Giugno 28, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

“La ragazza che torna a casa da sola” – SWR3

L’ultima scena del crimine di Merritt Baker: interpreta Nina Rubin nel Team Berlin, insieme a Robert Caro. È stata lì per sette anni e ha indagato su 15 scene del crimine. Nel suo ultimo caso, ha dovuto fare i conti con la mafia russa ed è incredibile, dice l’editore di SWR3 Caro Knape.

L’ultima scena del crimine con Merritt Baker è roba dura

Questa scena del crimine non è per i deboli di cuore. Perché il cadavere, estratto direttamente dalla Sprea all’inizio, non ha testa, il resto del corpo è mutilato e le mani sono bruciate. Poco dopo, la commissaria Nina Rubin è stata perseguitata.

Julie Bolshakov la stava cercando. Suo marito è il leader della mafia russa. Un animale molto grande. Il problema è che lei sa troppo. Ha visto l’uomo decapitato ucciso. L’unica via d’uscita per la Jolie: il programma di protezione dei testimoni. Quindi ho chiesto a Robin di metterlo lì. In cambio, fornisce all’ispettore le prove delle attività criminali del marito. Si occupa di rifiuti tossici. Il boss del crimine può convincere Nina Rubin. Julie è idonea per il programma di protezione dei testimoni. Tuttavia: il collega Commissario Caro non deve imparare nulla.

Un rapporto difficile tra i Commissari Robin e Karoo

Questo rende ancora più complesso il già difficile rapporto tra i due. Ruby e Karoo sono un tipo acceso spentoUna coppia amorosa. Tuttavia, usano il nome. E anche se i colleghi sussurrano, l’intero dipartimento sembra presumere che i due stiano insieme. Soprattutto, Karoo non vuole lasciare andare i sentimenti. “Le emozioni sono per le persone bruttePerché all’inizio Robin non può dirgli nulla su Julie, ma poi Caro scopre che si sente tradito.Non ti fidi di me, io non mi fido di te“.

Trama: Vale la pena guardare il finale della scena del crimine con Nina Robin

Questa scena del crimine prende vita attraverso immagini emozionanti. Molto è scuro, scuro, a volte al rallentatore, poi molto veloce, a volte sfocato, e poi di nuovo lo zoom è solo sul viso. Come spettatori, siamo incredibilmente vicini, soffriamo, tremiamo e speriamo fino all’ultimo.

READ  Il "Martirio di Monaco" della principessa Charlene - si conoscono nuovi dettagli

Il famigerato BER Airport offre un finale emozionante. Un labirinto di passaggi sotterranei, tubi, colonne e la sensazione inquietante che non ci si può fidare di nessuno da nessuna parte. Questa scena del crimine è un misto di thriller e dramma romantico. Penso: vale assolutamente la pena guardarlo!