Aprile 23, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La società ha annunciato: Ora Elon Musk sta anche facendo intelligenza artificiale | Notizia

La società ha annunciato: Ora Elon Musk sta anche facendo intelligenza artificiale |  Notizia

Ora vuole fare anche AI!

Secondo un giornale, il capo di Tesla Elon Musk, 51 anni, vuole fondare una nuova società di intelligenza artificiale (AI) come concorrente dell’operatore di ChatGPT OpenAI. Il Financial Times ha riferito venerdì, citando persone che hanno familiarità con i piani, che Musk ha riunito un team di ricercatori e ingegneri.

Il capo di Twitter è anche in trattative con gli investitori di Tesla e SpaceX per essere coinvolto nella sua nuova impresa. Ha detto che aveva già assicurato migliaia di processori grafici Nvidia per il progetto. Questi chip sono utilizzati anche nei sistemi di intelligenza artificiale.

All’inizio Musk non ha commentato. Le azioni Nvidia sono diventate positive dopo la pubblicazione del rapporto. D’altra parte, le azioni Tesla sono scese dell’1,1%.

Elon Musk ha co-fondato OpenAi

Musk ha fondato OpenAI nel 2015 con l’investitore della Silicon Valley Sam Altman come startup senza scopo di lucro. Ha lasciato il consiglio di amministrazione dell’azienda nel 2018. A febbraio, il sito web di notizie tecnologiche The Information ha riferito che Musk intende creare un nuovo laboratorio di ricerca per l’intelligenza artificiale. Ha reclutato Igor Babushkin, un ricercatore che aveva lasciato il dipartimento AI di Alphabet DeepMind.

I due uomini hanno parlato di formare un team per sviluppare la ricerca sull’IA. Il progetto è ancora nelle sue fasi iniziali e non esiste un piano concreto per sviluppare prodotti specifici.

Elon Musk ha recentemente messo in guardia contro l’intelligenza artificiale

A fine marzo Musk, insieme a molti esperti del settore, ha chiesto una pausa di sei mesi nello sviluppo dell’intelligenza artificiale. “I sistemi di intelligenza artificiale forti dovrebbero essere sviluppati solo quando siamo certi che i loro effetti sono positivi e che i loro rischi sono gestibili”, ha affermato all’epoca in una lettera aperta.

Gli autori hanno messo in guardia sui pericoli dell’IA generativa, la tecnologia alla base di ChatGPT. I critici hanno accusato gli autori della lettera solo di suscitare timori. Le richieste di regolamentazione dell’IA sono aumentate giovedì dopo che la Cina ha pubblicato linee guida generali per l’orientamento ideologico dei suoi sistemi di intelligenza artificiale. (Reuters / Sì)