Luglio 4, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La produzione segue la domanda: BMW premia la Cina con la produzione di SUV

La produzione segue la domanda
BMW premia la Cina con la produzione di SUV

Non c’è nessun altro paese in cui la BMW venda più auto di quanto non faccia in Cina. Ciò ha conseguenze per la produzione: in modo che modelli popolari come il fuoristrada X5 possano essere adattati ai requisiti locali, in futuro saranno prodotti localmente.

Il produttore di automobili e motociclette BMW vuole in futuro localizzare una parte maggiore della sua produzione di automobili nell’importante mercato cinese. In futuro, il fuoristrada X5 non uscirà più dalla catena di montaggio negli Stati Uniti a Spartanburg (Carolina del Sud), ma anche nella Repubblica Popolare, ha confermato lunedì sera un portavoce del gruppo DAX di Monaco. In precedenza, senza eccezioni, i modelli SUV della serie X venivano prodotti nello stabilimento statunitense, ma ora BMW costruisce anche diversi modelli redditizi in Cina, ad esempio l’X3 in Sud Africa. X5 finora è arrivato solo dagli Stati Uniti.

BMW 89,88

La Cina è il mercato più grande del gruppo, così come altri gruppi automobilistici tedeschi Volkswagen e Daimler. Nei primi nove mesi dell’anno, BMW ha venduto quasi 670.000 degli 1,9 milioni di auto di tutti i suoi marchi in Cina, poco più di un’auto su tre. Il fatto che BMW volesse realizzare più modelli di SUV in Cina è stato a lungo un segreto di Pulcinella. Un portavoce della BMW ha affermato che la produzione segue la domanda.

Elektro-3er migra anche in Cina

Se l’azienda localizza una versione composita in Cina, il gruppo può adattare il modello nel paese in modo più preciso alle esigenze dell’acquirente cinese, risparmiando così anche eventuali barriere tariffarie tra Stati Uniti e Cina, dove hanno svolto un ruolo speciale nel contenzioso commerciale dal 2018 e sugli utili.

BMW vuole anche essere la prima casa automobilistica straniera ad acquisire la maggioranza della joint venture di produzione con il suo partner Brilliance nel paese dall’inizio del 2022. BMW controllerà quindi il 75% della joint venture e consoliderà anche la società nel suo propri numeri di gruppo.

Come continua a scrivere “Handelsblatt”, citando circoli aziendali, anche una versione elettrica della BMW Serie 3 sarà prodotta esclusivamente nel paese. Il portavoce non ha risposto a queste informazioni, riferendosi a “speculazioni”. Daimler sta ora pianificando anche di acquisire la maggioranza nella joint venture cinese BBAC, che è gestita con il principale azionista BAIC, secondo “Handelsblatt”, citando circoli aziendali a Stoccarda.

READ  Gruppo DAX sotto la lente d'ingrandimento: oltre il dieci percento in più in quattro settimane: perché le azioni Deutsche Telekom stanno andando così bene in questo momento | newsletter