Dicembre 10, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La situazione militare in Ucraina: in pericolo i carri armati di Putin

Situazione militare in Ucraina
I carri armati di Putin corrono un rischio

La guerra in Ucraina sta entrando nella sua terza settimana: l’esercito invasore russo sta portando morte e distruzione nelle principali città, ma finora non ci sono stati grandi successi militari. Cosa intendono i generali di Putin in Ucraina? Guarda la mappa della situazione attuale.

Secondo il Pentagono, l’esercito russo sta cercando di circondare le città ucraine, inclusa la capitale Kiev. “Kharkiv, Chernihiv, Mariupol – vediamo questi sforzi per accerchiare e bloccare”, ha detto un alto funzionario della difesa degli Stati Uniti.

Si possono anche osservare i corrispondenti movimenti di truppe intorno alla capitale, Kiev. Il funzionario ha detto che gli attacchi russi provenivano da diverse direzioni. “Quindi quello che stiamo vedendo sono questi diversi impulsi verso Kiev”. Tentativi simili erano stati precedentemente fatti vicino a Chernihiv a nord, vicino a Sumy a nord-est, vicino a Kharkiv a est e nella città assediata di Mariupol a sud-est sul Mar d’Azov. Tuttavia, secondo fonti di Washington, probabilmente non sarà così facile per i russi conquistare la capitale ucraina come lo era prima a Kherson. Il funzionario ha affermato che Kiev è molto più grande di altre città ed è fortemente difesa.

Ha aggiunto che le forze armate russe hanno continuato la loro avanzata nelle ultime 24 ore e hanno preso il controllo di circa cinque chilometri a ovest di Kiev. Ma non è molto correlato. “Come ho detto, Kiev è ben protetta e gli ucraini stanno spendendo molte energie (…) per proteggere la loro capitale”, ha detto il funzionario statunitense. Al momento, non si può fare alcuna dichiarazione su quanto tempo impiegheranno i russi prima di lanciare un attacco su vasta scala a Kiev. In alcuni luoghi, i soldati russi sono ancora a circa 15 chilometri dal centro della città.

La strategia russa solleva molte domande tra gli esperti militari occidentali. L’imponente apparato militare appare ingombrante, scoordinato e generalmente inefficace. L’American Institute ISW ha riassunto gli attacchi russi nella grande regione di Kiev come “isolati, limitati e in gran parte senza successo”. Finora non ci sono segnali di una fondamentale riorganizzazione da parte russa. L’offensiva russa appare sempre più indiscriminata.

Finora, ad esempio, i vari attacchi da nord, est e sud sembrano perseguire diversi obiettivi. Pertanto, i leader russi rischiano di indebolire l’influenza delle loro formazioni attaccanti. Le singole colonne incontrano resistenza in molti punti. Allo stesso tempo, le forze russe devono coprire aree sempre più grandi nelle loro retrovie. Le rotte di approvvigionamento si allungano e la situazione dell’approvvigionamento più difficile.

PoliticaVideo dell’Ucraina del 10 marzo 2022

Durante l’offensiva da sud, ad esempio, le unità russe invasori dalla Crimea si divisero in diverse avanzate minori. Finora gli attacchi ai ponti fluviali vicino a Mykolaiv ea nord-ovest non hanno avuto successo. La prima linea a Mykolaiv è decisiva per la protezione del porto ucraino di Odessa: provenendo da nord-ovest, qui passa il Bug meridionale, che è un ostacolo naturale all’attacco delle forze corazzate, e sono presenti solo pochi ponti oltre i 150 km. Con i successi difensivi a Mykolaiv e Vosnesensk, gli ucraini sono stati finora in grado di impedire all’esercito russo di Crimea di avanzare verso ovest attraverso Bug.

Tuttavia, lo stato maggiore ucraino ha anche riferito di aver continuato a combattere da diverse città a nord di Cherson. Secondo quanto riferito da Kiev, l’esercito russo sta cercando di penetrare ulteriormente nel centro del Paese, sul lato occidentale del Dnepr. Nelle mappe della situazione dei servizi di intelligence occidentali si possono vedere almeno tre picchi di attacco, uno dei quali si sta già avvicinando alla città ucraina di Kryvyi Rih. Intanto, dall’altra parte del Dnepr, sulla sponda orientale, un altro attacco russo si sta dirigendo verso la città di Zaporizhia, che ha una popolazione di circa 760mila abitanti.

L’audace sviluppo delle colonne di carri armati meccanizzati russi rappresenta un grande pericolo per gli invasori: senza rifornimenti di munizioni, cibo, carburante e pezzi di ricambio, le unità combattenti russe non possono rimanere a lungo nel territorio nemico. Allo stesso tempo, i loro lati sono diventati sempre più lunghi. Imboscate, contrattacchi o fuoco diretto dell’artiglieria ucraina e delle armi anticarro sono minacciati da tutte le parti.

È possibile che le forze armate ucraine fermino l’invasione russa, hanno ipotizzato osservatori statunitensi, date le informazioni disponibili dalla zona di guerra. Nel frattempo, continuano gli attacchi aerei sulle principali città ucraine. W: L’esercito russo ha riserve molto più grandi. Ufficialmente a Mosca, l'”operazione militare speciale” di Putin nella guerra di aggressione contro l’Ucraina potrebbe portare a una dura e prolungata strategia di logoramento.

READ  Raid 'ndrangheta: arrestati 100 potenti mafiosi - Notizie dall'estero