Marzo 4, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La Russia minaccia “punizione” dopo gli attacchi ucraini a Belgorod

La Russia minaccia “punizione” dopo gli attacchi ucraini a Belgorod
al di fuori 21 morti

La Russia minaccia “punizione” dopo gli attacchi ucraini a Belgorod

Belgorod dopo il bombardamento

I soldati sono di guardia sul luogo dell'attacco a Belgorod

Fonte: Photo Alliance / DPA / TASS / Pavel Kolyadin

Secondo Mosca, 21 persone sono state uccise e altre 110 ferite nell'attacco ucraino sabato alla città russa di Belgorod. La Russia avverte che l'attacco non rimarrà “imponito” e chiede una riunione del Consiglio di sicurezza dell'Onu.

RSabato la Russia ha accusato l’Ucraina di aver lanciato attacchi contro la città di Belgorod che hanno ucciso almeno 21 persone e ne hanno ferite altre 110, e ha chiesto una riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Il ministero della Difesa di Mosca ha avvertito che l’attacco non rimarrà “imponito”. Il giorno precedente, almeno 39 persone erano state uccise in Ucraina in una delle peggiori ondate di attacchi russi dall’inizio della guerra.

Il ministero russo per le Emergenze ha affermato che a Belgorod sono state uccise 21 persone. Tra i 110 feriti, 15 erano bambini. Le riprese video, la cui autenticità inizialmente non poteva essere verificata, mostravano strade piene di macerie e nuvole di fumo che si alzavano dalle auto in fiamme nel centro di Belgorod. Il rumore di un'enorme esplosione può essere ascoltato nei filmati delle telecamere dell'auto pubblicati su Internet.

L'Agence France-Presse non ha potuto verificare immediatamente le circostanze dell'attacco, che è stato uno degli attacchi più sanguinosi contro il territorio russo dall'inizio della guerra di aggressione della Russia contro l'Ucraina nel febbraio 2022.

Il conflitto tra Russia e Ucraina

I soccorritori evacuano un ferito dopo un bombardamento a Belgorod, a circa 30 chilometri dal confine con l'Ucraina.

Fonte: Agence France-Presse/Bulletin

Secondo le informazioni russe, nell'attacco sono stati utilizzati missili guidati Welsha e missili di fabbricazione ceca. Secondo il Ministero della Difesa russo, “la maggior parte” dei missili diretti contro la città sono stati intercettati. Tuttavia, diversi missili e detriti caddero su Belgorod.

Inizialmente la parte ucraina non ha rilasciato alcuna dichiarazione in merito a queste accuse.

La Russia ha chiesto una riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per discutere dell'attacco mortale a Belgorod. L’inizio era previsto alle 16:00, ora di New York (22:00, ora dell’Europa centrale), secondo la missione russa presso le Nazioni Unite. Altri tre membri della sicurezza hanno confermato che l'incontro ha avuto luogo.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto all'agenzia di stampa TASS che il presidente russo Vladimir Putin “è stato informato dell'attacco lanciato dalle forze armate ucraine contro le aree residenziali di Belgorod”.

Leggi anche

Mosca dice addio all'analista politico Igor Malashenko

Il ministero degli Esteri russo, che ha ripetutamente criticato le forniture di armi occidentali all’Ucraina, ha accusato gli Stati Uniti e la Gran Bretagna di “incitare il regime di Kiev a commettere atti terroristici”.

La città russa di Belgorod si trova a circa 30 chilometri dal confine ucraino. Anche un bambino è stato ucciso in seguito ai bombardamenti ucraini nella regione di confine di Bryansk, ha annunciato ai servizi elettronici il governatore locale Alexander Bogomas.

Sia Putin che il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj avrebbero dovuto tenere i discorsi di Capodanno domenica, la fine di un anno in cui la controffensiva ucraina è fallita e la linea del fronte è cambiata di poco.

Zelenskyj: “Attacco terroristico” al mio Paese

Sabato Zelenskyj ha scritto nei servizi elettronici di un “attacco terroristico” contro il suo Paese alla luce dell'ondata di attentati avvenuta venerdì, in cui finora sono state uccise 39 persone e più di un centinaio sono rimaste ferite. Zelenskyj ha spiegato che “quasi 120 città e villaggi sono stati colpiti” in tutto il Paese. Ha aggiunto: “Il lavoro per rimuovere gli effetti dell'attacco russo di ieri continua ancora”.

Secondo l'amministrazione comunale, negli attentati avvenuti nella capitale, nella sola Kiev, sono morte 16 persone. Sabato si stavano ancora recuperando i corpi dalle macerie. Il sindaco della città Vitali Klitschko ha dichiarato il 1° gennaio giorno di lutto.

Secondo informazioni ucraine, venerdì scuole, cliniche ostetriche, centri commerciali ed edifici residenziali sono stati bombardati in una delle più violente ondate di attacchi russi contro l'Ucraina dall'inizio della guerra. L’esercito russo ha dichiarato nel suo rapporto quotidiano sulla situazione di aver effettuato “50 attacchi di massa e di grande portata” tra il 23 e il 29 dicembre. Tutti gli obiettivi sono stati colpiti.

Leggi anche

Secondo Christian Freuding, inizialmente alcune capacità russe non furono riconosciute

Secondo lo stato maggiore ucraino, la Russia ha utilizzato 158 droni e missili. 144 di loro furono distrutti. Il portavoce dell'aeronautica militare Yuri Ignat ha detto che si tratta di un “numero record” di missili. A parte i primi giorni di guerra nel febbraio 2022, questi sono stati gli “attacchi più massicci” contro l’Ucraina fino ad oggi.

Secondo le autorità, tre persone sono state uccise sabato nelle regioni di Kherson, Zaporizhia e Chernihiv durante gli attacchi russi contro l'Ucraina. Il sindaco di Kharkiv, Ihor Terekhov, ha detto che 16 persone sono rimaste ferite in un attacco a Kharkiv, nel nord-est del paese. Secondo il procuratore Oleksandr Velchakov, tra i feriti c'era un giornalista straniero. Secondo il Ministero degli Interni, è un uomo britannico.

Nel frattempo, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha lanciato un appello al Congresso affinché approvi rapidamente ulteriori aiuti all’Ucraina nel nuovo anno. “A meno che il Congresso non agisca urgentemente nel nuovo anno, non saremo in grado di continuare a fornire le armi e i sistemi di difesa aerea critici di cui l'Ucraina ha bisogno per proteggere il suo popolo”, ha affermato Biden. Il Congresso deve “agire e farlo senza ulteriori ritardi”.