchi neri in un doppio fascio: gli astronomi osservano getti luminosi di materia

Scienze Galassie La GU 287 mostra cosa succede quando due buchi neri...