Febbraio 26, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Russia sta trasferendo i sistemi di difesa aerea dal Mar Baltico al fronte ucraino

La Russia sta trasferendo i sistemi di difesa aerea dal Mar Baltico al fronte ucraino
  1. Home page
  2. Politica

Sembra che la Russia abbia perso numerosi sistemi di difesa aerea nella guerra in Ucraina. Ora l’enclave di Kaliningrad nel Mar Baltico servirà probabilmente da deposito di pezzi di ricambio.

Donbass – Finora la Russia ha perso 597 sistemi di difesa aerea di vario tipo nella guerra in Ucraina. Almeno questo è quanto riportato dall’Ukrainian Media Project Kiev indipendente Si basa sulle informazioni dello stato maggiore ucraino a Kiev.

La Russia probabilmente invierà diversi sistemi di difesa aerea dal Mar Baltico al fronte ucraino

Poiché le perdite nelle aree occupate tra Donbass, Zaporizhia e Dnipro sono così elevate, Mosca avrebbe ora trasferito i sistemi di difesa aerea S-400 Triumph dall’enclave di Kaliningrad nel Mar Baltico all’Ucraina. È quanto scrive il 26 novembre l’intelligence britannica nel suo rapporto quotidiano sullo stato della guerra.

Lo scorso novembre ci sono stati “insoliti ponti aerei russi”. Ciò suggerisce che i russi abbiano rimosso i sistemi di difesa aerea strategici dalla regione di Kaliningrad nel Mar Baltico “per compensare le recenti perdite sul fronte ucraino”.

Sistemi di difesa aerea S-40 Triumf nella regione di Kaliningrad sul Mar Baltico. (Avatar) © IMAGO/Vitaly Nevar

Diverse valutazioni indicano che l’esercito russo ha recentemente perso un numero crescente di sistemi di difesa aerea. Ad esempio, il Ministero della Difesa britannico ha dichiarato nel suo rapporto confidenziale pubblicato il 2 novembre che almeno quattro lanciatori di missili terra-aria russi sono stati distrutti nei territori occupati tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre.

In Crimea: l’Ucraina probabilmente distruggerà il sistema di difesa aerea russo S-400 Triumf

“L’aeronautica russa ha subito pesanti perdite e abbiamo distrutto più di 550 dei suoi sistemi di difesa aerea, ma ha ancora una chiara superiorità su di noi”, ha detto il comandante supremo dell’aeronautica ucraina Valery Zalochny in un articolo ospite all’inizio di novembre. . L’economista: “La difesa aerea russa impedisce sempre più ai nostri aerei di volare”.

Emozionante: a settembre le forze armate ucraine hanno disattivato uno dei più grandi sistemi di difesa aerea Triumf S-400 della Russia in Crimea, apparentemente perché un turista ne ha rivelato la posizione in una foto sui social media. Già allora era evidente che gli attacchi di droni ucraini contro i sistemi di difesa aerea russi erano in aumento.

Recentemente, Rob Lee, analista di… Istituto di ricerca sulla politica estera In Pennsylvania, le foto e un altro video pubblicato sui social media mostravano un soldato russo che usava una pala per distruggere un drone ucraino che aveva sbagliato la sua posizione. Tuttavia, il pericolo rappresentato dai droni è ancora significativo.

Sistema di difesa aerea S-400 Triumf: l’orgoglio delle forze armate russe

Non ultima la difesa aerea. Gli imponenti sistemi S-400 Triumph sono motivo di orgoglio per il regime del Cremlino, che ama esporli alle parate militari sulla Piazza Rossa di Mosca. I missili guidati 48N6E3 possono essere utilizzati per attaccare bersagli da quattro enormi contenitori missilistici a una distanza massima di 380 chilometri e ad un’altitudine massima di 30 chilometri.

L’esercito russo ha messo in servizio il sistema nel 2007 e lo ha descritto come moderno. Il numero di batterie e veicoli lanciamissili non è ufficialmente noto. Nel frattempo, a Kaliningrad, lontano dal fronte ucraino, la flotta baltica russa è di stanza tra i paesi della NATO, Polonia e Lituania. (sera)