Ottobre 3, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

La guerra all’Ucraina: tanti arresti durante le proteste in Russia

Stato: 13/03/2022 17:19

In Russia, un gran numero di persone è sceso in piazza in tutto il paese per protestare contro la guerra di aggressione. Più di 600 manifestanti sono stati arrestati, più di 14.000 dall’inizio dell’invasione.

Secondo attivisti per i diritti civili, più di 600 persone sono state arrestate in tutto il paese durante le nuove manifestazioni contro la guerra in Ucraina. Owd-Info ha affermato che gli arresti sono avvenuti durante le proteste in 30 città.

C’erano opere, ad esempio, a Vladivostok nell’Estremo Oriente della Russia ea Irkutsk sul lago Baikal, così come nella città siberiana di Tomsk, a Mosca e San Pietroburgo. Tra gli arrestati a San Pietroburgo c’erano diversi giornalisti. Immagini e video sui social media hanno mostrato come gli agenti di polizia con elmetti e equipaggiamento pesante stessero allontanando le persone.

Più di 14.000 arresti dall’inizio della guerra

Secondo Owd-Info, più di 14.100 persone sono state arrestate dall’inizio dell’offensiva russa contro l’Ucraina il 24 febbraio. Il corrispondente dell’agenzia di stampa tedesca (Dpa) ha riferito che nella capitale, Mosca, un popolare sito turistico vicino al Cremlino è stato transennato con sbarre di metallo.

In caso di grandi proteste, centinaia di agenti della Polizia Speciale OMON erano pronti, alcuni dei quali indossavano giubbotti antiproiettile ed elmetti. Uomini armati sono stati visti anche davanti alla Duma di Stato. Diversi portatori di prigionieri erano pronti. E Alexei Navalny, l’avversario del Cremlino incarcerato, aveva precedentemente invitato i suoi connazionali a scendere in piazza contro la guerra.

READ  Vertice mondiale sul clima a Glasgow: prevenzione dei disastri