Aprile 17, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La minaccia per i paesi “ostili” è “esistenziale”

La minaccia per i paesi “ostili” è “esistenziale”

Vladimir Putin considera la Russia “la roccaforte del mondo russo”. Il suo obiettivo è “mantenere la pace nel mondo e la sicurezza internazionale”. Tutte le tesi a colpo d’occhio.

Vladimir Putin gesti durante un discorso.

Vladimir Putin gesti durante un discorso.Michael Metzl/AP

Con decreto, il presidente russo Vladimir Putin ha cambiato radicalmente la politica estera della Russia. Lo ha annunciato venerdì il capo del Cremlino.

La Russia si definisce la roccaforte del mondo russo e una civiltà unica che mantiene l’equilibrio globale. Dici nel concetto. Putin lo ha definito un “documento equilibrato” che “costituirà la base del nostro lavoro pratico a medio e lungo termine”. Putin ha più volte descritto la Russia come un Paese che rappresenta la sua “civiltà”.

Altre tesi del concetto:

  • La Russia non si considera un nemico dell’Occidente e non si isola dall’Occidente.
  • La priorità della politica umanitaria della Russia è affrontare la “russofobia”.
  • La Russia considera la civiltà islamica un’amica e rafforzerà una cooperazione globale e reciprocamente vantaggiosa con essa, così come con la Cina, l’India ei paesi dell’America latina;
  • La Russia sostiene il consolidamento degli sforzi internazionali volti a garantire il rispetto e la protezione dei “valori spirituali e morali universali e tradizionali”;
  • La Russia può usare le sue forze armate per respingere e prevenire un attacco armato sul suo territorio e sui suoi alleati;
  • Il progetto principale della Russia nel XXI secolo è la trasformazione dell’Eurasia in un “unico spazio continentale”;
  • Gli Stati Uniti sono descritti come “il principale leader della linea anti-russa”.
  • Le minacce alla sicurezza della Russia da paesi “ostili” sono riconosciute come “esistenziali” nel concetto.

L’integrità territoriale della Russia e la “preservazione” del popolo russo

Secondo il documento, la prima preoccupazione della Russia in politica estera è proteggere l’ordine costituzionale e l’integrità territoriale della Russia, nonché sviluppare uno spazio informativo sicuro e “preservare” il popolo russo.

I compiti nazionali della Russia in politica estera includono anche “il mantenimento della pace mondiale e della sicurezza internazionale”, relazioni di buon vicinato con i vicini e il rafforzamento delle posizioni nell’economia mondiale.

Il concetto di politica estera russa è stato adottato per la prima volta nel 1993 e da allora è stato frequentemente aggiornato. I compiti della politica estera della Russia nel concetto del 2016 includono anche il mantenimento e il rafforzamento di posizioni chiare nella comunità internazionale e la costruzione di relazioni di buon vicinato con i paesi vicini. Putin ha firmato la prima versione della nuova dottrina nel settembre 2022.


Raccomandazioni dalla biglietteria:

Immagine della finestra delle informazioni