Dicembre 8, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La pianura padana si prosciuga: “La terra è un deserto”

Cambiamenti climatici: “La terra è un deserto”: una delle regioni più fertili d’Europa si sta prosciugando

Siccità storica: la regione padana del nord Italia sta vivendo il cambiamento climatico. Il danno è davvero grande. Adesso la prima esigenza è quella di pompare il Lago di Garda.

Improvvisamente un carro armato tedesco è apparso nel letto del fiume. I residenti della città di Ceramide, nel nord Italia, sono rimasti sbalorditi quando alla fine di marzo hanno visto strani frammenti di metallo emergere dal bacino del Po. Per decenni, storici dilettanti hanno cercato nell’area il carro armato nazista che i soldati della Wehrmacht gettarono nel fiume nell’aprile 1945 per evitare che cadesse nelle mani delle forze americane in avanzamento. invano. Ma la storica siccità nella Pianura Padana non sta solo facendo luce su cose a lungo ritenute perdute. Per l’Italia si tratta di un completo disastro.

Il fiume più grande d’Italia è ormai solo una piccola goccia. Il Po di 652 chilometri, che scorre verso est dalle Alpi italiane al Mare Adriatico, è ai minimi storici. Una media di soli 300 metri cubi al secondo scorre attualmente attraverso il fiume Po, ha detto mercoledì in conferenza stampa Miuccio Berselli, direttore dell’Autorità locale del fiume. Normale è 1.800 metri cubi al secondo, sei volte quello. “La situazione sta peggiorando”, ha detto all’agenzia di stampa Ansa Persili. “In alcune zone non piove da 110 giorni”. Inoltre, l’acqua di disgelo attualmente non scorre dalle Alpi nel fiume Po. Le temperature insolitamente calde hanno provocato meno neve del solito all’inizio dell’anno.

READ  Il Viagra può ridurre il rischio di malattia di Alzheimer del 70 percento

“Il cambiamento climatico è visibile qui per tutti”

La Pianura Padana, nel nord Italia, è la regione economica più importante del Paese e una delle più fertili d’Europa. Ma ora gli agricoltori non possono irrigare i loro campi. La Confagicultura presume che il 30-40% del raccolto sia stato distrutto e che il bestiame possa essere macellato. Gli esperti stimano che il danno sia già stato di oltre due miliardi di euro. “Il cambiamento climatico è visibile a tutti qui”, ha affermato in una nota il leader dell’associazione regionale Ercol Zuccaro. “Lunghi periodi di siccità si alternano a condizioni meteorologiche avverse”.

Nella Pianura Padana, tra gli altri, il riso, vinoSi coltivano nocciole, girasoli, uva, mangimi e cereali. Le associazioni avvertono che la siccità si sta diffondendo ovunque Europa Può influenzare i prezzi degli alimenti. Alberto Sirio, responsabile della Regione Piemonte colpita, ha detto a SkyTG24 TV che la mancanza d’acqua in questo momento è stata un “disastro”. per colpa di russo Dall’invasione dell’Ucraina, i prezzi dei fertilizzanti sono triplicati, insieme a un aumento del costo del diesel e della benzina.

problema dell’acqua di mare

Forse il peggio deve ancora venire. Il livello del Po è ora più basso del livello dell’Adriatico. Il risultato: l’acqua salata scorre dal mare al letto del fiume e penetra nel terreno adiacente, in particolare nel terreno fertile. Giancarlo Montovani, direttore del Consorzio per la conservazione del Delta del Po, ha spiegato in conferenza stampa che nel raggio di 200 metri a valle nelle zone colpite non cresce nulla. “La Terra è un deserto”, ha detto Montovani. “La coltivazione non può durare così a lungo”. L’acqua salata è già penetrata per più di dieci chilometri nella Pianura Padana.

READ  Il mirtillo rosso conserva la memoria nella vecchiaia

Anche i comuni, e quindi le abitazioni private, stanno finendo l’acqua. Secondo i media italiani, i serbatoi d’acqua in un totale di 125 comunità sono così vuoti che i serbatoi d’acqua di altre regioni devono fornire rifornimenti. I sindaci stanno già emanando ordinanze che chiedono di non utilizzare l’acqua per innaffiare fiori o lavare le auto. “Potrebbe non bastare se la stagione continua così”, ha detto a La Repubblica Andrea Sercer, sindaco di San Dona di Piave.

Disputa sul Lago di Garda

La massiccia siccità colpisce anche l’approvvigionamento energetico. L’Italia ottiene il 15 per cento della sua elettricità dall’energia idroelettrica e la maggior parte delle dighe del paese si trovano nelle Alpi e nella regione padana. Tuttavia, i serbatoi sono pieni per metà nell’ultimo anno e, dopo la pressione dell’opinione pubblica, gli operatori hanno iniziato a rilasciare un po’ d’acqua nella Pianura Padana. Tuttavia, ciò può portare a carenze di approvvigionamento durante tutto l’anno. Soprattutto grandi aziende industriali come le case automobilistiche Fiat Preoccupati non solo dell’approvvigionamento idrico, ma anche dell’approvvigionamento elettrico.

Le prime battaglie di distribuzione sono già iniziate. nella zona circostante Lago di Garda Recentemente ha suscitato indignazione una richiesta di politici regionali e capi delle autorità della Pianura Padana: l’acqua dovrebbe essere prelevata dal lago, frequentato dai turisti tedeschi, e immessa nel fiume Po attraverso il fiume Minceau, secondo la richiesta.

“Respingiamo la proposta”, ha detto ai media italiani Pierlucio Serissa, segretario generale della Federazione dei Comuni del Lago di Garda. Il pompaggio dell’acqua dal Lago di Garda non è sufficiente per aiutare la Pianura Padana, ma avrà effetti devastanti sul lago. Berselli, River Manager, ha risposto: È tempo che le regioni a monte “aiutino a mitigare i problemi a valle”.

READ  Omicron - Gli immunologi temono di perdere la protezione dal vaccino - Consulente

Suggerimenti per la navigazione:

Nonostante il caldo soffocante: sei consigli per garantire un sonno riposante nelle notti tropicali