Aprile 20, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La NATO è preoccupata: gli Stati Uniti si stanno preparando al conflitto

La NATO è preoccupata: gli Stati Uniti si stanno preparando al conflitto
  1. Pagina iniziale
  2. Politica

creatura:

da: Christophe Jossman

Il mondo sta guardando l’Ucraina: lì infuria ancora la guerra. Ma rimaniamo vigili anche nel Nord Atlantico, dove sempre più sottomarini compaiono dalla Russia.

MONACO DI BAVIERA – La guerra infuria in Ucraina – e presto anche nell’Artico? Ciò che preoccupa almeno la NATO e la Norvegia è la crescente frequenza di sottomarini d’attacco russi nella regione. I norvegesi hanno affermato che aumenteranno i pattugliamenti navali vicino ai principali gasdotti sottomarini e ai cavi di comunicazione transatlantici.

Come mostrano i video della Royal Norwegian Air Force, c’è sempre un gioco del gatto e del topo di alto profilo con i sottomarini russi nei Territori del Nord. Secondo il comandante della Royal Norwegian Navy, i video indicano che i sottomarini e gli aerei d’attacco russi hanno ampliato la loro presenza più a nord e si ritiene che abbiano aperto un nuovo spettacolo secondario lontano dalla guerra in Ucraina.

Lontano dalla guerra in Ucraina: le manovre della Russia nel Nord Atlantico si fanno “più aggressive”

Abbiamo visto aumentare l’attività militare intorno alla Norvegia nell’estremo nord, nel Nord Atlantico. “Abbiamo visto che i sottomarini russi operano in modo diverso rispetto a 10 anni fa”, ha dichiarato il contrammiraglio Ron Andersen. Andersen ha aggiunto che non solo ci sono più pattuglie russe, ma hanno cambiato il loro comportamento perché “agiscono in modo più imprevedibile” e alcune delle loro manovre sembrano essere “più aggressive”.

Dopo il forte calo del flusso di gas naturale russo verso l’Europa, la Norvegia ha sostituito la Russia come principale fornitore del continente. Uno non è ancora chiaro Attacco al gasdotto Nord StreamChe collega Russia e Germania. “Dopo i bombardamenti, abbiamo già aumentato la nostra presenza su queste strutture”, ha detto il ministro degli Esteri norvegese Anneken Huitfeldt in un’intervista a Oslo. “Ora dobbiamo davvero proteggere l’intero sistema infrastrutturale e le strutture in mare”, ha affermato. La Norvegia è pronta a tutto.

Una svolta nella guerra in Ucraina? La Russia invia sempre più sottomarini nell’Artico

I video rilasciati a NBC News mostrano un periscopio sottomarino che scruta fuori dall’acqua e includono filmati dei nuovi sottomarini d’attacco di classe Yasen e un sottomarino di classe Borei che spara 16 missili balistici con armi nucleari. Le foto mostrano anche il Tupolev Tu-142 e l’Ilyushin II-38, progettati per tracciare i sottomarini. Più di una volta vanno avanti e indietro. “Stanno monitorando l’oleodotto”, ha detto il comandante Tyrl Herland, portavoce della marina norvegese. Lo ha descritto come “attività sospetta”.

Gli analisti affermano a gran voce che la Russia ha investito molto nella sua flotta di sottomarini per rendere le sue barche più silenziose e letali. NBC. Il nuovo sottomarino Belgorod dovrebbe trasportare enormi siluri nucleari lunghi 80 piedi, oltre a mini-sottomarini più piccoli in grado di svolgere lavori di salvataggio o ricerca, ma gli esperti militari affermano che i sottomarini più piccoli verranno utilizzati anche per tagliare cavi o condutture lungo il sottomarino . . Negli ultimi mesi sono stati osservati anche voli di droni russi sugli oleodotti norvegesi.

Nel bel mezzo della guerra in Ucraina: gli Stati Uniti stanno preparando i propri soldati al freddo – la NATO è preoccupata

Né gli Stati Uniti sono inattivi quando si tratta di prepararsi a un possibile conflitto tra NATO e Russia nel Nord Atlantico. Dopo l’annuncio dell’esercito, i primi soldati hanno ricevuto a febbraio i sistemi di protezione dalla temperatura fredda e artica (CTAPS). I cinque strati del sistema sono progettati per adattarsi a vari gradi di freddo mitigando i fattori che causano il freddo come l’umidità esterna e la traspirazione interna per mantenere i soldati al sicuro anche durante le operazioni alle temperature estreme del mondo.

Lo scorso luglio, l’esercito ha firmato un contratto da 10,6 milioni di dollari con SourceAmerica di Vienna, Virginia, per tute CTAPS dopo aver ricevuto un’offerta, secondo un annuncio dell’epoca. Un’altra parte dello sforzo degli Stati Uniti per prepararsi al combattimento nell’Artico è un contratto per costruire un veicolo fuoristrada per il freddo, Beowulf, per aiutare i soldati a coprire le distanze nel freddo e nella neve. (cgsc)

I soldati russi continuano a segnalare gravi problemi. Nel frattempo, lo stipendio è spesso assente, mostra la ricerca.